5 Hack Psicologici per Aumentare l’Impatto delle Tue Campagne Email

Tempo di lettura: 4 Minuti Strategie Email Marketing

Non è sempre possibile sedersi e pensare logicamente a ogni decisione che prendiamo, specialmente perché prendiamo centinaia di decisioni ogni giorno. Perciò, usiamo delle scorciatoie, ci affidiamo alle nostre emozioni per fare alcune scelte.

Per esempio, nella tua posta in arrivo, leggi solo quelle mail che attirano la tua attenzione ed elimini il resto. Questa è una scelta emozionale. Questo è il motivo per cui capire la psicologia e il comportamento del consumatore è importante per il venditore. Dovresti sapere cosa attira la loro attenzione, cosa li scoraggia e cosa li tenta.

Ecco alcuni di questi fenomeni psicologici che determinano le decisioni del consumatore:

1. Usare FOMO

La maggior parte degli esseri umani ha avversione per le perdite; la loro FOMO (Fear of missing out – paura di perdere) li mette spesso in azione.

Infatti, secondo uno studio, c’era una probabilità del 39% superiore che inglesi aprissero una mail quando si scatenava la propria paura di perdere.

Per esempio, puoi dire nella tua mail uno ‘sconto speciale del 50% disponibile solo per te’, ora questo potrebbe sembrare allettante, ma non abbastanza per avere una risposta immediata. Se, invece, avessi scritto ‘Sconto speciale del 50% solo per te – scade tra un’ora’, ci sarebbe stata una probabilità più alta di ottenere una risposta istantanea.

Questo è un principio che usano molto bene gli eCommerce della vendita al dettaglio. Se hai notato, sotto un prodotto in vendita, scrivono spesso ‘Solo un pezzo disponibile’. Questo innesca un senso di urgenza in te e ti spinge ad agire.

Per cui, la scarsità e l’urgenza sono le chiavi per scatenare l’azione. La scarsità è anche un principio economico, ossia quando le provviste di un buon prodotto sono basse, la domanda è generalmente alta e lo fa sembrare più desiderabile.

Puoi usare il FOMO includendo parole come ‘Scadere’ nella riga del titolo per aumentare il tasso di apertura. Usa il contenuto della mail per spiegare ulteriormente la scarsità e l’urgenza per aumentare il tasso di click.

2. Scegli il colore giusto per sollecitare la risposta giusta

Gli psicologi del business stimano che il colore può determinare fino al 60% delle decisioni di accettazione o rifiuto di un prodotto o servizio.

Il colore sollecita una risposta emotiva da parte del lettore, per cui scegli uno schema di colori a seconda della risposta emozionale che vuoi scatenare nel pubblico mentre legge la mail.

Per esempio, il Rosso è conosciuto per infondere un senso di paura o urgenza nel pubblico e potrebbe far aumentare il battito cardiaco, mentre l’Arancione è associato all’aggressività e potrebbe spingere il lettore a cliccare sul CTA. Il Blu rappresenta la fiducia e perciò ti sarà molto utile quando parli di ‘sicurezza’.

Sebbene ciascun colore sia conosciuto per innescare un’azione molto specifica, tieni a mente che il modo migliore per capire il colore che scatena la risposta migliore è attraverso prove ripetute.

Inoltre, nella scelta dei colori, non è abbastanza prendere un colore a tema e scegliere a caso le altre componenti della mail. Secondo i Tre Respiri, il colore del CTA, per esempio, deve essere complementare alla mail per ottenere i migliori risultati.

3. Guida usando un’immagine

Proprio come i colori, anche le immagini possono sollecitare una risposta da parte del lettore e questo è il motivo del detto, ‘Un’immagine vale più di mille parole’.

La verità è che la maggior parte delle persone non si fermerà a leggere ogni singola parola della tua mail; più probabilmente darà una rapida occhiata per vedere se c’è qualcosa di interessante e passerà oltre. Qui è dove delle immagini potenti posso fermare la scansione automatica e cogliere la loro attenzione.

Nello scegliere le immagini per le tue email, invece di prendere immagini personali, usa immagini di persone, specialmente persone felici. Queste immagini attrarranno la loro attenzione con successo.

Puoi anche usare un’immagine per indirizzare il cliente in un posto particolare della tua email, per esempio, il posto in cui c’è la CTA. Usare una foto di una persona sorridente che indica verso il pulsante dell’iscrizione può essere abbastanza efficace.

4. Usa il contenuto per costruire una relazione profonda con il cliente

Per la maggior parte delle aziende, lo scopo della personalizzazione non va al di là dell’inserimento del nome del destinatario all’inizio della mail. Devi capire che le ragioni che stanno dietro alla personalizzazione sono molto psicologiche.

Secondo uno studio dell’Università del Texas, il nostro desiderio di esperienze personalizzate proviene da due ragioni – il nostro desiderio di controllo e il sovraccarico di informazioni.

Anche se il cliente non ha un controllo letterale delle email, quando capisce che l’email è stata personalizzata per lui ed è unica, si illude di averne il controllo. In più, in quest’era di abbondanza di informazione, l’unico modo per attrarre l’attenzione del lettore e parlare di loro e non a loro!

La personalizzazione è un modo che ti consente di stabilire un legame con il cliente, attraverso la comprensione di quello che vogliono e chi sono, per poi usare questi dati per comporre la mail.

Puoi infondere un po’ di personalizzazione nelle tue campagne di email in molti modi. Per esempio, dici di essere una startup di consegna di generi alimentari, sai che sta piovendo molto dove vivono i tuoi clienti, puoi inviare una mail personalizzata traendo vantaggio da questa situazione e dicendo, ‘Hey, sei bloccato dalla pioggia? Lasciaci fare il lavoro per te!’

Usando fattori semplici per segmentare, come l’età, la posizione, il sesso può aiutare a costruire una personalizzazione efficiente. Se sei un piccolo business in crescita, non devi investire in strumenti di fascia alta per fare ciò; puoi usare strumenti come etichette di condivisione e filtri per segmentare i tuoi clienti in modo intelligente ed economico.

5. Aumenta la persuasione usando una prova tangibile

L’influenza sociale è un altro fenomeno psicologico importante che influenza il comportamento del consumatore in quando guardano alle azioni degli altri clienti per prendere la propria decisione su un prodotto o servizio.

Infatti, secondo uno studio, il 63% dei consumatori hanno confessato che acquistano con maggior probabilità se un sito ha recensioni e valutazioni del prodotto in vista.

Possiamo dedurre da questi dati che una email che contiene un esempio tangibile sarà più efficace di una che non ne ha. Non devi includere pagine di testimoni per impressionare il pubblico; a volte una citazione o una riga di un cliente riguardo il tuo prodotto sarà più che sufficiente. Un’altra idea è includere un link dei tuoi testimoni e della sezione delle recensioni.

Infatti, puoi essere molto creativo qui e trovare modi intelligenti per presentare delle prove concrete, senza essere troppo esplicito come condividere il numero di visualizzazioni dei tuoi video su youtube o il numero di consumatori felici ecc.

Concludendo

I dati sono certamente importanti quando prendi decisioni sulle email di marketing ma ricorda che il marketing e sia una scienza che un’arte. Devi capire la mente dei consumatori per creare delle campagne che siano veramente efficaci e a volte il modo migliore per farlo è sperimentare un po’ e immaginare cosa potrebbe funzionare; la lista vista sopra è un buon punto di inizio.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.