Con l’arrivo dell’estate non solo c’è il sole e le belle giornate, purtroppo in alcuni settori si nota anche un tendenza negativa nelle vendite. I fattori sono vari, le decisioni si prendono a settembre, il team che si occupa delle vendite è in vacanza e poi diciamo la verità un po’ tutti respiriamo quest’aria e desiderio di vacanza.

Purtroppo questa situazione si ripete di anno in anno, ma proprio per questo abbiamo pensato a te! E se ti dicessi che c’è un modo per continuare a generare lead e vendite in modo automatico?

Oggi in questo articolo  ti proponiamo l’esempio di una strategia basata su una serie di automazioni, alla fine trovi la registrazione del Workshop con tutti i dettagli.

Bene cominciamo…

Strategia: creare un offerta bundle di due prodotti ad un prezzo inferiore rispetto all’acquisto singolo per la durata di tutto il periodo estivo.

Obiettivo: ottenere un numero maggiore di vendite mentre  sono in vacanza!

Per l’esempio abbiamo preso in considerazione un e-Commerce che vende prodotti decorativi realizzati a mano:

come aumentare le vendite in estate

Il nostro e-Commerce ha a disposizione vari prodotti, tra i più venduti ci sono i  cuscini per divano, per sedie e copriletto:

come aumentare le vendite in estate

Durante il periodo estivo abbiamo notato che le vendite diminuiscono, e per questo abbiamo pensato a tre idee per cercare di aumentarle:

  • Creare dei bundle dove per esempio vendiamo due cuscini per divano più un copriletto ad un prezzo scontato rispetto all’acquisto individuale di ogni prodotto.

Per mettere in piedi la nostra strategia  utilizzeremo Automazioni Pro, che è lo strumento di Benchmark Email con il quale mettiamo la nostra attività di marketing in “pilota automatico”, questo farà aumentare le vendite mentre noi siamo in vacanza.

Per iniziare ad utilizzare al meglio questo strumento si deve inserire il codice di tracking all’interno delle pagine per tracciare i clienti che le hanno visitate o in cui hanno svolto un’azione (il mio consiglio è di inserirlo in tutte le pagine del tuo sito).

Esempio del codice di tracking:

<!–JB Tracker–> <script type=”text/javascript”> var _paq = _paq || []; (function(){ if(window.apScriptInserted) return; _paq.push([‘clientToken’,’]); var d=document, g=d.createElement(‘script’),s=d.getElementsByTagName(‘script’)[0];g.type=’text/javascript’;g.async=true;g.defer=true;g.src=’https://prod.benchmarkemail.com/tracker.bundle.js’; s.parentNode.insertBefore(g,s); window.apScriptInserted=true;})(); </script> <!–/JB Tracker→

È importante inserire il codice tracking nel header delle pagine da tracciare.

Inoltre, se hai un eCommerce ricorda che puoi integrare Benchmark con:

  • WooCommerce
  • Shopify
  • BigCommerce
  • 3dcart
  • WordPress
  • Volusion
  • Recurly
  • PayPal
  • Stripe

E se tra queste opzione non trovi il tuo e-Commerce, Benchmark si integra perfettamente con Zapier e PieSync, che dispongono di oltre 100 integrazioni per e-Commerce.

Torniamo al nostro esempio. Una volta che abbiamo fatto l’integrazione di Benchmark con il nostro e-Commerce, non ci resta altro che inserire i moduli di iscrizione nelle pagine per acquisire i nuovi iscritti e potenziali lead. Il modulo di iscrizione Integrato è l’ideale grazie alla facilità con cui si adatta al disegno della pagina web, inoltre per pubblicarlo, possiamo scegliere l’opzione di Codice HTML/Javascrpt + Codice di tracking, in questo modo iniziamo a tracciare fin dall’inizio gli iscritti.

Bene, adesso che abbiamo sistemato i punti di contatto con il cliente, possiamo iniziare a lavorare sul resto della strategia. Questa strategia si applicherà sia ai nuovi iscritti che a quelli già acquisiti.

Andremo ad acquisire i nuovi iscritti attraverso:

  • La nostra pagina web, con un modulo iscrizione a popup dove mostreremo la nostra offerta, in questo modo incentiviamo l’iscrizione per ricevere la promo.
  • Creeremo varie campagne su Facebook Ads con l’offerta. L’integrazione la faremo tramite Zapier:

come aumentare le vendite in estate

  • Nei social network creeremo dei post per alimentare la pagina di registrazione dedicata alla promozione.

Inoltre abbiamo già il nostro database di iscritti da poter sfruttare, ai quali invieremo delle campagne di Email Marketing con l’offerta dedicata.

Iniziamo con i nuovi iscritti.

I nuovi iscritti inizieranno il loro percorso nel nostro imbuto di vendita con l’automazione di Benvenuto. In questa automazione forniremo loro il codice sconto e la pagina per procedere con l’acquisto.

In questa prima automazione di benvenuto ci saranno clienti più impulsivi che acquisteranno subito e altri che necessitano di più tempo per prendere una decisione.

Per questi utenti più indecisi prepariamo l’automazione di follow up, che sarà composta da 5 campagne:

  • Giorno 1 Perchè scegliere noi?: In questa prima campagna dobbiamo mettere in risalto le motivazioni per convincere all’acquisto.
  • Giorno 3 Promemoria dello sconto: Cerchiamo di creare un urgenza in quanto lo sconto ha una scadenza.
  • Giorno 5 Bundle e opzioni: Qui portiamo l’attenzione nuovamente sull’offerta del bundle, inoltre proponiamo anche delle altre alternative.
  • Giorno 10 Scadenza sconto: Qui torniamo a portare l’attenzione sull’urgenza con un messaggio del tipo: Il tuo sconto scade tra 5 giorni!
  • Giorno 15 Ultima chiamata: Qui facciamo riferimento all’urgenza nuovamente, indicando che lo sconto sta per scadere.

In questa automazione di follow up separeremo gli iscritti che hanno acquistato da quelli che invece ancora non lo hanno fatto, in questo modo invieremo le campagne solo a quelli che ancora non hanno preso una decisione.

Tutti gli iscritti che si sono trasformati in clienti, verranno aggiunti all’automazione di Richiesta Feedback. Questa automazione è molto importante, qui chiederemo se il prodotto acquistato è stato di loro gradimento, se soddisfa le loro aspettative e se il processo di acquisto è stato piacevole. Questo tipo di feedback ci permette di migliorare sotto molti punti di vista.

A questo punto dobbiamo anche pensare agli iscritti che non hanno ultimato l’acquisto, pur avendo inserito merce nel loro carrello. In questi casi è bene attivare una automazione di Carrello Abbandonato per dare la giusta attenzione a questi possibili clienti.

Infine, dobbiamo pensare anche a tutti quei clienti che si sono registrati per ricevere lo sconto ma non hanno concluso l’acquisto, per loro faremo il retargeting attraverso Facebook e l’automazione di retargeting, in questo modo copriamo tutti i canali che abbiamo a disposizione.

Adesso è arrivata l’ora di iniziare a lavorare sul database dei contatti che ci siamo costruiti nel tempo.

Vediamo i tre gruppo che andremo a creare:

  • Gli iscritti che non hanno mai comprato.
  • I clienti che hanno acquistato e lasciato un feedback positivo.
  • I clienti che hanno acquistato e lasciato un feedback negativo.

A tutti i clienti che hanno lasciato un feedback negativo non invieremo nulla, non è la strategia adatta a loro.

I primi, quelli che sono iscritti ma non hanno ancora acquistato, li metteremo allo stesso piano dei nuovi iscritti. Invieremo una prima campagna informativa, e quelli che mostrano interesse saranno inclusi nelle automazioni che abbiamo creato in precedenza.

Per i contatti che sono già clienti e sono soddisfatti degli acquisti precedenti, invieremo una campagna informativa e li includeremo in un’automazione di follow up, meno insistente rispetto ai nuovi iscritti.

Questo a grandi linee è lo schema della strategia messa in atto nel Workshop, alla fine dell’articolo trovi la registrazione.

come aumentare le vendite in estate

 

Se hai trovato questo articolo interessante, condividilo con i tuoi colleghi ed amici.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.