Diversificazione Delle Newsletter: Settimanale Vs. Periodica

Tempo di lettura: 2 Minuti Strategie Email Marketing

I grandi del marketing sostengono che ci vogliono sette incontri prima che un lead si converta a cliente. Discorso analogo per una campagna email: sono necessarie più interazioni con il lettore affinchè salga a bordo. “Salire a bordo” ha un diverso significato in questo contesto. Nel mondo dell’email marketing, vuol dire essere a conoscenza dell’esistenza del tuo brand ed impegnarsi volentieri a conoscerlo più a fondo, magari persino concedendogli fiducia per eventuali investimenti in futuro. Questa è la chiave. Devi far sì che le persone ti seguano, affinchè siano coinvolte in ciò che hai da dire. È così che ti costruisci un pubblico, il tuo brand, scateni il passaparola, e fai sì che le persone acquistino qualsiasi cosa tu stia cercando di vendere.

La prossima sfida è l’approccio faccia a faccia con i tuoi lettori. Sarebbe bene che evitassi di comportarti come uno di quei fanatici promotori che inviano troppe campagne email. [Confessione: questa è una tattica MOLTO utilizzata tra i nuovi marketer che vendono servizi digitali o consulenze e detto molto francamente, è il modo più veloce per perdere iscritti. Diciamo la verità, nessuno è sempre così entusiasta e nessuno è talmente interessato al tuo prodotto. Aggiungici poi le pratiche poco raccomandabili messe in atto, come ad esempio usare una riga dell’ oggetto informale, così che la campagna sembri arrivare da un amico piuttosto che da un brand o una compagnia.]

Quindi, la domanda è: come si può essere delle persone normali che inviano sani contenuti, che suscitano l’interesse degli iscritti, senza risultare fastidiosi? Facile. Diversifica le tue campagne email. Se invii già una campagna giornaliera, allora aggiungi un’ulteriore campagna settimanale.

Se gestisci già una campagna settimanale, allora aggiungine una mensile o una raccolta trimestrale.

La campagna email giornaliera può riguardare tutto ciò che accade in quel momento. Può trattarsi di offerte speciali solo per quel giorno o di call to action con un tempo di scadenza. Quella settimanale deve solo costituire un aggiornamento riguardo alle novità della settimana appena conclusa e di quella imminente. Deve essere priva di contenuti eccessivi, ed essere caratterizzata da elenchi puntati o da piccoli periodi scorrevoli e diretti che forniscono un quadro generale di ciò che proponi e ciò per cui le persone possano seguirti.

La raccolta è un po’ più difficoltosa, e il modo di approcciarvisi non è tanto diverso da settore a settore. Deve essere vista come il risultato di una ricerca approfondita di tutto ciò che potrà suscitare l’interesse dei tuoi lettori. Pensa alla raccolta periodica come una rivista curata con ottimi contenuti, illustrati o sulla base di soli dati, che non avrai voglia di gettare via. Se hai intenzione di prendere in considerazione una di queste tre tipologie di email per il tuo sito, come strumento per attirare un maggior numero di lettori, allora la raccolta periodica è l’ideale.

Inoltre, ricorda che non tutti I lettori vengono raggiunti da ogni singola email, il che significa che è del tutto accettabile la ripetizione delle informazioni, fintanto che la copia viene resa in modo diverso. Se un utente legge nuovamente la stessa cosa, perchè è solito aprire ogni email, almeno avrà ricevuto la stessa informazione ma sotto una nuova forma. Interagire con i lettori attraverso informazioni ripetute non è un’idea terribile; ti assicura che il messaggio venga recepito.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.