Permettimi di chiarire una cosa:

Inviare materiale alla Tua Lista NON SIGNIFICA che tutti lo leggano!

Alcune persone, non interessate a ricevere promozioni o pubblicità on-line, considerano questo tipo di strategia promozionale solo un disturbo, e preferiscono cestinare le email in arrivo, senza preoccuparsi di leggere e controllare il contenuto.

E’ possibile “limitare i danni”, ma resta il fatto che convincere gli utenti ad aprire la posta non è affatto semplice.

Oggi quindi parliamo della cosa in assoluto più importante per fare leggere sempre (o quasi) le tue email: Il soggetto!

Nel caso di questo articolo il titolo:

“Il metodo per far leggere tutte (o quasi) le email che invii”

è ciò che spesso determina la scelta del destinatario del messaggio tra aprirlo o cestinarlo, ed è per questo che è considerato uno degli aspetti assolutamente più importante nel processo di una strategia di email marketing.

Esistono moltissimi testi, articoli e libri che trattano questo argomento, quindi è ovviamente impossibile condensare tutto in un semplice articolo, ma sicuramente possiamo affermare che il soggetto deve essere breve e conciso, fornendo un sunto di ciò che il visitatore andrà a leggere nel dettaglio nella mail.

Esso deve dare un’idea della materia, dell’argomento del quale andrai a parlare.

Lo scopo del soggetto è quello di attirare da subito l’attenzione e l’interesse del destinatario

Deve essere capace di catturare la curiosità , magari attivando emozioni (positive, negative o controverse) o altre sensazioni.

Per suscitare questo tipo di reazione, è necessario usare delle parole specifiche, ricordando sempre che Il destinatario farà una analisi molto veloce di tutti i titoli delle email che ha ricevuto, magari dozzine o centinaia, e con ogni probabilità aprirà soltanto quelle email che hanno “catturato” la sua attenzione, stimolandola proprio grazie all’oggetto.

Per questo preciso motivo esso deve attirare la sua attenzione e curiosità da subito.

Esistono varie forme da usare per il tuo soggetto.

Ad esempio puoi puntare su uno che sottolinei come all’interno della mail siano contenuti consigli pratici e linee-guida su un certo argomento.

Un buon modo per farlo è utilizzare parole o frasi chiave del tipo:

  • “Come fare…”
  • “Consigli per…”
  • “Guida a…”.

Puoi anche scegliere di strutturare il contenuto sotto forma di domanda, con frasi del tipo:

  • “Sei stanco del tuo lavoro?”
  • “Il tuo capo ti assilla continuamente?”

Cerca inoltre di restare nel tema del tuo sito, per il quale il pubblico dei tuoi iscritti ha interesse.

Questo modo di impostare il contenuto della mail è molto efficace perché punta direttamente alle emozioni degli utenti, i quali una volta letto il soggetto cominceranno inconsciamente a cercare di “rispondere” alle domande.

Infine puoi titoli di stampo “Ultime Notizie” per cercare di attirare il pubblico ed incuriosirlo.

Se ad esempio ti occupi della vendita di pezzi di ricambio per auto, puoi scrivere:

  • “E’in arrivo il nuovo motore ad acqua, niente più benzina!”

Un’affermazione come questa, creando curiosità nel visitatore può portarlo più facilmente ad aprire la mail per saperne di più.

Perfino uno messaggio spam ha la capacità di attirare l’attenzione se presentato da un titolo costruito ad hoc: ecco perchè ne vengono mandati così tanti dagli spammers…. 🙁

Il Titolo di una e-mail deve poter rispondere alle domande tipo:

  • perché mi stai contattando?
  • ti rendi conto che ho poco tempo da dedicarti?
  • sei sicuro di voler contattare proprio me?Di contro un titolo ad effetto quasi mai è la soluzione ideale per messaggi commerciali

Per chiare il concetto, titoli come questi

  • Offerta imperdibile!
  • Occasione che puo’ cambiarti la vita!
  • ANNUNCIO IMPORTANTISSIMO!!!!!!!!!!
  • NON CESTINARMI
  • IPAD A 100 EURO
  • Software gratis
  • Come ho Guadagnato 132,547€ in 7gg…

etc., etc…

spesso e volentieri sono la causa principale di un veloce cestinamento dell’offerta, a prescindere dal contenuto del messaggio, soprattutto da parte di destinatari con un grande volume di e-mail giornaliere e pochissimo tempo a disposizione per la consultazione .

Gli esempi riportati servono a puntare l’indice su ciò che NON dovrebbe apparire nell’oggetto di una e-mail destinata a potenziali Clienti:

  • “ANNUNCIO IMPORTANTISSIMO!!!!!!!!!!”

punti esclamativi e caratteri in maiuscolo ingiustificati (generano nel destinatario una sensazione di fastidiosa forzatura);

  • IPAD A 100 EURO!

nessun riferimento al prezzo di un prodotto o ad eventuali sconti per dimostrarne la convenienza (l’effetto è del tipo: è troppo bello per essere vero, dove sta la fregatura?)

  • “Software gratis”

evitare di riportare termini come gratis, gratuito, freeware, free (se il prodotto è gratis il messaggio commerciale non ha ragione di esistere, ergo c’è qualcosa che non va)

  • “Occasione che puo’ cambiarti la vita!”

evitare di promettere montagne innevate per poi offrire il “deserto”

Tutti questi esempi vogliono far passare un concetto spesso sottovalutato

Inganno = perdita d’immagine

e far perdere immagine alla propria attività on-line è quanto di peggio possa accadere durante una Campagna d’e-mail Marketing, dato che riconquistare la fiducia del destinatario è Mission Impossible!

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.