Se mi chiedi qual è stata la prima cosa che ho fatto quando ho iniziato a fare email marketing, ebbene è stato creare una lista.

È una cosa che qualsiasi marketer può fare sin dall’inizio. Avere una lista è il modo migliore per approfondire le proprie relazioni con il pubblico.

Detto ciò, è ugualmente importante gestire l’arte del targettizzare in modo da rilasciare il pieno potere delle liste. Avere una lista dei tuoi migliori clienti o iscritti è un vantaggio importante per la tua azienda.

Tutto sta nel fissare l’obiettivo

Le Campagne Mirate sono la chiave per costruire le fondamenta di un programma di sensibilizzazione di email efficace.

Alcuni marketers non capiranno mai l’importanza della targetizzazione e finiscono per creare liste che non sono qualificate. Devi capire che la tua lista di email è composta da persone con diversi interessi, comportamenti e profili.

Ricordati un’unica lista non funziona. Quindi non trattarli tutti allo stesso modo, la soluzione è dividerli in diversi gruppi e mandare diverse campagne email personalizzate a ciascun segmento.

L’errore comune che fanno alcuni marketers è trattare tutta la lista come un’unica entità.

Secondo il caso di studio fatto da Marketing Shepa, artbeads.com ha visto i tassi di conversione balzare al 208% quando hanno iniziato ad usare le campagne mirate invece delle email a raffica.

Il 32% dei marketers dice che segmentare il proprio database di mail è la priorità dell’anno. Inoltre il 52% dei marketers crede che c’è bisogno di migliorare la segmentazione della propria lista.

Cosa manca ancora?

La Jupiter Research ha scoperto che le campagne di marketing con le email mirate possono generare nove volte la risposta delle email trasmesse. Più è presente la personalizzazione nelle email inviate agli iscritti, più è probabile che gli utenti aprano la mail, clicchino e passino all’azione, trasformandosi in compratori.

In media, le campagne email non mirate hanno un tasso di apertura del 20%, una percentuale di click del 9.5% e un tasso di conversione di circa l’1%. Dall’altro lato, le campagne email mirate hanno una percentuale di apertura del 33% in media, un tasso di click del 14% e un tasso di conversione del 3,9%.

Con una lista targetizzata, avrai sempre un gruppo di clienti fidati. Per esempio, se sei un venditore di libri e hai una catena di outlet al dettaglio, allora puoi segmentare la tua lista in persone che preferiscono certi generi di libri, gruppi per età, clienti migliori, ecc. Puoi anche classificare la tua lista in base agli acquisti che fanno i tuoi clienti. Questo significa che avrai una categoria separata per le persone che fanno acquisti da $300 e $500 o tra $500 e $1000 o al di sopra di $1000.

Benchmark Email ti fornisce lo strumento Campagne Mirate  per aiutarti ad ottenere un ROI maggiore dalle tue liste. Tale strumento prende le tue campagne e le compara con le aperture o i click, creando delle diverse liste di segmentazione. Rivolgersi a dei contatti specifici è un modo fantastico per migliorare il coinvolgimento delle email. Non è la dimensione della lista che conta, ma la sua qualità. Campagne Mirate può essere usato anche per pulire le tue liste, dal momento che crea una lista di contatti che non hanno mai aperto le tue email.

Puoi accedere a questa funzione nella barra di navigazione.

Targeted Emailing

Ci sono dei modi in cui puoi creare liste mirate. Il primo è basato sulle aperture o non aperture delle tue campagne. La seconda lista è basata sull’URL cliccato nella tua campagna.

Click e Open

Il processo di Campagne Mirate è il seguente:

  1. Seleziona fino a 10 campagne da comparare
  2. Scegli se basare il confronto sui contatti attivi o inattivi
  3. In base a ciascuna email individuale o su tutte le tue mail
  4. Aperture e Click
  5. Salva

Targeted Emailing Engagement Lists

Per cui nel primo passo, devi selezionare le campagne che desideri comparare. È raccomandabile che tu compari campagne simili per targettizzare e segmentare accuratamente le tue campagne, ma non è richiesto. Solo per reiterare, dal momento che è importante, puoi selezionare dalle tue 50 campagne più recenti quelle che sono più vecchie di 3 giorni. Poi puoi selezionare fino a 10 campagne da comparare.

Targeted Emailing Results

Il terzo passo è selezionare se desideri comparare le campagne singolarmente (alcune o una) o compararle tra di loro (tutte le email). A seconda di ciò che scegli, otterrai numeri molto diversi. Se scegli l’opzione alcune o una mail, combinerà le tue 10 mail e a seconda dei click e delle aperture, posizionerà, infine, i contatti in una lista. L’opzione tutte le mail prenderà tutte le campagne e cercherà contatti che hanno aperto e cliccato tutte le mail che hai selezionato. Questo porterà ad un numero molto ridotto.

Infine, puoi scegliere semplicemente se vuoi una lista di persone che hanno aperto o cliccato o entrambi! Dopodiché, sarai capace di creare una seconda lista basata su impostazioni diverse. A questo punto, puoi anche calcolare il numero di ciascuna serie in modo da visualizzare il numero di contatti contenuto in ciascuno, dal momento che richiede tempo assemblare la lista. Non scordare di nominarle e salvarla!

Click Focus

Il Click Focus è diverso da Click e Open. Questo non confronterà le email stesse ma gli URL nelle email. Per cui se mandi promozioni o se le tue email contengono un sacco di URL, questa è l’opzione migliore per te. Comparando tutti i prodotti e gli URL è difficile manualmente, ma Click Focus automatizza il processo e permette agli utenti di creare delle liste basate su certe impostazioni. Proprio come Open e Click puoi selezionare tra le tue 50 campagne più recenti quelle che sono più vecchie di 3 giorni e puoi selezionare fino a 10 campagne.

Un po’ simile a Click e Open ma ancora diverso.

Targeted Emailing Click Focus List

La differenza tra l’opzione precedente e Click Focus è che richiede l’azione extra di selezionare le URL di cui vuoi i contatti. Per esempio, se sei un venditore di articoli sportivi e hai diverse email legate a sport diversi, puoi creare una lista Click Focus di contatti che sono interessati ad articoli da calcio, poi puoi creare una strategia per indirizzarti solo ai giocatori di calcio, basandoti sui loro click. Questo è esattamente come Campagne Mirate è stato pensato.

Dunque, il primo passo è scegliere le campagne che vuoi esaminare, poi scegli l’URL di cui vuoi vedere i contatti. Puoi selezionare fino a 10 campagne e 10 URL da comparare.

Targeted Emailing Any Links

Il prossimo passo è selezionare QUALSIASI o TUTTE le liste. Questo si avvicina molto al concetto di prima che è spesso difficile da cogliere. Se scegli QUALSIASI, il sistema raccoglierà i contatti che hanno cliccato l’ultima volta sull’URL di QUALSIASI email. Se scegli TUTTE, il sistema guarderà tutte le campagne e raccoglierà i contatti che hanno cliccato su TUTTE le email. L’opzione TUTTE produrrà molto più probabilmente un numero più significati dell’altro. Dai un nome alla lista e salva.

Cosa Devi Fare

Se hai appena iniziato potrebbe essere un compito che ti spaventa, se non hai ben chiara la tua direzione. Per iniziare, avrai bisogno di determinare quali sono gli obiettivi che deve raggiungere la segmentazione della lista e come misurerai il tuo successo. Devi anche capire quale sarà la tua strategia. Lo strumento Campagne Mirate di Benchmark rende più facile individuare i tuoi clienti fidati. Se non lo hai ancora usato, provalo e fammi sapere come va.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.