Storia di una newsletter di successo

Strategie Email Marketing - Tempo di lettura: 2 Minuti

Storia di una newsletter di successo

Leggi

Ultime Pubblicazioni

La Nostra Esperienza al Web Marketing Festival

La Nostra Esperienza al Web Marketing Festival

Tecniche Email Marketing • luglio 27, 2016

Questo mese Benchmark Email ha partecipato al Web Marketing Festival e voglio raccontarvi cosa ha significato per noi, dal mio punto di vista. L’aria che si respirava al Palacongressi di Rimini era differente rispetto a tutti gli altri eventi e fiere, dove in genere si vedono flotte di persone passare tra le viuzze degli stand cercando di capire a cosa sono interessati, con lo sguardo un po’ interrogatorio sui servizi che offre una azienda o un’altra. Al Web Marketing Festival, le persone erano tutte sorridenti, tanti giovani che si avvicinavano o che erano entrati da qualche anno nel mondo del digitale e tanti CEO entusiasti di essere lì a scoprire le novità che il Festival era lì ad offrire. Trampolieri, dj, rock band erano tutti lì ad allietare un momento di apprendimento e di ricerca di opportunità, ed è per questo che il Festival è ben riuscito. Abbinare il lavoro al divertimento è la chiave. Ciò che più mi ha fatto riflettere è come il web marketing abbia creato un settore di attività molto speciale per i giovani d’oggi. Sì, perchè nel marketing digitale c’è spazio per tutti: dai più creativi con idee su nuove strategie, nuovi design e nuovi progetti di startup, ai più amanti di numeri, statistiche e dati. Noi eravamo lì e condividevamo la gioia del nostro e del loro lavoro, dei loro successi e a volte insuccessi e siamo orgogliosi di poter dire che abbiamo conosciuto tante persone fantastiche con le quali ora siamo in contatto, anche solo per scambiare un saluto e augurarsi una buona giornata. Con altri abbiamo intrapreso dei progetti di lavoro importanti, ad altri abbiamo sgomberato la strada dagli ostacoli che avevano incontrato nell’ email marketing, alcuni clienti che sono passati a salutarci e a conoscerci di persona. E con i più audaci… ci siamo divertiti con un Photo Contest che abbiamo lanciato durante il Festival! Ecco qui gli scatti dei nostri partecipanti ed il nostro vincitore più cliccato! Conclusione? Il Web Marketing Festival s’ha da rifare!


Leggi
Web Marketing Festival 2016… Benchmark Email, presente!

Web Marketing Festival 2016… Benchmark Email, presente!

Strategie Email Marketing • luglio 5, 2016

Siamo pronti, mancano pochi giorni all’inizio dell’evento più atteso dagli appassionati e professionisti del settore del Marketing Digitale. Freelance, direttori marketing e amministratori delegati, studenti, blogger, agenzie, grandi aziende così come startup, giornalisti e organizzazioni no profit si riuniranno tutti per condividere momenti di apprendimento, innovazione e aggiornamento su temi quali email marketing, social advertising, mobile marketing, video marketing e tanto altro… e poi perché no, anche divertimento. Il Web Marketing Festival si svolgerà al Palacongressi di Rimini l’8 ed il 9 Luglio con 26 sale tematiche, più di 160 relatori italiani e internazionali e una sala plenaria. Tante sono le iniziative che presentano i ragazzi di GT Idea che hanno organizzato il Festival in tutti i suoi dettagli come ad esempio la Startup Competition, che vedrà sfidarsi 6 startup con un pitch di tre minuti o il Digital Job Match, durante il quale aziende e professionisti si incontreranno per conoscersi e far nascere nuove opportunità lavorative. Noi di Benchmark Email ci troveremo allo stand 31 e se volete riservare un incontro con il nostro staff per trattare un argomento di vostro interesse o conoscere più a fondo i nostri strumenti, potete farlo cliccando su Calendario Benchmark Email, atrimenti passate anche solo per un saluto, vi aspettiamo!


Leggi
Infografica: Uomini VS Donne

Infografica: Uomini VS Donne

Strategie Email Marketing • giugno 17, 2016

Un contenuto mirato e rilevante è essenziale in tutti i settori del marketing, e con l’email marketing è ancora più facile arrivare alla giusta audience. Segmentare le liste è fondamentale per fare in modo che ogni persona percepisca ogni campagna email strettamente dedicata ai propri gusti ed esigenze. Una delle segmentazioni più facili da effettuare è proprio quella tra Uomini e Donne, per la quale non serve raccogliere molti dati, basta il nome. Per questo abbiamo preparato per voi una infografica che vi mostra le differenze comportamentali nei confronti degli acquisti online tra Uomini e Donne.


Leggi
L’ ufficio, un ambiente sacro

L’ ufficio, un ambiente sacro

Strategie Email Marketing • maggio 26, 2016

Nell’ultimo articolo, ho parlato del libro di Marie Kando, dove ho trovato l\'ispirazione per un nuovo modo di guardare al contenuto. Mentre stavo scorrevo tra i capitoli, ho anche trovato ispirazione per il mio ufficio. Uno spazio ufficio è molto importante. È il luogo dove si spende la più cospicua parte della giornata. È il luogo dove tu investi il tuo tempo e la tua energia. Per quanto mi riguarda, sento che questo ambiente dovrebbe riflettere quello che sei e dovrebbe essere trattato come uno spazio per la creazione. È per questo che sono un po\' inorridito quando cammino in uno ambiente triste o un luogo con stridenti illuminazioni generali e moquette industriale. È davvero questo il meglio che possiamo fare per noi stessi? Non siamo macchine. Stiamo vivendo, la gente respira. Siamo esseri organici che hanno bisogno di stare in uno spazio altrettanto organico. Direi che anche se non tutti sono d\'accordo con questo modo piuttosto newage di pensare agli spazi di lavoro, è questa l\'idea trainante dietro il perché abbiamo visto un aumento di uffici creativi: si tratta di un tentativo collettivo di riprendere il nostro spazio e iniettare umanità nell’area di lavoro. Il libro di cui vi parlo, mi ha aiutato in questo. Come qualcuno che lavora nell’ambito dei contenuti, il contenuto fisico si erge intorno a me sotto forma di libri, riviste, giornali, documenti e ancora documenti. Non vi è mai fine. All\'inizio di quest\'anno ho deciso di riprendere il controllo e lentamente ho iniziato a digitalizzare il più possibile. Ma rimane una battaglia quasi tutti i giorni. Sorprendentemente, il libro non sostiene di spendere qualche minuto ogni giorno per mettere in ordine, sostiene che se questo è il caso, dovrai fare pulizia per sempre. Ho pensato che era piuttosto piacevole. Invece, il libro raccomanda di sbarazzarsi di ciò che non viene utilizzato e che non è necessario. Insegna a cercare le bandiere rosse nel proprio processo di pensiero. Così, per esempio, se stai dicendo \"lo farò presto ... voglio ancora imparare da questo,\" in risposta a del materiale di seminario di alcuni anni fa, che dovrebbe essere una bandiera rossa per \"non arriverà mai”.  Come regola generale, non rivisitate mai materiali del genere. Lo stesso vale per materiali di convegni o expo, tra cui volantini, biglietti da visita, brochure, stampe (e direi, anche riviste e giornali). Se non si arriva a questo in modo tempestivo, non otterrete mai nulla da tutto ciò. Questo mi porta ad elaborare. Come scrittore, non posso buttare via molti buoni articoli e riviste da cui potrei imparare. Sono sicuro che molti di voi hanno lo stesso problema in un modo o nell\'altro. Quindi questa è la mia soluzione: prenditi del tempo per questo ogni giorno. Se questo è un incontro collettivo di un’ora mettetevi tutti seduti insieme in una stanza per fare e poi realizzare. Per passare attraverso il materiale è necessario anche il vostro rituale caffè del mattino, fate che questo accada. La linea di fondo è, hai avuto modo di capire in che modo rendere il tuo spazio funzionale e non asfissiante. E questo implica anche umanizzare e personalizzare il processo, ma il processo si trasforma in rituale. Per me, questo include il trattare lo spazio con l\'amore e la cura che vorrei per la mia vanità o per la mia camera da letto. E questo è un’altra chicca del libro: decorare il vostro ambiente con oggetti speciali. Quando si sta trattando il vostro spazio con rispetto, curandolo con mobili, quadri o soprammobili, si sta personalizzando quello spazio. Una volta che lo hai personalizzato, l’ambiente diventa più difficile da violare anche per voi. Non è più solo un luogo per lavorare dal 95; si tratta di un posto per il vostro mestiere, e dovrebbe ispirare la gioia.


Leggi
Metti in ordine la tua Content Strategy

Metti in ordine la tua Content Strategy

Strategie Email Marketing • maggio 26, 2016

Come content strategist veterano, è sempre piacevole trovare nuove ispirazioni dai contenuti che possono farti pensare in modo diverso al contenuto stesso. Mentre sfogliavo il libro The Life­Changing Magic of Tidying Up di Marie Kando, sono rimasto sorpreso di trovare in esso la mia più recente fonte di ispirazione per i contenuti: mettere in ordine. E mentre io sono amante delle cose organizzate, ho zero gioia durante le pulizie domestiche di primavera. Lo vedo come un necessario e sofferto onere annuale. Ma leggendo le pagine del libro relative a come mettere in ordine l’armadio, ho subito iniziato a pensare ai contenuti. Quando si tratta di abbigliamento, il libro impone un principio base che serve da prova del nove per ogni aspetto dell\'abbigliamento. L\'idea è che i tuoi abiti debbano ispirare gioia. Molti dei miei abiti sono fallimentari riguardo questa prova. I vestiti mi vestono soltanto. Quando guardo al mio gioco del contenuto, penso, \"Quale di questi pezzi ispira gioia?\". Ogni singolo pezzo che è rimsto seduto sulla mia scrivania per anni, oggi ancora mi ispira gioia come il prim giorno di fine stesura. Così, mentre ovviamente si potrebbero non eliminare vecchi contenuti come si farebbe per scartare un capo di abbigliamento, i contenuti che ti hanno dato gioia sono i punti su una mappa, sono il resoconto di quanto sei veramente appassionato. C\'è un tema corrente che più ti appassiona? Quale è stato il processo che ti ha portato a mettere insieme quel pezzo? Che cosa ha reso questo così piacevole e come ti piacerebbe rivisitarlo? Si potrebbe scoprire che l\'atto di collaborare ha scatenato più gioia. O forse preferisci pezzi creativi o più tecnici. Proprio come con i vestiti, questo dipende dal singolo individuo, ma in entrambi i casi si dovrebbe iniziare a vedere un modello con cui si è felici. È d\'altra parte, come ci sta muovendo riguardo i contenuti, si potrebbe benissimo eliminare il vecchio. C\'è una buona ragione per cui si potrebbe desiderare di farlo. Come il tuo gioco dei contenuti è cresciuto, ci si accorge che la tua voce è cambiata con il calibro di uno scrittore o di un team di contenuti. Soltanto alcuni pezzi potrebbero non adattarsi più. Così è possibile disfarsene e andare avanti con il contenuto che fa per voi e riflette chi sei come un marchio. Una terza opzione è l\'aggiornamento dei contenuti. Si può odiare una giacca, ma potrebbe piacere vedere quella giacca trasformata in un giubbotto; così si può cambiare. Lo stesso vale per il contenuto. Si potrebbe essere stati sulla strada giusta con un contenuto, ma il lavoro che hai inserito in esso non è allo stesso livello con chi sei ora. Invece di limitarsi a eliminarlo, è possibile modificarlo. Se si prende questa strada, assicurati di indicare che il pezzo è stato modificato. Direi che hai già messo così tanto tempo e fatica in un pezzo che ad un certo punto questo conta per voi – e conterà ancora per qualcun altro. Piuttosto che eliminarlo, donagli nuova vita in modo che sia ancora riflesso di te e del tuo marchio, e riproponilo per permettere a qualcun altro di trarne beneficio. Se pensiamo che per produrre un contenuto ci impieghiamo 4/6 ore, sarebbe un peccato buttarlo via come se non avesse più valore.


Leggi
I migliori 10 oggetti per aumentare i tassi di apertura per le email di vendita

I migliori 10 oggetti per aumentare i tassi di apertura per le email di vendita

Tecniche Email Marketing • maggio 20, 2016

Hai investito tempo per la redazione di una perfetta email di vendita, inserendo collegamenti perfetti e costruendo la perfetta CTA (call to action) per le tue email. Il tuo tempo è stato ben speso? Tutto questo è uno spreco se nessuno si preoccupa di aprire la tua email. È qui che l\'importanza dell\'oggetto diventa l\'argomento di discussione. L\'email marketing è ancora una tra le migliori modalità di comunicazione con prospettive, contatti e clienti. Nell\'era della casella di posta in arrivo piena, prima che i potenziali clienti, contatti o clienti leggano la tua email... la devono aprire. Ecco perché l\'oggetto di una email di vendita svolge un ruolo fondamentale. Maggior numero di persone che aprono le email, maggiore probabilità ci sono per le vendite. Centinaia di miliardi di email di vendita vengono inviate ogni giorno per catturare l\'attenzione del cliente. Quanti messaggi di posta elettronica non letti ci sono nella tua inbox? 200? 500? Probabilmente 1.000 se siete abbonati a innumerevoli mailing list. Le persone oggi ricevono molte email al giorno e la maggior parte di loro vengono aperte. Le persone sono inondate con più informazioni rispetto al passato e hanno meno tempo per assorbire tutto. La maggior parte dei messaggi di posta elettronica sono semplicemente ignorati ... a meno che non abbiano un oggetto che attiri. Secondo uno studio sulle statistiche di posta elettronica, l\'aperura delle email per il 35% dei destinatari è basata sull\'oggetto e il 69% dei destinatari segnala un messaggio come spam basandosi sull\'oggetto dell\'email. Non c\'è un tema specifico per l\'oggetto perfetto, perché ciò che funziona per un business non potrebbe funzionare in modo efficace per un altro. Basta pensare a questo: apriresti un email che ha un oggetto come \"Aprimi\" o \"Ciao\" o \"Urgente\" o \"Registrati per vincere GRATIS iPhone 6S\" o qualcosa di simile? Tutti questi messaggi di posta elettronica vanno direttamente nella cartella di SPAM. Un oggetto non efficace avrà un risultato di 5 volte inferiore di apertura e lettura email. I migliori oggetti per le email di vendita devono essere creativi, accendere l\'interesse nei clienti. Devono avere un oggetto che ispiri curiosità che sia rilevante per loro, e allo stesso tempo che sia informativo. Stai cercando oggetti per le email di vendita interessanti e provocanti che gridano \"Aprimi Ora\"? Bene, qui di seguito trovi alcuni dei migliori oggetti che aumenteranno i tassi di apertura delle tue email. Hai bisogno del mio aiuto?\" o \"Spero questo possa servirti Le persone che oggi vendono di più sono quelle che possono aiutare i loro clienti a risolvere i problemi. Se le vostre email arrivano nella casella di posta elettronica con un oggetto tipo \"Dimmi quali sono le tue difficoltà” o \"Dimmi tutto quello che hai provato e come posso aiutarti\" o qualcosa come \"Spero questo possa servirti\" c\'è una maggiore probabilità per le email siano aperte. Prospettate l\'idea di voler essere di aiuto ai clienti.


Leggi
Regole che dovresti seguire

Regole che dovresti seguire

Strategie Email Marketing • maggio 20, 2016

Da qualche giorno, sto lavorando su circa tre progetti diversi dal mio ufficio di casa – lavoro spesso da remoto. Fare le pulizie di primavera sta assumendo, per me, un significato del tutto nuovo. Recentemente, ho sentito parlare di un libro di Marie Kando, un libro che prende i principi giapponesi di riduzionismo e li applica alla vostra vita. Naturalmente, lo scenario è leggermente diverso dal momento che non sto cercando di rimettere in ordine la mia vita domestica giorno per giorno; ma le regole possono essere  applicate alla mia vita professionale. Prima di iniziare, visualizza la destinazione - Uno dei consigli proposti nel libro è quello di visualizzare la destinazione. Quando si inizia a pulire e riordinare la casa - come quasi tutti - ci immaginiamo come dovrebbe essere una volta finito. Lo stesso vale per l\'area di lavoro, ma dovrebbe essere più come vogliamo  che appaia. Dovrebbe essere emozionante e bella. Chiedetevi come ci si vuole sentire quando si è nel proprio ufficio? E che cosa si vuole essere in grado di fare meglio? È un cambiamento dello spazio che influisce sull’aspetto, il sentire, o come può essere utilizzato - e forse tutto quanto già detto prima? Personalmente, quando riordino direttamente il mio spazio, è sempre anche in funzione di uno spazio digitale. Per me, significa aggiungere alcuni nuovi strumenti organizzativi per rendere più fluido il mio processo lavorativo giorno per giorno. O forse ho bisogno di più spazio di archiviazione digitale in modo da poter archiviare e accedere in digitale a tutto quello che mi serve? Prima scarta - Visualizzare la destinazione può coinvolgere anche il modo di fare business. Forse si sta cercando di migliorare la produttività e l\'efficienza? Se è questo il caso, allora è necessario eliminare le politiche e i processi che non funzionano. Questo è più facile per le start-up e più difficile per start-up che diventano imprese. Eppure, anche a livello di impresa, si dovrebbe essere ancora abbastanza flessibili per sperimentare nuovi modi di fare le cose. Buttare via ciò che non funziona in modo da avere spazio per provare qualcosa di nuovo. Uno dei principi chiave del libro è quello di dare a voi stessi una maggiore gioia di vivere. Lo stesso dovrebbe valere per il vostro spazio di lavoro. E se questo è il caso, sbarazzatevi di ciò che non vi dà gioia. Se per qualche ragione, l’assenza di gioia è un imperativo per il vostro business, trovate un modo per renderlo un po’ più divertente e personale. Il libro di Marie Kondo afferma che non è possibile riordinare se non si ha mai imparato come farlo. Se questo è il vostro caso, cominciate da qualche parte e partite dal poco. E se questo non è il vostro caso, allora bisogna sapere che mantenere il processo di scarto come regolare attività nella vostra azienda è qualcosa che vi aiuterà a rimanere flessibile. Quando si tratta di mettere in ordine la vostra attività, fate ciò che funziona per voi - e godetevi il processo. Questo riguarda te ed è quello che vuoi per l’anno corrente ed è un processo che dovrebbe essere gustato.


Leggi
Come filtrare l’intero reparto Marketing attraverso la conversione euristica

Come filtrare l’intero reparto Marketing attraverso la conversione euristica

Strategie Email Marketing • maggio 20, 2016

Conversione Euristica - la nuova formula del marketing - di solito riguarda la vostra esperienza di marketing fatta nel guidare alla conversione. Ma se siete nel marketing, sapete che c\'è un quadro molto più grande da considerare. La tua giornata non riguarda il singolo argomento di conversione. La tua giornata riguarda la tua disputa con l’ufficio marketing. Quindi la domanda è come si può applicare il genio della conversione euristica all’intero reparto marketing? Contrariamente a quanto abbiamo detto finora riguardo la conversione euristica, quando si tratta del vostro reparto marketing, non avete necessità di guardare l’intera formula, ma le parti della formula, con \"a\" e \"f\" scissa dalle altre variabili per ottenere C. Quindi c\'è un po’ di algebra e un rimescolamento dei valori, ma i valori sono sempre gli stessi. Le prime figure che affrontiamo sono l’ansia e il fattore di attrito. La domanda è come si affronta nel vostro reparto? Nel caso dei consumatori, \"l\'ansia è definita come qualsiasi disagio psicologico che un utente prova mentre stanno visitando un sito web in qualsiasi fase del ciclo di acquisto. L\'ansia si traduce in nessuna azione di conversione presa. \" Il reparto può ancora essere visto come un consumatore, nel senso che i membri del team stanno consumando il back-end del vostro marchio - e che il marchio può essere definito come la gestione quotidiana del business. Ho lavorato in almeno 3 diverse agenzie di marketing e posso dire che il disagio psicologico è abbastanza un grande player disfunzionale in qualsiasi reparto marketing. Questo non vuol dire che il sentimento riflette il vostro marchio, società, valori o addirittura la capacità. Ciò significa che se il vostro team di marketing sta soffrendo psicologicamente - attraverso lo stress, l\'incertezza, disinformazione, ecc… Allora hai un problema di ansia. L\'ansia è ancora il sintomo di un problema più grande, cioè l\'attrito. Se il vostro reparto marketing soffre di attrito, allora si dovrà affrontare più di un semplice ansia. Altri risultati di attrito in questo reparto integrante includono la riduzione delle vendite, clienti insoddisfatti, e la produttività abbassata. Il dipartimento di marketing sono i mitocondri di qualsiasi attività commerciale; se soffre lo stesso farà l’intera cellula. Quindi, cosa provoca esattamente attrito in un reparto di marketing? Fortunatamente, la risposta a questa domanda è molto semplice: i processi. I processi sono una struttura necessaria anche negli ambienti più creativi, consentono la comunicazione senza soluzione di continuità tra le diverse parti. Le persone sanno cosa aspettarsi, come comportarsi, a chi rivolgersi. Un processo è una guida o un modello di comportamento che porta fuori dell’equazione la comunicazione frenetica e il lavoro incerto. Sai dove si può essere creativi nel marketing, è un lavoro che consiste nel farsi venire idee. Ma un grosso del lavoro di marketing non è quello di essere creativo - si tratta di gestire la creatività e le aspettative, ed è lì che i processi entrano in ballo. Avere un processo in corso riduce di molto l’ansia tra i membri del team dell’ufficio marketing. Non sono dissanguati da ciò che è essenzialmente inutile e irragionevole. È probabile che si dispone di un team di grande talento, ma l\'ansia nel reparto sta trattenendo potenziale. Affronta il fattore attrito e avrai  affrontato l\'ansia.


Leggi
3 Regole che dovresti eliminare

3 Regole che dovresti eliminare

Strategie Email Marketing • maggio 20, 2016

Quando ho comprato il libro di Marie Kando, l’ho letto con l\'intento di ordinare il mio spazio personale. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dall\'abbondanza di consigli dai quali avrei potuto prendere spunto per il mio spazio aziendale. Ma un\'altra cosa è ancora più degna di nota è che: alcune regole erano ottime per una applicazione aziendale e alcune regole erano l’esatto contrario. Quindi, se avete letto l’altro mio post su come applicare queste regole, qui trovate il seguito. In precedenza abbiamo parlato delle regole da seguire, esse includono il visualizzare la destinazione cioè dove si vuole finire e anche prendere confidenza con lo scarto di ciò che non funziona. Nel libro ci sono due regole che sicuramente non dovrebbero essere applicate al tuo business. La prima regola che non bisogna stare troppo a pensare in  “ visualizzare la destinazione” E ora potresti essere un po’ confuso. Come può questa regola essere inclusa qui dal momento che è stata inclusa in una regola da seguire nel post precedente? È semplice. L\'idea di una destinazione è fastidiosa per alcune persone. Alcuni di noi non possono immaginare un quadro approssimativo di dove vogliamo andare ed essere flessibili andando avanti. E poi c\'è il resto di noi. Mentre alcuni di noi sono flessibili, altri sono fermi su un percorso ed è difficile per loro trovare la flessibilità. Diciamo che stai sistemando il tuo spazio, che sia fisico o in digitale, e scopri che qualcosa non funziona più. Potresti avere un programma, una destinazione visualizzata, ma come puoi completare vecchie pratiche e pensare al tuo lavoro, ci si rende conto che potrebbe esserci una nuova idea. Potrebbe essere un nuovo modo di fare qualcosa semplicemente o può essere parte di un progetto che si desidera esplorare. Qualunque cosa sia, essere flessibili ti dà la possibilità di esplorare. Una mentalità chiusa non è sicuramente qualcosa che si desidera; si vuole una mentalità in crescita. Questo è in genere vero nel mondo degli affari e nello sviluppo personale e non è meno vero in questo scenario. Questo ci porta al secondo punto: mirare alla perfezione. Sicuramente non vuoi puntare alla perfezione. Il fatto è che, la perfezione non esiste. Quando si sta puntando alla perfezione, bisognerebbe invece cercare di puntare al controllo di qualità che definisce alcuni standard contro il business equivalente a una Gioconda. Il terzo punto che dovresti scartare è \"non cambiare il metodo per soddisfare la tua personalità.\"  Si dovrebbe assolutamente cambiare il metodo per sentirsi soddisfatti. Dopo tutto, la tua attività riguarda te. Se per te l\'anno scorso qualcosa non ha funzionato, perché perseverare? Tutto ciò che non si adattava bene all\'ultimo anno di attività deve essere eliminato per fare spazio a nuove ispirazioni, nuovi processi e nuovi modi di esplorare il business.


Leggi
Nuove integrazioni template: eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest, Eventi di Facebook

Nuove integrazioni template: eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest, Eventi di Facebook

Il Progetto Lean Servizi Benchmark Email • maggio 20, 2016

Spesso, il marketer alle prime armi fa una domanda tipo, \"dovrei essere A o B nei miei sforzi di marketing?\" Non importa quello che A o B rappresenta, la risposta non è mai entrambi/oppure ... ma tutto quanto. Tutti i nostri canali di marketing sono più forti se usati in combinazione con un altro. I nostri modelli di integrazione email Benchmark fanno questo in modo incredibilmente semplice. Siamo lieti di annunciare nuovi modelli di integrazione per eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest e per gli Eventi di Facebook eBay Dai maggiore risalto agli articoli in vendita su eBay. Attraverso la promozione di uno o più elementi con l\'opzione template eBay. Ciò significa che non si è limitati al solo pubblico di eBay, ma si può anche pubblicizzare il prodotto con i clienti affezionati, gli iscritti e altro ancora. Etsy Condividi gli articoli del negozio Etsy con i tuoi iscritti. Promuovi fino a 15 delle offerte più recenti con l\'opzione modello Etsy. Aiuta a guidare i clienti affezionati, ottieni più visualizzazione dei tuoi prodotti su Etsy e vendi di più. LinkedIn Trasforma i tuoi iscritti in seguaci LinkedIn attraverso la condivisione di aggiornamenti recenti. informazioni sulla vostra azienda e tre degli aggiornamenti più recenti sono inclusi con l\'opzione template LinkedIn. I follower di LinkedIn non saranno sempre tuoi abbonati e viceversa e questo aiuta a limitare questa lacuna. Twitter Converti i tuoi iscritti in seguaci di Twitter attraverso la condivisione dei tweet recenti. Cinque dei più recenti tweet della tua azienda sono già inclusi con l\'opzione template Twitter. Anche se i tuoi iscritti ti seguono già su Twitter, non è detto che loro possano vedere tutti i tuoi tweet. Assicurati che siano visti con l\'aiuto di questa integrazione. Pinterest Trasforma i tuoi iscritti in seguaci Pinterest condividendo le bacheche di Pinterest. Ottieni più visualizzazioni sulle tue bacheche Pinterest ed espandi la tua portata al di là della piattaforma. Eventi di Facebook Aumenta la partecipazione ai tuoi Eventi Facebook promuovendoli con l\'email marketing. Fai pubblicità a uno o più eventi di Facebook con l\'opzione modello Eventi di Facebook. Inoltre, ottieni il vantaggio di rapporti in tempo reale di Benchmark Email. In questo modo sarete in grado di migliorare l\'interesse nei tuoi eventi.


Leggi
Come applicare la conversione euristica al Content Marketing

Come applicare la conversione euristica al Content Marketing

Strategie Email Marketing • maggio 17, 2016

All\'inizio di questo mese, abbiamo introdotto una nuova formula di marketing durante il MarketingSherpa Summit 2016. Si chiama conversione euristica, e prende la sua definizione dall’obiettivo finale: la conversione. C = 4m + 3V + 2 (se) - 2a Il modo migliore per capire la formula non è dall’inizio tramite la lettera \"C\" che sta per conversione - ma esattamente dall\'estremità opposta; 2a dove la formula inizia con \"a\" che sta per ansia. Quindi, che cosa significa esattamente l\'ansia? Quando si tratta di email marketing, non si può vendere prodotti con una email; si può vendere solo clic. Così, quando un consumatore sarà davanti alla vostra campagna email questa dovrà avere un senso. Tutti gli sforzi devono convergere verso il punto di conversione. Nell\'email marketing la grande \"C\" appare leggermente diversa da quello che fa, per esempio, sulla tua pagina web. Quando il lettore è nella email e vede il vostro messaggio, l\'obiettivo non è quello di convincerli a comprare il prodotto. L\'acquisto del prodotto significherebbe che sono già sul tuo sito web, hanno messo gli articoli nel carrello e sono in procinto di acquistare, o sono pronti a prendere il telefono o contattarti via email. Sul tuo sito web, la conversione è quasi il punto finale di contatto prima che il consumatore divenga un cliente e investa nel tuo marchio. In una campagna di email marketing, non si sta vendendo l\'ultimo punto della conversazione. In una email della campagna di marketing, stai vendendo quel clic alla pagina di destinazione. Quella pagina di destinazione può essere il vostro sito web, può essere un ulteriore pagina del tuo funnel per farli convertire. Qualunque cosa sia, stai vendendo il clic. La prossima domanda è, come può apparire l\'ansia in una campagna di email marketing? In un ambiente di email marketing, l\'ansia si presenta sotto forma di un clic. Il termine \"euristica\" in \"conversione euristica\" è definito come permettere ad una persona di scoprire o imparare qualcosa per se stessa, che la guida attraverso un processo per raggiungere lo scopo. In quella vena di pensiero, ogni simbolo nell\'equazione guida gli addetti al marketing a prendere in considerazione tutti gli elementi del processo decisionale prima che la conversione venga assicurata. Non avere questo significa che il lettore sta raggiungendo (o ha raggiunto) un punto di ansia - in altre parole, l\'incertezza. L\'ansia può essere mossa da un certo numero di fattori. I punti più comuni di ansia in una campagna di email marketing sono da attribuirsi al contenuto. Le persone pensano al design o alla marca, ma non al suo contenuto. Prima di tutto non dovrebbe essere necessario chiamare in causa Sherlock Holmes per capire quello che stai dicendo. Il contenuto deve essere chiaro e conciso, rispondere alle domande di cosa, perché, e chi. E mentre alcune aziende rispondono a questa domanda, perdono ogni immaginazione. L\'email marketing non è diverso rispetto a qualsiasi altro tipo di marketing quando si tratta della distribuzione - il che significa che la gente vuole ancora essere corteggiata. Dovreste disporre le informazioni su un piatto e porgere quella poltiglia al vostro lettore, o attraverso un tono che evochi pigrizia o panico. Non è affascinante, ma entrambi fanno scatenare ansia. Mantenere il vostro messaggio conciso e carino e lasciate che il modello, la grafica e il design complessivo racconti a qualcuno il \"chi\". Tutto quello di cui ti devi preoccupare è cosa e perché. Se il contenuto è più lungo della solita email, dai alla persona la possibilità di cliccare un link diretto in modo da poter visitare la pagina o salvarlo per leggere il futuro. Offri una lista di elenchi puntati in cima o una sintesi che definisca i punti chiave nel contenuto. L\'idea è che solo perché si ha l\'attenzione del lettore, non significa che non gli debba la cortesia di trattarlo come un ospite nel tuo spazio digitale. Valuta la loro presenza e il loro tempo per ridurre tutti gli attriti nella loro esperienza con il tuo marchio.


Leggi
 
1 8 9 10 11