Storia di una newsletter di successo

Strategie Email Marketing - Tempo di lettura: 2 Minuti

Storia di una newsletter di successo

Leggi

Ultime Pubblicazioni

3 Regole che dovresti eliminare

3 Regole che dovresti eliminare

Strategie Email Marketing • maggio 20, 2016

Quando ho comprato il libro di Marie Kando, l’ho letto con l\'intento di ordinare il mio spazio personale. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dall\'abbondanza di consigli dai quali avrei potuto prendere spunto per il mio spazio aziendale. Ma un\'altra cosa è ancora più degna di nota è che: alcune regole erano ottime per una applicazione aziendale e alcune regole erano l’esatto contrario. Quindi, se avete letto l’altro mio post su come applicare queste regole, qui trovate il seguito. In precedenza abbiamo parlato delle regole da seguire, esse includono il visualizzare la destinazione cioè dove si vuole finire e anche prendere confidenza con lo scarto di ciò che non funziona. Nel libro ci sono due regole che sicuramente non dovrebbero essere applicate al tuo business. La prima regola che non bisogna stare troppo a pensare in  “ visualizzare la destinazione” E ora potresti essere un po’ confuso. Come può questa regola essere inclusa qui dal momento che è stata inclusa in una regola da seguire nel post precedente? È semplice. L\'idea di una destinazione è fastidiosa per alcune persone. Alcuni di noi non possono immaginare un quadro approssimativo di dove vogliamo andare ed essere flessibili andando avanti. E poi c\'è il resto di noi. Mentre alcuni di noi sono flessibili, altri sono fermi su un percorso ed è difficile per loro trovare la flessibilità. Diciamo che stai sistemando il tuo spazio, che sia fisico o in digitale, e scopri che qualcosa non funziona più. Potresti avere un programma, una destinazione visualizzata, ma come puoi completare vecchie pratiche e pensare al tuo lavoro, ci si rende conto che potrebbe esserci una nuova idea. Potrebbe essere un nuovo modo di fare qualcosa semplicemente o può essere parte di un progetto che si desidera esplorare. Qualunque cosa sia, essere flessibili ti dà la possibilità di esplorare. Una mentalità chiusa non è sicuramente qualcosa che si desidera; si vuole una mentalità in crescita. Questo è in genere vero nel mondo degli affari e nello sviluppo personale e non è meno vero in questo scenario. Questo ci porta al secondo punto: mirare alla perfezione. Sicuramente non vuoi puntare alla perfezione. Il fatto è che, la perfezione non esiste. Quando si sta puntando alla perfezione, bisognerebbe invece cercare di puntare al controllo di qualità che definisce alcuni standard contro il business equivalente a una Gioconda. Il terzo punto che dovresti scartare è \"non cambiare il metodo per soddisfare la tua personalità.\"  Si dovrebbe assolutamente cambiare il metodo per sentirsi soddisfatti. Dopo tutto, la tua attività riguarda te. Se per te l\'anno scorso qualcosa non ha funzionato, perché perseverare? Tutto ciò che non si adattava bene all\'ultimo anno di attività deve essere eliminato per fare spazio a nuove ispirazioni, nuovi processi e nuovi modi di esplorare il business.


Leggi
Nuove integrazioni template: eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest, Eventi di Facebook

Nuove integrazioni template: eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest, Eventi di Facebook

Il Progetto Lean Servizi Benchmark Email • maggio 20, 2016

Spesso, il marketer alle prime armi fa una domanda tipo, \"dovrei essere A o B nei miei sforzi di marketing?\" Non importa quello che A o B rappresenta, la risposta non è mai entrambi/oppure ... ma tutto quanto. Tutti i nostri canali di marketing sono più forti se usati in combinazione con un altro. I nostri modelli di integrazione email Benchmark fanno questo in modo incredibilmente semplice. Siamo lieti di annunciare nuovi modelli di integrazione per eBay, Etsy, LinkedIn, Twitter, Pinterest e per gli Eventi di Facebook eBay Dai maggiore risalto agli articoli in vendita su eBay. Attraverso la promozione di uno o più elementi con l\'opzione template eBay. Ciò significa che non si è limitati al solo pubblico di eBay, ma si può anche pubblicizzare il prodotto con i clienti affezionati, gli iscritti e altro ancora. Etsy Condividi gli articoli del negozio Etsy con i tuoi iscritti. Promuovi fino a 15 delle offerte più recenti con l\'opzione modello Etsy. Aiuta a guidare i clienti affezionati, ottieni più visualizzazione dei tuoi prodotti su Etsy e vendi di più. LinkedIn Trasforma i tuoi iscritti in seguaci LinkedIn attraverso la condivisione di aggiornamenti recenti. informazioni sulla vostra azienda e tre degli aggiornamenti più recenti sono inclusi con l\'opzione template LinkedIn. I follower di LinkedIn non saranno sempre tuoi abbonati e viceversa e questo aiuta a limitare questa lacuna. Twitter Converti i tuoi iscritti in seguaci di Twitter attraverso la condivisione dei tweet recenti. Cinque dei più recenti tweet della tua azienda sono già inclusi con l\'opzione template Twitter. Anche se i tuoi iscritti ti seguono già su Twitter, non è detto che loro possano vedere tutti i tuoi tweet. Assicurati che siano visti con l\'aiuto di questa integrazione. Pinterest Trasforma i tuoi iscritti in seguaci Pinterest condividendo le bacheche di Pinterest. Ottieni più visualizzazioni sulle tue bacheche Pinterest ed espandi la tua portata al di là della piattaforma. Eventi di Facebook Aumenta la partecipazione ai tuoi Eventi Facebook promuovendoli con l\'email marketing. Fai pubblicità a uno o più eventi di Facebook con l\'opzione modello Eventi di Facebook. Inoltre, ottieni il vantaggio di rapporti in tempo reale di Benchmark Email. In questo modo sarete in grado di migliorare l\'interesse nei tuoi eventi.


Leggi
Come applicare la conversione euristica al Content Marketing

Come applicare la conversione euristica al Content Marketing

Strategie Email Marketing • maggio 17, 2016

All\'inizio di questo mese, abbiamo introdotto una nuova formula di marketing durante il MarketingSherpa Summit 2016. Si chiama conversione euristica, e prende la sua definizione dall’obiettivo finale: la conversione. C = 4m + 3V + 2 (se) - 2a Il modo migliore per capire la formula non è dall’inizio tramite la lettera \"C\" che sta per conversione - ma esattamente dall\'estremità opposta; 2a dove la formula inizia con \"a\" che sta per ansia. Quindi, che cosa significa esattamente l\'ansia? Quando si tratta di email marketing, non si può vendere prodotti con una email; si può vendere solo clic. Così, quando un consumatore sarà davanti alla vostra campagna email questa dovrà avere un senso. Tutti gli sforzi devono convergere verso il punto di conversione. Nell\'email marketing la grande \"C\" appare leggermente diversa da quello che fa, per esempio, sulla tua pagina web. Quando il lettore è nella email e vede il vostro messaggio, l\'obiettivo non è quello di convincerli a comprare il prodotto. L\'acquisto del prodotto significherebbe che sono già sul tuo sito web, hanno messo gli articoli nel carrello e sono in procinto di acquistare, o sono pronti a prendere il telefono o contattarti via email. Sul tuo sito web, la conversione è quasi il punto finale di contatto prima che il consumatore divenga un cliente e investa nel tuo marchio. In una campagna di email marketing, non si sta vendendo l\'ultimo punto della conversazione. In una email della campagna di marketing, stai vendendo quel clic alla pagina di destinazione. Quella pagina di destinazione può essere il vostro sito web, può essere un ulteriore pagina del tuo funnel per farli convertire. Qualunque cosa sia, stai vendendo il clic. La prossima domanda è, come può apparire l\'ansia in una campagna di email marketing? In un ambiente di email marketing, l\'ansia si presenta sotto forma di un clic. Il termine \"euristica\" in \"conversione euristica\" è definito come permettere ad una persona di scoprire o imparare qualcosa per se stessa, che la guida attraverso un processo per raggiungere lo scopo. In quella vena di pensiero, ogni simbolo nell\'equazione guida gli addetti al marketing a prendere in considerazione tutti gli elementi del processo decisionale prima che la conversione venga assicurata. Non avere questo significa che il lettore sta raggiungendo (o ha raggiunto) un punto di ansia - in altre parole, l\'incertezza. L\'ansia può essere mossa da un certo numero di fattori. I punti più comuni di ansia in una campagna di email marketing sono da attribuirsi al contenuto. Le persone pensano al design o alla marca, ma non al suo contenuto. Prima di tutto non dovrebbe essere necessario chiamare in causa Sherlock Holmes per capire quello che stai dicendo. Il contenuto deve essere chiaro e conciso, rispondere alle domande di cosa, perché, e chi. E mentre alcune aziende rispondono a questa domanda, perdono ogni immaginazione. L\'email marketing non è diverso rispetto a qualsiasi altro tipo di marketing quando si tratta della distribuzione - il che significa che la gente vuole ancora essere corteggiata. Dovreste disporre le informazioni su un piatto e porgere quella poltiglia al vostro lettore, o attraverso un tono che evochi pigrizia o panico. Non è affascinante, ma entrambi fanno scatenare ansia. Mantenere il vostro messaggio conciso e carino e lasciate che il modello, la grafica e il design complessivo racconti a qualcuno il \"chi\". Tutto quello di cui ti devi preoccupare è cosa e perché. Se il contenuto è più lungo della solita email, dai alla persona la possibilità di cliccare un link diretto in modo da poter visitare la pagina o salvarlo per leggere il futuro. Offri una lista di elenchi puntati in cima o una sintesi che definisca i punti chiave nel contenuto. L\'idea è che solo perché si ha l\'attenzione del lettore, non significa che non gli debba la cortesia di trattarlo come un ospite nel tuo spazio digitale. Valuta la loro presenza e il loro tempo per ridurre tutti gli attriti nella loro esperienza con il tuo marchio.


Leggi
 
1 8 9 10 11