Tag: Automations

Cos’è l’email marketing e come ne parleremo nel 2018

Cos’è l’email marketing e come ne parleremo nel 2018

Strategie Email Marketing • marzo 14, 2018

A volte per riuscire a fare un passo in avanti è necessario farne due indietro, vero? Per questo abbiamo deciso di iniziare una nuova linea di comunicazione che tra poco ti spiegherò nel dettaglio. Ma prima di cominciare, vediamo di rispondere ad una semplicissima domanda: cos\'è l\'email Marketing? L\'Email Marketing è lo strumento pubblicitario più\' potente disponibile su Internet, attraverso il quale è possibile entrare e mantenere il contatto con i tuoi potenziali clienti, amici, estimatori, colleghi etc.. Ogni giorno nel web si muovono miliardi di email proprio perchè è uno strumento immediato, potente, facile e automatico. Tuttavia, a differenza di quanto si crede, l\'email marketing ha requisiti tecnici precisi e Leggi da rispettare, e per questo può\' essere svolto solo attraverso sistemi specifici: A cosa serve? Le possibili applicazioni sono moltissime e risulta difficile riassumerle in un breve elenco. A puro titolo di esempio: - Fornisce informazioni dettagliate per ogni tuo prodotto o servizio, sia in prevendita che post-vendita. - Manda gli auguri di Buon Natale ai Tuoi clienti, programmandoli ANNI prima e...senza dimenticarselo ;-) - Invia un mini corso gratuito, spedendo una volta ogni x giorni: indispensabile per chi fa Internet Marketing e Business online! - Spedisce Offerte Speciali, ad esempio regalando un buono sconto sui prossimi acquisti - Invia le Tue Newsletter alle Tue Mailing List con 1 click del mouse ….e così via !!! E tutto questo viene eseguito automaticamente, indipendentemente dal numero di persone che devi contattare/gestire: avere 100 o 1.000 clienti non fa differenza! Non devi neanche tenere acceso il computer, perché il sistema lavora per te 365 giorni all’anno, 7 giorni su 7, 24 ore al giorno !! Benchmark Email è uno dei più potenti sistemi al mondo che permette di fare tutto questo e molto di più in modo facile e intuitivo grazie ad una piattaforma usabile e snella e che puoi provare da subito gratuitamente aprendo un piano a costo zero sul sito italiano Ma Benchmark Email vuole fare molto di più: essere vicina ai propri utenti, aiutandoli a migliorare le proprie conoscenze nel campo dell\'email marketing così che si possano creare delle newsletter di successo e ottenere i migliori risultati possibili dall\'utilizzo di questo potentissimo strumento. Come recitava un vecchio spot televisivo: \"La potenza è nulla senza controllo\", e questo ovviamente vale anche per l\'email marketing. Essendo uno strumento incredibilmente potente ed efficace, al pari di una potentissima macchina da corsa, se usato nel modo errato potrebbe produrre spiacevoli conseguenze. Allo stesso modo non è sufficiente avere un\'auto potentissima per diventare piloti da corsa, quindi anche nell\'email marketing è necessario avere le informazioni giuste e il minimo di competenza necessaria per poter capire come questi sistemi possono aiutare il nostro business e comportarsi di conseguenza. Lo staff di Benchmark Email Italia vuole proprio fare questo attraverso una campagna di comunicazione totalmente rinnovata che parte nel 2018, e volta essenzialmente a educare, informare e soprattutto aiutare tutti i propri utenti e clienti ad un utilizzo consapevole, sicuro e possibilmente estremamente profittevole dell\'email marketing mediante l\'utilizzo della nostra eccezionale piattaforma. Per questo motivo abbiamo amplificato le nostre modalità di comunicazione come segue: Blog https://blog.benchmarkemail.com/it/ Appuntamento fisso ogni mercoledì con un nuovo post che fornirà sempre informazioni utili e pratiche a tutti coloro che vogliono fare del marketing nel modo corretto. Gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/bmeitalia/ Il gruppo sarà il nostro personale \"punto d\'incontro\", dove potremo scambiarci informazioni, opinioni, suggerimenti, feedback, ma anche e soprattutto riuscire a mettere in relazione le molteplici esperienze che scaturiranno dall\'utilizzo della piattaforma da parte di tutti i nostri utenti. Pagina Facebook https://www.facebook.com/BenchmarkEmailItalia/ Gli aggiornamenti della piattaforma, i link agli articoli ed eventuali promozioni saranno inseriti nella pagina ufficiale. Newsletter Siamo una piattaforma di email marketing, e quindi non possiamo non avere la nostra newsletter! Useremo le email per mantenerti informato su tutto quello che facciamo durante il mese, inviandoti una email di riepilogo su tutto quello che abbiamo fatto nei 30 giorni precedenti e aiutarti così a non perderti informazioni che potrebbero essere importanti. Trovi il modulo su https://www.benchmarkemail.com/it/ (in fondo alla pagina)


Leggi
2 modi per usare Automazioni Pro

2 modi per usare Automazioni Pro

Tecniche Email Marketing • febbraio 21, 2018

Automazioni Pro è qui! Per metterla in modo semplice è la chiara soluzione per creare un rapporto col cliente di qualità e aperto. Con il lancio di Automazioni Pro, abbiamo creato una serie di template che dimostrano le strategie pratiche che ogni marketer può eseguire con Automazioni Pro. In questo post ci concentreremo su tre e vi forniremo alcuni esempi di vita reale su cosa può essere raggiunto con il nostro nuovo potente strumento di automazioni. Acquisisci Lead Questo template è creato per aiutarti a trasformare i visitatori del tuo sito in iscritti. Secondo la Data & Marketing Association, il 66% dei consumatori online hanno fatto un acquisto a seguito di una campagna pubblicitaria via mail. Con questi dati alla mano, non c’è alcun motivo per non creare delle vendite automatiche basate sui visitatori del sito. Praticamente, sono già una buona pista perché sono persone che hanno mostrato interesse nei tuoi beni o servizi visitando il tuo sito e anche la pagina di uno specifico prodotto o servizio. Allora, come si può mettere in azione? Mettiamo che sei un brand che sta lanciando un nuovo prodotto. Stai effettuando varie campagne di marketing che indirizzano potenziali clienti sulla pagina di quel prodotto. Il primo passo è creare un modulo di registrazione popup da mettere su quella pagina. Vi suggeriamo di aggiungere un incentivo all’iscrizione, come ad esempio uno sconto del 10% o qualcos’altro che incoraggerebbe qualcuno a comprare. Altri incentivi possono includere un esclusivo PDF, webinar o ogni altra risorsa educativa che potrebbe essere di valore per i tuoi iscritti. Assicurati di assegnare il tuo modulo popup ad una nuova lista per l’abbordaggio. Successivamente, installa il codice di tracciabilità sulla pagina desiderata o la pagina di arrivo. E’ così che Automazioni Pro saprà se un individuo ha visitato il tuo sito o pagina. Ora è il momento di costruire il tuo percorso per acquisire leads. Per prima cosa, impostate su Aggiungi alla Lista nel Punto di entrata così che combaci con la vostra lista acquisisci lead, che è legata al modulo di registrazione popup che avete creato. Mentre la gente visita la vostra pagina, il modulo popup verrà spinto dall’offerta del 10% di sconto. Una volta iscritti, saranno aggiunti automaticamente alla lista che hai selezionato e il percorso inizia. Successivamente, creerai una Mail di Benvenuto per il nodo Manda Mail. Mentre gli Iscritti sono aggiunti alla tua lista di lead, la parte successiva del percorso è attivata e la Mail di Benvenuto è inviata. Questa dovrebbe includere il codice promozionale per il loro 10% di sconto (dovrai inserire il codice promozionale di tua scelta nella tua piattaforma eCommerce). Conversione Ora che avete creato una soluzione pratica per abbordare nuovi iscritti, è tempo di trasformare questi nuovi opt-in in consumatori. Se stiamo continuando l’esempio di sopra, l’obiettivo è adesso indurre i nuovi iscritti a utilizzare il loro incentivo del 10% di sconto che hai offerto prima. Per fare ciò, manderai una serie di mail che evidenziano i benefici del prodotto o servizio e ricordano agli iscritti del loro sconto. In questo esempio, mostreremo come creare un ciclo di 7 giorni mirato a convertire i tuoi leads. Questi sono i passi da compiere prima di iniziare il tuo percorso di conversione: Crea una “Lista di Clienti”. Questa è la lista in cui i tuoi iscritti verranno trasferiti automaticamente se completano l’acquisto sul tuo sito. Programma la tua campagna di engagement. Pensa al percorso che vuoi far provare ai tuoi leads. Crea un percorso di “Conferma Acquisto”. Questo è un piccolo percorso che controllerà costantemente gli iscritti che fanno un acquisto. Una volta fatto un acquisto, questo percorso sposterà l’iscritto dalla tua “Lista di lead” alla tua “Lista Clienti”. E’ estremamente importante che il tuo codice di tracciabilità di Automazioni Pro sia inserito sulla tua pagina di Ringraziamento. Vediamo i passi da seguire per creare il tuo percorso di Conversione. Come il percorso precedente, questo inizia con l’Aggiunto alla Lista nel Punto di entrata per la tua lista di abbordaggio. Dato che hai mandato la Mail di Benvenuto immediatamente nel percorso precedente, è importante aggiungere un tempo di attesa per il prossimo nodo. In questo modo non sovraccaricherai i tuoi iscritti con troppe mail tutte in una volta. Ora, mettiti nei panni dei tuoi iscritti. Mentre l’obiettivo è ispirare conversioni, devi tenere in mente i tuoi potenziali clienti. Quindi, incitamenti multipli potrebbero non essere efficaci. Quello che probabilmente funzionerà meglio è una serie di mail che dimostrano il valore del/dei tuo/i prodotto/i o servizi/o. Queste possono includere testimonianze dei clienti. Dopotutto, secondo Kissmetrics il 55% di coloro che acquistano dicono che online le recensioni influenzano le loro decisioni di acquisto. In questo esempio, creeremo un percorso di tre email. Non dimenticare di aggiungere un tempo di attesa tra ogni mail di engagement che manderai. Altrimenti le manderai tutte insieme! Per prima cosa, dovresti mandare un promemoria dello sconto nel Giorno 3 dopo che un individuo si iscrive alla tua lista di abbordaggio. Per alcuni, basterà solo questo e saranno trasferiti alla lista dei clienti. Per quelli rimasti nella tua lista di abbordaggio, prova a mandare una campagna di coinvolgimento con un prodotto in evidenza o una testimonianza nel Giorno 6. Se ancora non hai convertito un iscritto dopo due primi tentativi, prova ad offrire la spedizione gratuita il Giorno 7. Secondo lo studio della Walker Sands Future of Retail, nove persone su dieci di quelle intervistate hanno inserito la spedizione gratuita come il migliore incentivo quando gli è stato chiesto cosa li fa acquistare di più online. L’obiettivo per questo percorso è generare vendite. E’ importante decidere una data di fine del percorso così puoi vedere cosa hai creato e dove migliorare per il prossimo percorso. Se hai un percorso senza fine, sarà difficile misurare, comparare e usare dati per migliorare i tuoi futuri percorsi.


Leggi
Introduzione ad Automazione Pro

Introduzione ad Automazione Pro

Strategie Email Marketing • dicembre 15, 2016

Diventa sempre più difficile raggiungere i nostri clienti nel inbox principale attraverso le nostre campagne di email marketing. Tutti i marketer vogliono che le loro campagne siano al di sopra di tutte le altre. E non solo questo, ogni volta forniamo maggiori informazioni per rendere questo possibile. Come diciamo sempre, l\'unico modo per eccellere in questo ambiente è quello di fornire un valore a ciascuno dei vostri subscriber. In pratica, farli sentire che capite le sue necessità e prestate attenzione a quello che chiedono Senza dubbio, attuare tutte queste idee è complicato, data la quantità di impegni che uno ha, tra i quali: vendite, marketing o supporto al cliente. Quale soluzione dovremmo trovare o applicare per dedicare più tempo ai nostri impegni giornalieri ed inoltre creare campagne email che siano di valore per i tuoi subscriber e soddisfare le loro necessità? Fortunatamente adesso abbiamo Automazioni Pro. Con Automazioni Pro, puoi creare dei percorsi automatizzati, che ti permettono di creare un follow up  per i tuoi subscriber secondo la loro interazione con le tue campagne o pagina web. Crea percorsi per i tuoi contatti per darti la possibilità di inviare email secondo le loro azioni. Le azioni possono innescare email o anche spostare i subscriber in altre liste, permettendoti così che il tuo marketing sia più efficace nel convertire subscriber in potenziali clienti e vendite in clienti fidelizzati. Costruendo con Automazioni Pro Entrata Ogni automatizzazione inizia con un\'entrata. L’entrata definisce il modo in cui i subscriber entreranno nell’automazione. Questo è il punto di partenza per raggiungere il target prefissato con l’automazione. Qui trovi alcuni esempi su come utilizzare queste entrate: Aggiungere a una lista. Un’automazione che inizia con questa entrata potrebbe iniziare con un’email di benvenuto per chi si è appena aggiunto alla tua lista. Se hai un eCommerce, potrebbe essere una campagna per convertire un nuovo leads in una vendita. Puoi creare un modulo iscrizione ed offrire uno sconto per chi si registra, per poi inviare una serie di emails e convincerli a comprare il tuo prodotto. Azioni sul sito web. Se selezioni questa entrata, è perchè desideri adattare il tuo marketing secondo l’interesse dei tuoi subscriber. Se un subscriber ha visitato la tua pagina ed è interessato ad alcuni articoli o servizi, puoi creare un follow up basato su queste informazioni. Supponiamo che ha dimostrato il suo interesse per una macchina fotografica di 20 mpx. Grazie a questa informazione puoi creare un follow up per informarlo sulle funzioni di questa macchinetta fotografica, condividere feedback di altri clienti o anche promuovere accessori. Fai click qui per avere maggiori informazioni su come configurare la tua pagina web per creare il follow up per i tuoi subscriber. Data e ora. Supponiamo che hai un evento programmato e vuoi inviare emails basate sulla data di questo evento. Questa entrata ti permette di inviare campagne basata sulla data e ora, per creare nei tuoi iscritti l’interesse per i tuoi eventi, al momento giusto. Azioni e Condizioni Nel secondo passo puoi aggiungere azioni o condizioni. Le azioni eseguono le attività mentre le condizioni ti permettono di inviare ai subscriber nelle diverse parti del percorso. Per esempio, inviare email di follow up a seconda delle aperture o spostare quel cliente in una lista differente. Questo include anche le azioni sul sito web. Qui hai alcuni esempi di Azioni: Tempo di attesa. Questa azione ti permette di configurare il ritmo del percorso. Senza di questo, tutte le nostre email verrebbero inviate tutte nello stesso tempo. Per esempio, se vuoi attivare un’email basata su apertura e click, puoi dare un po’ di tempo di attesa per evitare che la seguente email non sia inviata giusto quando hanno aperto o fatto click. In questa maniera crei un lasso di tempo che ti permette di non opprimere troppo il tuo subscriber. Puoi configurare il tempo in minuti, ore, giorni, settimane o anche mesi. Invia Email. Come indica il nome, con questa azione puoi inviare un’email. Fai in modo che ognuno conti! Aggiungi a lista.   Ti permette di muovere subscriber da una lista all’altra, in base a come hai strutturato la strategia all’interno dell’automazione. Per esempio, spostare un lead che ha comprato qualcosa e quindi non è più un lead ma un cliente. Rimuovi da lista. Continuano con l’esempio precedente, sarebbe eliminare un subscriber dalla lista leads una volta che si è convertito. Qui trovi alcuni esempi di Condizioni: É presente nella lista. Ti permette di inviare informazioni solamente a chi è presente nella lista. Se per esempio tuo è un negozio per animali, e vuoi una promozione dedicata ai proprietari di gatti e non di cani. Attività nel sito. Non tutte le visite possono essere considerate uguali. Magari chi ha visitato la pagina dei prezzi deve essere considerato come un cliente potenziale. Fargli un follow up deve essere prioritario e questa condizione te lo rende facile. Email di Engagement. Questa condizione ti permette di sapere come hanno interagito con le tue email ed in funzione di questo, fare il follow up. Supponiamo che organizzi un webinar, quindi invii una prima email a tutti per promuoverla. Quelli che si sono registrati dopo questa email non necessitano più di ricevere questi inviti. Senza dubbio, chi non ha aperto l’email o chi non ha fatto sul link di registrazione, necessità di ricevere altri promemoria. Nel caso in cui. Questa opzione ti permette di personalizzare in maniera più completa il percorso automatizzato. Determina quali fattori attiveranno la sequenza di email. Si tratta di una combinazione delle condizioni menzionate precedentemente, che ti permette di muovere i tuoi subscriber attraverso specifici passi del percorso. Per esempio, se è presente nella lista A ed ha partecipato a cinque email, si deve inciare l’email Z, altrimenti nulla. Attivando l’automazione La tua automazione sarà pronta per essere attivata una volta che hai definito il comportamente delle entrate, azioni e condizioni. Questo significa che ogni passo è stato costruito scrupolosamente per raggiungere l\'obiettivo della tua automazione. Set di template Benchmark ha creato una serie di template che ti mostrano alcune delle strategie che puoi sviluppare tramite Automazioni Pro. Seleziona il template che meglio si adatta al tuo obiettivo e completa i dettagli. Fai click in ogni entrata, azione e condizione per definire il loro comportamento. Alcuni di questi template, ti daranno idee su come attrarre subscriber o su come creare un percorso che ti permetta di convertire subscriber in clienti e farli tornare nel tuo sito web.


Leggi
Introduzione al Nostro Nuovo Strumento Automazioni

Introduzione al Nostro Nuovo Strumento Automazioni

Servizi Benchmark Email • agosto 4, 2016

Siamo lieti di presentarti il nostro ultimo strumento! Come utente Benchmark, avrai già familiarità con la nostra attuale funzione di Autorisponditore. Questo strumento ti permette di inviare una sequenza di email sulla base di 3 diversi trigger: ●     Iscrizione di un nuovo contatto ●     Ricorrenza di una data relativa ad un iscritto, come ad esempio il suo compleanno o un anniversario ●     Una data specifica relativa ad un iscritto Se non hai ancora testato questa funzione, l’utilizzo del criterio “Nuovo Iscritto” è uno dei processi automatici più funzionali ed essenziali. Invia automaticamente un flusso di email ai nuovi utenti in seguito alla loro iscrizione. L’Autorisponditore è un tipo di strumento automatico potente e determinante, che rimarrà nell’armamentario dei nostri utenti con un nuovo nome, “Automazione per Lista Contatti”. Questa funzione è, e sarà sempre gratuita. Imparare Ad Utilizzare il Nuovo Strumento Impegnandoci a fornire agli utenti più opzioni per l’automazione delle mail, abbiamo spostato gli strumenti di Autoresponder sotto la voce “Automazioni”. Esplorando la nuova sezione di automazione, noterai che la prima aggiunta si basa sull’interazione con l’email, ed è costituita da tre trigger: Il destinatario apre l’email Il destinatario clicca qualsiasi link dell’email Il destinatario clicca uno specifico link Diamo uno sguardo a come potremmo utilizzare alcuni di questi trigger per segmentare gli iscritti. Ad esempio, se possedessi un’azienda nel settore nautico, potresti impostare un’automazione per segmentare gli utenti in due gruppi: quello degli interessati alle barche a vela, e quello degli interessati alle barche a motore. Una volta suddivisi nei due gruppi, gli iscritti potranno ricevere automaticamente contenuti accurati, sulla base dei propri interessi. A tale scopo, per prima cosa invierei un’email il cui contenuto includa informazioni relative a entrambe le tipologie di barca. Ovvero cose come ad esempio: manuali d’uso, un articolo dettagliato, statistiche evinte da ricerche, o uno sconto su un prodotto. Ad ogni contenuto delle email, legherei una URL per indirizzare i miei iscritti. Sceglierei quindi il trigger “Il destinatario clicca uno specifico link” per avviare due processi automatici: uno per inviare le email agli utenti interessati alle barche a vela, e l’altro per inviarle a quelli interessati alle barche a motore. Per iniziare ad inviare contenuti su misura per ogni gruppo, andrei a selezionare l’email che ho inviato originariamente, e l’URL relativo allo specifico gruppo. La funzione provvederebbe poi ad inviare l’apposito contenuto ad ogni componente delle due liste. Qualcosa di più semplice? Ecco un altro esempio di utilizzo del trigger “Il destinatario apre l’email”. Mettiamo che io abbia una clientela di base e voglia che i miei iscritti maggiormente coinvolti comprino attraverso una promozione. Dal menu a tendina, posso selezionare una delle recenti campagne comunicate a tutti i miei iscritti. Il trigger prima selezionato, d’ora in poi invierà le email da me impostate per essere ricevute solo dagli iscritti che hanno seguito la campagna precedente. È utile notare che anche il nostro strumento di Campagne Mirate possiede la capacità di segmentare gli iscritti. La differenza sta nel fatto che vengono salvati in liste, piuttosto che aggiunti a gruppi di email automatiche. Siamo abbastanza entusiasti riguardo alle nostre nuove funzioni di automatizzazione in arrivo, e non vediamo l’ora di condividerle con te quest’anno! Fino ad allora, speriamo tu possa goderti il nostro ultimo aggiornamento, con l’intenzione di vedere come verrà utilizzato.


Leggi