Tag: email

Ecco Cosa Accade nel Cuore di un Eccellente Template per Newsletter

Ecco Cosa Accade nel Cuore di un Eccellente Template per Newsletter

Tecniche Email Marketing • giugno 30, 2017

Per molti, la porta d’uscita delle campagne di email marketing è attraverso la newsletter. È un tipo di campagna che quasi tutti capiscono e si vede nell’inbox quasi tutti i giorni.   Infatti, le newsletter stanno in cima alla lista dei tipi di campagne usate. Secondo Pardot, il 66% dei marketer invia newsletter, seguiti dai contenuti pubblicitari al 54% e la mail di benvenuto al 42%. Per il marketer che cerca di iniziare una newsletter, o migliorare quella attuale, comincia tutto dal template della newsletter. Comprendiamo che tra le campagne di email marketing, social media, PPC, ri-targhetizzazione e le molte altre strategie di marketing che hai a disposizione, potresti non avere molto tempo se desideri visualizzare tutti i template di newsletter offerti da Benchmark. Un approccio pratico per selezionare il template giusto è capire cosa stanno facendo di buono gli altri. Ecco perché ne abbiamo selezionati alcuni dei nostri preferiti per presentarli come esempi di newsletter di successo. Template che Informano Thrillist Questa è una newsletter giornaliera, che leggo tutte le mattine senza saltarne una. Con questa frequenza, so che la storia portante di Thrillist è sempre il nuovo o il miglior contenuto postato quel giorno. Qualche volta avevo letto la storia prim’ancora di alzarmi dal letto. Mi dice i nuovi migliori ristoranti che si sono aperti di recente, gli eventi in programma nella mia città e, a volte, ci sono storie pazze di bar tender, camerieri o assistenti di volo. Il template ha successo nel condividere i contenuti e informarmi su quello che si può fare per uscire la sera. Dagli un’occhiata: Template che Vendono Bullymake Mi sono imbattuto in Bullymake alla ricerca di giocattoli da masticare che il mio incrocio tra pitbull e labrador non potesse distruggere in un minuto. Mi sono subito identificato con il proprietario bullo dell’azienda. Dopo due mesi della mia iscrizione a Bullymake, avevo acquistato una pila di giocattoli indistruttibili e se ne aggiungevano altri ogni mese. Perciò, cancellai la mia iscrizione a Bullymake ma non tolsi l’iscrizione alla loro newsletter. Ecco perché il loro template gli permette di connettersi con me ad un livello emozionale per gli amanti dei cani… … e svolge ancora un buon lavoro nel mostrarmi cosa posso comprare dal loro sito al di fuori del modulo di iscrizione. Ma non è tutto, la sezione qui sotto vende addirittura il modulo di iscrizione. Templates che Coinvolgono ActionRocket La newsletter di questa settimana da ActionRocket è taggata con #emailweekly. Il template mostra lo stesso blocco in cima con una copia personalizzata che ti dà il benvenuto ogni settimana. Successivamente, ci sono sei blocchi che condividono i loro post preferiti di email di marketing delle scorse settimane. Se avessi scritto questo post un po’ di tempo fa, vi avrei mostrato anche questo template e lo avrei introdotto nella categoria dei Template che Informano: Tuttavia, i geni dell’email marketing in ActionRocket hanno fatto una mossa che coinvolge i propri iscritti. Stanno facendo un re-design in tempo reale e continuo delle loro newsletter #emailweekly. È da notare che una lunga storia di email settimanali di qualità gli hanno fatto guadagnare il diritto di provare le cose con i propri iscritti. A causa di ciò, aspetto desiderosamente ogni nuova newsletter #emailweekly per vedere gli ultimi progressi del re-design. Iscriviti per capire come puoi lavorare verso un template per newsletter per #emailweekly. Cosa abbiamo imparato? Un buon template per newsletter ha un contenuto che coinvolge oltre il testo. L’immagine dell’eroe, storia o il caldo benvenuto accogliente ti porta all’interno della newsletter sin dall’inizio. Fa anche un buon lavoro nel condividere contenuti aggiuntivi che aiutano a supportare gli scopi della newsletter. Per scegliere il miglior template per newsletter per la tua attività richiede la risposta alle seguenti domande: Il template sostiene gli obiettivi della newsletter? Il template può essere personalizzato per supportare il tuo marchio? Il layout si adatta al tuo sito o, almeno da un’impressione simile? Sei pronto a mettere in pratica quello che hai imparato? Accedi o crea un account per scegliere o disegnare il template della tua newsletter! Recensioni Ci piacerebbe ricevere alcuni consigli su come scegli il tuo template. È ancora meglio se condividi i tuoi esempio nei commenti qui sotto!


Leggi
La Nostra Esperienza al Web Marketing Festival

La Nostra Esperienza al Web Marketing Festival

Tecniche Email Marketing • luglio 27, 2016

Questo mese Benchmark Email ha partecipato al Web Marketing Festival e voglio raccontarvi cosa ha significato per noi, dal mio punto di vista. L’aria che si respirava al Palacongressi di Rimini era differente rispetto a tutti gli altri eventi e fiere, dove in genere si vedono flotte di persone passare tra le viuzze degli stand cercando di capire a cosa sono interessati, con lo sguardo un po’ interrogatorio sui servizi che offre una azienda o un’altra. Al Web Marketing Festival, le persone erano tutte sorridenti, tanti giovani che si avvicinavano o che erano entrati da qualche anno nel mondo del digitale e tanti CEO entusiasti di essere lì a scoprire le novità che il Festival era lì ad offrire. Trampolieri, dj, rock band erano tutti lì ad allietare un momento di apprendimento e di ricerca di opportunità, ed è per questo che il Festival è ben riuscito. Abbinare il lavoro al divertimento è la chiave. Ciò che più mi ha fatto riflettere è come il web marketing abbia creato un settore di attività molto speciale per i giovani d’oggi. Sì, perchè nel marketing digitale c’è spazio per tutti: dai più creativi con idee su nuove strategie, nuovi design e nuovi progetti di startup, ai più amanti di numeri, statistiche e dati. Noi eravamo lì e condividevamo la gioia del nostro e del loro lavoro, dei loro successi e a volte insuccessi e siamo orgogliosi di poter dire che abbiamo conosciuto tante persone fantastiche con le quali ora siamo in contatto, anche solo per scambiare un saluto e augurarsi una buona giornata. Con altri abbiamo intrapreso dei progetti di lavoro importanti, ad altri abbiamo sgomberato la strada dagli ostacoli che avevano incontrato nell’ email marketing, alcuni clienti che sono passati a salutarci e a conoscerci di persona. E con i più audaci… ci siamo divertiti con un Photo Contest che abbiamo lanciato durante il Festival! Ecco qui gli scatti dei nostri partecipanti ed il nostro vincitore più cliccato! Conclusione? Il Web Marketing Festival s’ha da rifare!


Leggi
I migliori 10 oggetti per aumentare i tassi di apertura per le email di vendita

I migliori 10 oggetti per aumentare i tassi di apertura per le email di vendita

Tecniche Email Marketing • maggio 20, 2016

Hai investito tempo per la redazione di una perfetta email di vendita, inserendo collegamenti perfetti e costruendo la perfetta CTA (call to action) per le tue email. Il tuo tempo è stato ben speso? Tutto questo è uno spreco se nessuno si preoccupa di aprire la tua email. È qui che l\'importanza dell\'oggetto diventa l\'argomento di discussione. L\'email marketing è ancora una tra le migliori modalità di comunicazione con prospettive, contatti e clienti. Nell\'era della casella di posta in arrivo piena, prima che i potenziali clienti, contatti o clienti leggano la tua email... la devono aprire. Ecco perché l\'oggetto di una email di vendita svolge un ruolo fondamentale. Maggior numero di persone che aprono le email, maggiore probabilità ci sono per le vendite. Centinaia di miliardi di email di vendita vengono inviate ogni giorno per catturare l\'attenzione del cliente. Quanti messaggi di posta elettronica non letti ci sono nella tua inbox? 200? 500? Probabilmente 1.000 se siete abbonati a innumerevoli mailing list. Le persone oggi ricevono molte email al giorno e la maggior parte di loro vengono aperte. Le persone sono inondate con più informazioni rispetto al passato e hanno meno tempo per assorbire tutto. La maggior parte dei messaggi di posta elettronica sono semplicemente ignorati ... a meno che non abbiano un oggetto che attiri. Secondo uno studio sulle statistiche di posta elettronica, l\'aperura delle email per il 35% dei destinatari è basata sull\'oggetto e il 69% dei destinatari segnala un messaggio come spam basandosi sull\'oggetto dell\'email. Non c\'è un tema specifico per l\'oggetto perfetto, perché ciò che funziona per un business non potrebbe funzionare in modo efficace per un altro. Basta pensare a questo: apriresti un email che ha un oggetto come \"Aprimi\" o \"Ciao\" o \"Urgente\" o \"Registrati per vincere GRATIS iPhone 6S\" o qualcosa di simile? Tutti questi messaggi di posta elettronica vanno direttamente nella cartella di SPAM. Un oggetto non efficace avrà un risultato di 5 volte inferiore di apertura e lettura email. I migliori oggetti per le email di vendita devono essere creativi, accendere l\'interesse nei clienti. Devono avere un oggetto che ispiri curiosità che sia rilevante per loro, e allo stesso tempo che sia informativo. Stai cercando oggetti per le email di vendita interessanti e provocanti che gridano \"Aprimi Ora\"? Bene, qui di seguito trovi alcuni dei migliori oggetti che aumenteranno i tassi di apertura delle tue email. Hai bisogno del mio aiuto?\" o \"Spero questo possa servirti Le persone che oggi vendono di più sono quelle che possono aiutare i loro clienti a risolvere i problemi. Se le vostre email arrivano nella casella di posta elettronica con un oggetto tipo \"Dimmi quali sono le tue difficoltà” o \"Dimmi tutto quello che hai provato e come posso aiutarti\" o qualcosa come \"Spero questo possa servirti\" c\'è una maggiore probabilità per le email siano aperte. Prospettate l\'idea di voler essere di aiuto ai clienti.


Leggi
Usare Autorisponditori Email Per Massimizzare la Produttività

Usare Autorisponditori Email Per Massimizzare la Produttività

Strategie Email Marketing • marzo 16, 2016

Ogni giorno si stimano ben 108.7 miliardi di email inviate nel mondo. Circa 40 ore perdiamo ogni anno per gestire il sovraccarico delle email, questo è infatti uno dei più grandi ostacoli che riscontriamo anche sul posto di lavoro, quotidianamente. Vediamo come risolvere questo problema e migliorare la nostra produttività lavorativa. I 3 Sbagli Che Stai Commettendo Non c\'è assolutamente alcun motivo perchè tu debba controllare ogni email ricevuta nella tua casella di posta.Eppure molti dipendenti dicono di sentirsi sotto pressione per rispondere alle email rapidamente - in particolare in quelli ambienti frenetici che si occupano di tecnologia, nuovi media e start-up. Non deve essere così perchè questo provoca diversi problemi nella gestione della tua giornata. In primo luogo, se stai controllando ogni email che arriva, ti distrai da quello che hai programmato di fare e lasci quindi che qualcun altro ti detti quali sono le priorità. In secondo luogo, controllare tutto in una volta significa essere anche più propensi a lasciare una mail in sospeso. Solo perché hai controllato la posta, non significa che l\'hai gestita. In terzo luogo, stai dando ai tuoi clienti e colleghi delle aspettative molto alte e irrealistiche. Li stai abituando a dare gratificazione immediata e ad agire in stato di servitù, andando sugli attenti ogni volta che accennano a contattarti, anche per cose futili. È ridicolo. Smetti di farlo. Due Cose Da Fare se il Tuo Posto di Lavoro è Ossessionato di Email Se ti trovi in un ambiente di lavoro in cui il tempo di risposta delle email è cruciale o devi fare sempre attenzione alle email provenienti da determinati mittenti, ci sono un paio di cose che puoi fare per gestire meglio il tuo tempo. Innanzitutto imposta le finestre di notifica delle email sul tuo sul desktop o telefono. Io preferisco avere il pop-up sui miei telefoni in modo che appaiono su uno schermo pulito senza interruzioni. Personalmente ho troppo da fare sul mio monitor e quindi i pop up possono perdersi. Sarai in grado di vedere i messaggi che appaiono sul telefono ignorando facilmente ciò che non è necessario e rispondendo a ciò che è più urgente. Se tutto tende ad essere urgente e si richiede una risposta immediata, allora invia una breve risposta che consente alle persone di sapere che hai visto l\'email, e in un secondo momento potrai formulare una risposta più completa. In questo modo, hai fatto il tuo dovere e nello stesso tempo potrai continuare a fare quello che stavi facendo. Tieni traccia di quello che devi fare in un secondo momento tramite un tool di gestione progetti come Wrike. Potrai segnarti un compito al giorno solo per le richieste ricevute via email e avere una lista di quelli che aspettano una tua risposta. Non farti venire l\'ansia perchè devi rispondere immediatamente a tante richieste. Non è possibile fare tutto subito. Impara invece a guardare sempre al grande quadro di gestione del progetto. Detto questo, c\'è ancora una terza opzione. Usa Autorisponditori Email per Gestire la Tua Giornata Imposta un autorisponditore da inviare durante la mattinata in cui comunichi che controllerai la posta nel primo pomeriggio.Aggiungi anche che per urgenze potranno chiamarti o contattarti in altro modo. Potrai anche spiegare che lo stai facendo per il bene della produttività e così sarai in grado di sfruttare più tempo per lavorare il più possibile. Questa soluzione rende contenti tutti: i mittenti sanno cosa sta succedendo, avrai risposto subito e non sarai distratto da messaggi fino a quando non deciderai di esserlo.


Leggi
Come Umanizzare Gli Autorisponditori Email

Come Umanizzare Gli Autorisponditori Email

Strategie Email Marketing • marzo 2, 2016

In una cultura del lavoro ossessionato dall\'autenticità e dalla cultura, come mai i nostri autorisponditori email assomigliano ancora ad un androide di un film di fantascienza del 1950? Anche le agenzie di marketing sono colpevoli di questo. Hanno personalità eccentriche, ma quando arriva il momento di comunicare via email si perde ogni senso di sé e ci si presenta come una persona aliena. Bisogna fare qualcosa per rimediare, vediamo come. In primo luogo dovrai infondere la tua personalità autentica nei messaggi. Ti domanderai, c\'è un modo di parlare via email che è sicuramente accettato ed apprezzato dai clienti? La risposta è sì. Ognuno di noi ha una personalità unica che si imbatte quotidianamente negli scambi di posta elettronica ed è questo che fa la differenza con il resto delle email che si ricevono a valanga. Quindi il primo passo è essere sè stessi. In secondo luogo, stai dicendo la verità su quello che stai effettivamente facendo? Stai partendo per una vacanza per te importante? Dillo. Forse potrai anche dare maggiori dettagli su dove stai andando in modo da far morire di invidia tutti quanti. A parte gli scherzi, questi dettagli rendono la comunicazione più umana e per i tuoi clienti sarà anche un modo per conoscerti meglio ed entrare in confidenza. Terzo, non aver paura di usare l\'umorismo. Le persone che fanno umorismo sono apprezzate in ogni luogo di lavoro. Portano leggerezza e sollievo nella monotonia di tutti i giorni. Se tu sei uno di questi, integra il tuo senso dell\'umorismo nelle tue email. Qui ci sono alcuni esempi delle classiche risposte automatiche che dicono essenzialmente una cosa: \"Sono davvero noioso.\" “Grazie per la tua email. Sono fuori ufficio e tornerò Lunedi. Durante questo periodo avrò un accesso limitato al mio indirizzo email. Per assistenza immediata puoi contattarmi sul mio cellulare.” Anche se il messaggio dà tutte le necessarie informazioni - come quando ritornerai o la disponibilità alternativa via cellulare - è però veramente noioso. Ecco alcune alternative audaci ispirate da HubSpot. “Sono attualmente fuori ad un colloquio di lavoro e ti risponderò se non riesco ad ottenere la posizione.” Dobbiamo ammetterlo, è sfacciato. Infatti non è consigliabile a meno che tutti i tuoi colleghi hanno un forte senso dell\'umorismo. “Non sono in ufficio in questo momento, ma se è importante, non esitare a twittare @meshireenqudosi con #StaiInterrompendoLaMiaVacanza Questo è perfetto, soprattutto per i colleghi che non sanno che sei in vacanza. E \'ideale anche perché se si è in vacanza è molto più probabile controllare Twitter che l\'email - e garantisce che riceverai solo i messaggi importanti. Si potrebbe essere in congedo di maternità - e in caso affermativo puoi raccontare qalcosa o comunicare il nome che darai al piccolo. Potresti essere ad un seminario - in tal caso dici come questo migliorerà il servizio ai tuoi clienti. Oppure potresti essere semplicemente impegnato temporaneamente in un\'altra cosa e l\'autoresponder ti aiuta ad essere più organizzato e produttivo.


Leggi
Email Marketing Durante le Festività

Email Marketing Durante le Festività

Strategie Email Marketing • dicembre 17, 2015

Per molte aziende, l\'invio di una campagna email relativa a una festività è un\'impresa non indifferente. Può essere difficile organizzare attività di marketing interne in prossimità delle festività quando gli affari vanno bene tutto l\'anno. Infatti se le vendite sono in crescita l\'ultima cosa che viene in mente ai dipartimenti di marketing aziendali è lavorare su campagne di email marketing. In ogni caso oltre ad essere un periodo utile a massimizzare il business è altrettanto un\'opportunità per aumentare la tua visibilità e il tuo brand. Un\'iniziativa di email marketing può aiutarti in questo, e non c\'è davvero nessun momento migliore nell\'anno che durante le vacanze, considerando che le vacanze offrono un\'opportunità in più per la variazione dei contenuti. Sia che stai creando un messaggio informativo, un riepilogo di quello fatto durante l\'anno o offrendo una risorsa o organizzando una raccolta di fondi, c\'è un\' ampia possibilità per sfruttare l\'\"holiday marketing\", seguendo alcuni consigli. Email Marketing Segmentato Questa è una regola che l\'email marketing deve sempre seguire e che la maggior parte degli addetti al lavoro non ne approfitta da subito perché richiede un po\' di lavoro in più per sviluppare contenuti di marketing segment-friendly. Ma non è così complicato. Quando si crea una campagna di marketing per le festività, non c\'è bisogno di tornare al tavolo da disegno per ogni campagna. È possibile utilizzare lo stesso modello (risparmio di tempo e costi di progettazione). L\'unica cosa da modificare è il contenuto. Considera il tuo pubblico di destinazione: quale tipo di contenuto gradirebbe ciascuno di loro? Come puoi modificare il messaggio o i prodotti che stai condividendo per soddisfare ciascuno di loro? Considera Le Date Importanti Le festività non sono solo quelle di Natale e Capodanno. Considera tutte le date speciali che rientrano in questo mese. Anche se non sei un ente di beneficenza, potrai \"guidare\" lo spirito di generosità di questo periodo parlando di attività di volontariato o di beneficienza che ti appassionano. Molte grandi aziende stanno entrando in questa ottica di solidarietà e di sostegno specialmente durante le festività. Opportunità Locali Se sei un azienda o organizzazione che si basa sul territorio, approfitta della tua comunità locale nel corso delle festività. Le vacanze sono un momento importante per le comunità. Per le imprese questo significa coltivare un rapporto e incontrare le persone faccia a faccia, aumentando quindi la fiducia e riconoscibilità del proprio brand. Quindi mettersi in gioco. Osserva quello che sta succedendo nella tua comunità a livello locale e scopri in cosa la tua attività può contribuire. Fare questo significa iniziare ben prima della stagione delle vacanze in modo da poter poi comunicare tutto nelle campagne email, segmentate ad un pubblico locale. Questionario Annuale Attendendo il nuovo anno avrai sicuramente molte riflessioni da fare su quello che è successo internamente nella tua azienda e con i tuoi clienti durante tutto l\'anno. Questo è un ottimo momento per entrare in contatto con loro e chiedere un giudizio sul tuo operato. Crea un questionario breve e semplice lasciando la possibilità di inserire commenti, suggerimenti e note aggiuntive. Se sei ancora indeciso su che tipo di campagne creare in questo periodo, prendi in considerazione quello che la tua azienda ha fatto in passato in questo periodo dell\'anno e a cui vorresti dare più risalto.


Leggi
Integrazione Benchmark Email e Freshbooks: Un Regalo di Natale Utile

Integrazione Benchmark Email e Freshbooks: Un Regalo di Natale Utile

Strategie Email Marketing • dicembre 15, 2015

Natale sta arrivando e questo è il periodo in cui negozi fisici e online lavorano di più. Lo spirito commerciale cresce di anno in anno e siamo bombardati con le vendite a destra e a sinistra. Puoi quindi immaginare la quantità enorme di soldi che circolano tra imprese e clienti. Se sei una azienda vorrai fornire la migliore esperienza di shopping ai tuoi clienti. La competizione tra le imprese per dare le migliori offerte o creare miglior buzz sui social media è forte, quindi devi fare sul serio per distinguerti dagli altri e dare agli utenti ciò che stanno cercando. Potrai quindi fare un revamping del tuo sito per il periodo delle vacanze, fare una controllata approfondita dell\'intero sito per assicurarsi che ogni link funziona correttamente, ogni banner è chiaro e nella posizione corretta, e, soprattutto, assicurarsi che il check-out sia senza intoppi. Prova a immaginare la folla di persone nei centri commerciali che accumulano i loro acquisti sul nastro trasportatore della cassae tutto ad un tratto i nastri smettono di funzionare. Ora, immagina che questo accade ai tuoi clienti quando sono pronti a fare il loro acquisto online, ma tutto ad un tratto il sito va in crash o qualcosa va storto quando si digita il numero di carta di credito. Niente è più frustrante che trovare tutti i prodotti che si desidera acquistare ma non si conclude l\'ordine a causa di qualche malfunzionamento tecnico. Quindi fai un doppio e triplo check! Inoltre ci saranno anche un sacco di entrate e transazioni da affrontare. Nonostante la natura frenetica dello shopping natalizio, non deve essere questo un motivo per ritardare l\'emissione di fatture e neanche una scusa per errori di distrazione. Ora più che mai è il momento di disporre di un sistema di contabilità efficace che renderà ogni transazione regolare e veloce.. Ecco perché Freshbooks è un must have per le festività natalizie (e per tutte le stagioni, naturalmente!). Con un sistema cloud puoi stare tranquillo che ogni dato verrà salvato; è facilmente accessibile e qualsiasi log si spesa verrà tenuto in modo organizzato. Consideralo un regalo efficace e vantaggioso per te e i tuoi clienti in questo periodo di vacanza, a maggior ragione che adesso è presente una Integrazione tra Benchmark Email e Freshbooks.


Leggi
Novità In Arrivo sulla Certificazione Safe Harbor

Novità In Arrivo sulla Certificazione Safe Harbor

Strategie Email Marketing • novembre 29, 2015

Dopo 15 anni di trasferimento costante dei dati in base ai Principi del Safe Harbor, le corti europee lo hanno di recente dichiarato illegale. Il Safe Harbor è stato uno degli approcci adottati dalle imprese degli Stati Uniti per affrontare con successo i problemi sulla sicurezza dei dati dei cittadini europei. L\'UE ha fissato una scadenza per la fine di gennaio 2016 e le autorità degli Stati Uniti stanno già pensando ad una alternativa, che a nostro avviso si compirà. Nel frattempo, vogliamo rassicurarvi che Benchmark Email si attiene rigorosamente ai principi del Safe Harbor come indicato nella nostra privacy policy. Poichè le corti europee hanno stabilito che l\'accordo Safe Harbor non è più valido, aggiorneremo di conseguenza questa pagina. Continueremo ad aderire a questi principi, quindi i tuoi dati e quelli dei tuoi clienti o destinatari sono protetti e al sicuro. Questa invalidazione non influenzerà i nostri servizi e potrai continuare ad utilizzare Benchmark Email con fiducia. Per chi è nuovo in Benchmark Email è possibile consultare le nostre condizioni e politiche dove sono spiegate tutte le misure con cui proteggiamo i dati dei nostri clienti. Per eventuali chiarimenti contattaci a support@benchmarkemail.com.


Leggi
I Vantaggi di Avere Liste Email Targetizzate

I Vantaggi di Avere Liste Email Targetizzate

Strategie Email Marketing • novembre 16, 2015

La targetizzazione delle liste email consente di concentrare le tue campagne di email marketing su specifici profili di contatti. Eppure si fa spesso confusione su quali sono gli effettivi vantaggi di questa operazione. Proviamo qui a discutere su questo problema in modo tale anche da stimolare alcune nuove idee su come creare campagne email più efficaci. Primo Passo. Impostazione Filtri Per creare buone liste email bisogna da subito fare in modo di suddividere i contatti e segmentarli in differenti categorie in base alla loro sorgente o provenienza di iscrizione e alle informazioni che l\'utente lascia durante l\'iscrizione (ad es. info su età, sesso, ecc..). Andiamo avanti. Oltre a classificare gli iscritti cerca di creare profili per ciascuno di essi sulla base dell\'interazione che ha avuto con la tua azienda o organizzazione. Puoi ulteriormente delineare il suo profilo facendo un\'analisi delle sue preferenze mostrate in passato.Quando avrai un profilo dei tuoi clienti sarai in grado di effettuare un marketing predittivo che consente di anticipare le esigenze dell\'utente in base ai pattern di acquisto. In questo modo, usando una strategia di analisi dei dati in tuo possesso sfrutterai al meglio gli strumenti di email marketing e migliorerai il tuo business e la fedeltà dei consumatori. Crea campagne sulla base degli acquisti effettuati Il tuo email marketing può essere reazionario. Piuttosto che fare sempre affidamento su email che parlano di quello che fai tu, prova a inviare messaggi in base a quello che i clienti hanno fatto in passato. Ad esempio puoi analizzare la spesa totale per cliente e creare una lista di alto-spendenti. Facciamo il caso ad es. di isolare tutti coloro che hanno speso almeno $500 nel mese scorso. Analizza chi sono questi clienti e crea una lista e una campagna targetizzata per ringraziarli offrendo un coupon da spendere su 2-3 prodotti che ritieni possano essere di loro interesse. Naturalmente potranno spendere il coupon su qualsiasi cosa, ma mostrando dei prodotti correlati aiuterà a generare più vendite. Monitora il comportamento dei clienti durante il processo di acquisto Rivedi il processo di acquisto del tuo carrello. Molti negozi online tengono traccia dei prodotti che un utente prova a comprare. E se l\'acquisto non viene completato viene inviata una campagna di email marketing per incoraggiare a completare l\'acquisto. Per fare le cose per bene potrai tenere traccia del punto esatto dove i tuoi clienti hanno abbandonato il carrello in modo da inviare loro la giusta comunicazione e cercare di portare a termine la conversione. Sfrutta gli strumenti di reporting Non basta vedere i tassi di apertura e clic. Quando inserisci collegamenti nelle campagne di email marketing, potrai vedere quali link sono stati cliccati. Avere accesso a queste informazioni ti dà un\'altra importante indicazione su quello che vogliono i lettori - e potrai quindi inviare future email in base alle loro preferenze e gusti


Leggi

Gestione Liste: Integrazione Benchmark Email e Highrise

Strategie Email Marketing • ottobre 26, 2015

  List Management: Benchmark Email Highrise Integration Un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto. Abbiamo imparato a seguire i consigli delle nostre mamme su come riporre il bucato nei cassetti appropriati; i maglioni nella parte inferiore e le calze nella parte superiore. E\' visivamente e mentalmente inquietante avere robe in disordine e sparse per la casa e basta soltanto un pizzico di pazienza per rimettere le cose al loro giusto posto. La mamma ha sempre ragione e sa anche come funziona un business, perché in un ambiente aziendale è importante che tutto sia al suo posto. Se leggi qualche libro che parla di business di successo, al 99% troverai un cenno sull\'organizzazione. Dopo tutto com\'è possibile effettuare vendite se non sai organizzare una lista di potenziali clienti e come si può implementare una campagna di social media se non sai organizzare i contenuti da pubblicare quotidianamente? In un interessante articolo, Peter Daisyme dice che “nel cuore di ogni azienda c\'è la necessità di essere produttivi e questo dipende dall\'efficienza e organizzazione di tutte le funzioni presenti all\'interno della società.” E\' indiscusso che per la produzione di un prodotto straordinario è necessario disporre di una macchina ben oliata dove ognuno fa il suo dovere. Ma cosa significa questo per le aziende di oggi, specialmente in questa era digitale? Significa che dobbiamo essere organizzati in modo digitale. Ogni progetto, informazioni di contatti, note di riunioni interne, persino il menù del pranzo aziendale è meglio gestirlo all\'interno di uno stesso sistema in cui tutti possono accedere facilmente. Ecco perchè uno strumento CRM è diventato un must to have per qualsiasi azienda. Chiunque in una società trarrà vantaggio dall\'utilizzo di esso: vendite, marketing, contabilità, project manager, customer care. Molte informazioni infatti sono spesso utilizzate da più dipartimenti e la corretta organizzazione di tali informazioni porterà anche a una più facile condivisione. In questo articolo vogliamo segnalarvi il CRM Highrise che è noto come uno dei più semplici ed affidabili software in circolazione. Highrise offre diversi plugin che rendono il prodotto scalabile ed adattabile al tuo business. Da oggi Highrise è integrabile anche nella piattaforma di Benchmark Email con cui è possibile importare direttamente liste di contatti ed effettuare campagne di email marketing efficaci con pochi clic.  


Leggi
1 2 3 4