Tag: email

Strategie per migliorare i tassi di apertura delle Email

Strategie per migliorare i tassi di apertura delle Email

Strategie Email Marketing • luglio 2, 2009

L\'email marketing si misura con percentuali. Email aperte. Link cliccati. Sondaggi risposti. E, più importante di tutti, il dato sulle email consegnate, cioè arrivate correttamente nelle caselle di posta dei destinatari. La buona notizia è che puoi usare accorgimenti che consentono di aumentare le chance di corretta consegna delle email. Non puoi avere tutto sotto il tuo controllo - ad es. i filtri anti-spam sono complicati - ma ci sono alcune semplici regole che possono aumentare le probabilità che le tue newsletter arrivano a destinazione senza essere filtrate. Ecco alcuni modi per ottenere questo. 1. Usa un nome mittente \"DA\" riconoscibile I destinatari devono saper riconoscere immediatamente chi è il mittente dell\'email, quindi usa il tuo nome o il nome della tua azienda. 2. Usa un oggetto chiaro Mai sottovalutare l\'importanza di un oggetto interessante, ben costruito ed efficace. Un buon oggetto non solo anticipa al destinatario il contenuto dell\'email, ma è in grado di far risaltare la tua email tra le centinaia di altre presenti nella posta. 3. Tieni conto del riquadro e del testo di anteprima presente in alcuni programmi di posta Considera che un destinatario potrà leggere la tua email senza necessariamente cliccarci sopra. Infatti qualcuno potrebbe dare una rapida occhiata alla tua email attraverso il riquadro di anteprima, e solo se questa attira la sua attenzione la aprirà a schermo intero per leggerla con più attenzione. Per ottimizzare l\'utilizzo del riquadro di anteprima, è necessario inserire informazioni coinvolgenti e interessanti nelle prime righe dell\'email. Ad esempio Outlook usa riquadri di anteprima, mentre in Gmail potrebbe esserci solo un breve testo di anteprima accanto all\'oggetto (maggiori info in questo articolo) 4. Crea liste di iscritti double opt-in Avere iscritti tramite procedura optin significa avere la conferma di iscrizione tramite clic su un link di verifica. Solo dopo il clic sul link di verifica l\'utente diventa un iscritto.Questa procedura riduce iscrizioni fraudolente e reclami di spam, che possono rovinare la deliverabilità delle tue campagne. 5. Usa l\'autenticazione Alcuni protocolli di autenticazione sono Yahoo DomainKeys e SPF che garantiscono ai provider di posta dei destinatari la provenienza sicura e veritiera delle email. Il loro compito è infatti scovare quei spammers che mandano email con un mittente falsificato, fingendosi di essere qualcun altro... , Con Benchmark Email l\'autenticazione delle email è attivata di default, per questo motivo il tuo indirizzo mittente deve essere sempre verificato e confermato. 6. Aggiorna le tue liste Una lista che non viene pulita da indirizzi obsoleti o bounce o cancellazioni comporta un basso tasso di aperture e potrebbe anche danneggiare la reputazione delle tue campagne. La tua reputazione può essere compromessa con l\'invio di messaggi continui a indirizzi non validi o inesistenti. L\'utilizzo di un provider di servizi email (ESP), come Benchmark Email facilita la gestione e la pulizia delle liste e salvaguarderà la tua reputazione perché ti offre strumenti efficaci per eliminare indirizzi inesistenti o non validi.


Leggi
Come Ridurre le Segnalazioni di Spam?

Come Ridurre le Segnalazioni di Spam?

Strategie Email Marketing • giugno 16, 2009

Una delle chiavi del successo dell\'e-mail marketing è quella di non ricevere o ridurre al minimo il numero di segnalazioni di spam. Le segnalazioni di spam possono danneggiare la tua reputazione con il tuo ISP o provider di hosting, e quindi rischi che i messaggi non vengano più consegnati a utenti con indirizzi di posta elettronica come Gmail, Hotmail e Yahoo. Nonostante queste conseguenze drammatiche, molte imprese che si basano sull\'e-mail marketing per fare pubblicità non sono a conoscenza dei passi da adottare per prevenire le segnalazioni di spam. I seguenti consigli ti permetteranno di ridurre le segnalazioni di spam: Processo di opt-in: Il modo migliore per assicurarti che i tuoi destinatari desiderano ricevere email da te è quello di utilizzare un processo di iscrizione con conferma o double opt-in. Richiedi agli iscritti di confermare la propria iscrizione rispondendo ad un messaggio e-mail prima di aggiungerlo alla tua lista email. Con i moduli di iscrizione di Benchmark, questo processo di conferma è automatico. Usa solo la tua Lista: Non è assolutamente consentito usare liste di terze parti o acquistate. Dovrai quindi rimuovere dalla tua lista qualsiasi indirizzo ottenuto da terze parti. Pratica una Pulizia della tua Lista: Non innamorarti della numerosità della tua lista. La quantità non significa molto; è la qualità quella che conta. Se la tua lista è vecchia è possibile che alcuni indirizzi non siano più interessati alle tue newsletter oppure controlla che non ci siano indirizzi obsoleti o indirizzi che non vengono più utilizzati. Inserisci un Link di Cancellazione: E\' fondamentale dare la possibilità agli utenti di cancellarsi dalla newsletter in modo chiaro, semplice e veloce e questo si ottiene inserendo un link di cancellazione in fondo a tutte le email che invii. In Benchmark il link di cancellazione viene inserito in modo automatico. Valuta bene cosa scrivere nell\'Oggetto: Assicurati che, specialmente all\'inizio, il nome della tua azienda sia inclusa nella riga dell\'oggetto. Potresti pensare che non è necessario, dal momento che il nome della società sarà mostrato nel campo mittente \"Da\", tuttavia, questo aiuta a trasmettere professionalità. Assicurati che l\'oggetto sia coerente con il corpo del messaggio. A nessuno piace essere ingannato il che aumenta le possibilità che il tuo indirizzo e-mail venga contrassegnato come spam. Layout familiare: Usa un template e-mail con gli stessi colori, caratti che permettano ai tuoi iscritti di riconoscere subito le tue campagne email. Infatti nel tempo i tuoi iscritti riconosceranno immediatamente la tua email e si ricorderanno di essersi iscritti volontariamente. Indirizzo mittente coerente: Utilizzare un indirizzo mittente coerente serve a due scopi. In primo luogo, utilizzando lo stesso indirizzo mittente nel corso del tempo è un altro modo per assicurarti che i tuoi iscritti riconoscono sempre le e-mail. E\' meglio usare un indirizzo che include il vostro marchio o il nome della società. Secondo, utilizzando sempre diversi indirizzi mittenti aumenta la possibilità che i filtri dei programmi email  (spam filters) bloccano le tue email. E\' sempre una buona idea quella di chiedere alla tua lista di destinatari di aggiungere il tuo indirizzo mittente nella propria rubrica di contatti. Frequenza: Le segnalazioni di spam aumentano  quando le aziende inviano troppi messaggi email sulla stessa lista di persone. Una newsletter può diventare fastidiosa quando viene inviata troppo spesso, soprattutto se si sta inviando in sostanza lo stesso messaggio più e più volte. La frequenza di invio delle mail dipende dalla vostra attività e dal tipo di informazioni che fornite agli utenti iscritti. Puoi inserire questa informazione sulla frequenza di contatto nelle condizioni di iscrizione in modo che gli iscritti siano a conoscenza di quando riceveranno le vostre mailing. Altri consigli: - non scrivere lunghi messaggi - sii “chiaro e coinciso”, e punta al tuo sito per maggiori info; - non ripetere la tua URL più volte  — una o due volte è sufficiente; - esegui un controllo dello spam sul contenuto dei tuoi messaggi prima di inviarli


Leggi
1 2 3 4