Tag: Gmail

Come spostare in Gmail le email dalla scheda Promozioni alla scheda Principale

Come spostare in Gmail le email dalla scheda Promozioni alla scheda Principale

Strategie Email Marketing • settembre 17, 2017

Lo scorso anno, nel tentativo di ottimizzare le email nella casella di posta, Gmail ha introdotto le schede. L\'obiettivo era quello di far confluire solo le email importanti nella scheda principale. Questo però ha portato problemi per chi fa email marketing in quanto spesso le email vengono recapitate nellla scheda Promozioni e i tassi di apertura sono inferiori. Se sei in questa pagina significa che il problema riguarda anche te, e vorrai sapere come far recapitare le tue email nella scheda principale. Ci sono diversi metodi che sono stati testati come cambiare il formato di intestazione, utilizzare non più di un link o non includere le immagini, ma nessuno si è rivelato funzionare. Una soluzione è quella di dire ai tuoi destinatari di farlo manualmente nei loro account Gmail. Come si fa a farlo? E\' possibile che la tua mail di indicazioni non viene neanche recapitata nella scheda principale. Quindi il modo migliore è quello di educare i tuoi clienti su come fare questo attraverso il tuo blog o attraverso l\'impegno personale. Ci sono tre modi per farlo manualmente:: Metodo Drag & Drop Questo può essere fatto trascinando le email dalla scheda Promozioni alla scheda Principale. Verrà richiesto se mantenere questa scelta anche per i futuri messaggi, clicca su Si e tutte le newsletter future verranno recapitate nella scheda principale. Metodo Click-Tasto Destro (su Mac Control + Click) La seconda opzione è fare click su tasto destro del mouse (su Mac Control + click) sull\'email che vuoi spostare e selezionare l\'opzione  Sposta nella Scheda e selezionare Principale. Apparirà un messaggio di conferma di scelta permanente. Clicca su Si. Crea un Filtro Nella casella di ricerca trova un indirizzo email e clicca sulla freccia presente in alto a destra della barra di ricerca. Clicca su Crea Filtro e potrai decidere in quali schede far recapitare queste email. Altri piccoli consigli: Invia email personalizzate con il nome del destinatario. Crea email con mix tra HTML e testo. Non includere più di un link in ciascuna email. Evita campagne RSS che danno l\'impressione di non essere inviate da una persona reale. Gli email service provider decidono solo quali email filtrare per Spam, mentre il modo più sicuro per assicurarti la consegna nella scheda Principale è quella di far effettuare l\'operazione in modo manuale. I tuoi destinatari apprezzeranno le tue istruzioni e sarà anche un modo per migliorare il tuo brand. Inoltre è importante ricordare che applicare le migliori tecniche nell\'Email Marketing ti permette di migliorare il tasso di consegna, qui trovi molte informazioni utili sull\'Email Marketing.


Leggi
Gmail ha un aggiornamento design interattivo che cambia le regole del gioco

Gmail ha un aggiornamento design interattivo che cambia le regole del gioco

Strategie Email Marketing • novembre 21, 2016

Il mese scorso, Gmail ha presentato delle nuove caratteristiche email che includono caratteri, stili e accessibilità CSS, complete con un team di supporto per aiutare ad integrare gli utenti. Può sembrare molto linguaggio tecnico, ma la cosa da capire veramente è che Gmail ha aggiornato il suo sistema email ad un sistema che è più interattivo. Fatemi spiegare - e facciamolo tornando indietro nel tempo. Quando i social media raggiunsero l’apice, la gente pensò che l’email fosse morta. Non lo era. Con le piattaforme di social media alle stelle, questo fece sì che un utente si sentisse disconnesso, combattuto fra troppe piattaforme in lotta per la sua attenzione. Dirai che Facebook e Twitter dominano ancora, insieme ad Instagram, ma guardiamo a questo, super-rapidamente. Facebook si trova di fronte ad una controversia (persino ad un’insurrezione tra le sue stesse file) per censurare sempre più contenuti e profili. Twitter ha appena attraversato una serie di hack globali solo la settimana scorsa, i quali hanno limitato l’accesso degli utenti, e Instagram è solo una bella faccia per fotografie senza possibilità di contenuto serio. Questo lascia solo le email, che riaffiorano di nuovo in superficie sia per importanza che per applicabilità. La stessa cosa sta succedendo nuovamente con le app dello smartphone. Ci sono semplicemente troppe app mobili che stanno percorrendo la stessa strada dei social media. Ce ne può essere solo una - sembra - ed è, di nuovo, l’email. Infatti, l’email attraverso il cellulare è il metodo di comunicazione preferito, anche più dei portali email sul desktop. Dave Bailey di Medium definisce le email il durevole “cavallo nero”, proprio perché di fronte a metodi di uso tecnico che cambiano, l’email domina ancora. Cioè, possiedi la tua email (il che non si può dire per piattaforme di social media o app mobili). Bailey commenta anche sulle aumentate capacità interattive delle email, sottolineando, innanzitutto, il mito. MITO: “Siccome le email non hanno alcun JavaScript, il linguaggio di programmazione dietro alla maggior parte di interazioni web, tendiamo a pensare alle email come ad un canale univoco, di “sola lettura,” che va bene per condividere inviti all’azione che riportano la gente al tuo sito web.” REALTÀ: “Quello che molta gente non capisce è che CSS3 non permette interazioni di base, come cambiare tab, senza alcun JavaScript. Mark Robbins di ReberMail descrive una tecnica chiamata “Punch Card Coding” che utilizza il solo CSS per permettere agli utenti di cliccare pulsanti che cambiano ciò che vedono sullo schermo, essenzialmente con ogni permutazione come una “tab” diversa. Se questo ti sembra ancora completamente estraneo, guarda l’esempio che Bailey ha condiviso riguardo a come i dati sullo schermo e le immagini possano cambiare in tempo reale senza che i tuoi utenti debbano cliccare un pulsante ed essere reinviati ad un’altra pagina. Se consideri che ci sono 1 miliardo di utenti Gmail a febbraio 2016—e 90.7 milioni di essi usano l’app di Gmail—stai assistendo ad un modo di vendere che cambia completamente le regole del gioco.


Leggi
Come posso usare l’Email Marketing per Promuovere i miei Webinar?

Come posso usare l’Email Marketing per Promuovere i miei Webinar?

Tecniche Email Marketing • novembre 9, 2016

Quando qualcuno si registra per uno dei tuoi webinar è importante mantenerlo coinvolto e interessato così che il giorno in questione sia qualcosa che aspetta con gioia. In altre parole, è molto importante come promuovi il tuo webinar. La gente tende ad iscriversi ad un webinar con settimane di anticipo, ma se ne dimentica quando arriva il momento. Le email di promemoria sono eccellenti, perché sono versatili e, meglio di tutto, le più vantaggiose economicamente. È cosa comune cominciare a promuovere il tuo webinar due settimane prima dell’evento. Quindi avrebbe senso mandare anche un promemoria una settimana prima, poi tre giorni prima. Ciò che abbiamo fatto qui a Benchmark è che a volte mandiamo i nostri promemoria il giorno stesso, e ciò ha mostrato un aumento del nostro tasso di partecipazione. Quel che é importante è tenere al corrente coloro che si sono registrati. Mandando loro degli aggiornamenti o anche delle informazioni su quel fichissimo invitato speciale che vi parteciperà. Qualcosa da includere in quelle email è anche il pulsante per aggiungere l’evento al loro calendario elettronico personale. Gmail di Google a volte può pescare l’evento da dentro l’email e metterlo automaticamente nel loro calendario Google.  Ma non tutti usano Google; a qualcun’altro piace usare calendari Microsoft o Mac. Aggiungere questo pulsante permette loro di impostare dei promemoria con un solo click. Altri potrebbero essere meno propensi ad aggiungerlo al proprio calendario manualmente. Ora, non abbiamo ancora finito. Dopo il webinar, è meglio ringraziare coloro che si sono registrati e fornire loro una registrazione del webinar da salvare e a cui fare riferimento. Le discussioni e interazioni che avvengono durante il webinar sono informazioni preziosissime, e dare loro un souvenir dà grande valore ai tuoi webinar futuri, sempre che tu mantenga questo standard. Ora abbiamo visto, praticamente dall’inizio alla fine, come dovrebbe essere una  promozione di email marketing per un webinar. Ricorda che se vuoi coinvolgere la tua audience, assicurati che abbia la possibilità tecnica di salvare la data, e tenerla in anticipazione dell’evento. Nessuno vuole condurre un webinar per una stanza vuota.


Leggi