Verifica Lista: Cosa, Come e Perché

Tempo di lettura: 4 Minuti Strategie Email Marketing

Può sembrare una sorpresa: ti iscrivi a un nuovo fantastico servizio di email come Benchmark, ti prepari a lanciare la tua prima campagna, carichi la tua lista email e poi… il tuo processo si ferma improvvisamente. Ti viene detto che devi verificare la tua lista contatti.

Non preoccuparti – ci pensiamo noi. Risponderemo alle tue domande e ti riporteremo in pista. La conclusione è che la verifica della lista non richiede tempo, non costa molto e può migliorare significativamente i tuoi sforzi nell’ Email Marketing. Vediamo i dettagli.

Cos’è la verifica della lista?

La verifica della lista permette di assicurarsi che le emails che metti in lista siano legate ad una casella di posta esistente. In altre parole, è assicurarsi che i messaggi che mandi arrivino da qualche parte.

Perché dovrei verificare le mie liste?

Quando si invia una email ad una lista non verificata si rischia di avere conseguenze spiacevoli. Servizi di email come Benchmark si impegnano nel verificare le tue email per proteggerti da:

Sospensione dell’Account

Gli internet service providers, monitor dello spam, e i servizi di sicurezza email creano dei limiti per le lamentele sullo spam, messaggi non inviati e disiscritti. Se mandi messaggi ad una lista vecchia o senza manutenzione, probabilmente causerai un elevato numero di tutte e tre le problematiche.

Piattaforme di email marketing come Benchmark hanno l’obbligo di rinforzare questi limiti. Se li superi, potrebbero essere costretti a sospendere il tuo account per mantenere le reputazioni e le valutazioni di invio.

Verificare una lista email è d’aiuto specialmente per ridurre il tasso di respinte e email no consegnate.

Risultati in Marketing Scadenti

Mandare una mail ad un sacco di indirizzi potrebbe sembrare produttivo, ma se questi indirizzi non sono validi, non raggiungerai il tuo obiettivo. Dopotutto, mandare email è una tattica. L’obiettivo sottostante è creare una connessione, la quale non è possibile con indirizzi invalidi.

Se troppe delle tue email tornano indietro, questo può danneggiare il tuo risultato. Ciò significa che anche gli indirizzi validi potrebbero non avere tue notizie.

In più, un alto tasso di ritorno può infangare i numeri della tua campagna, rendendo più difficile comprendere cosa sta funzionando per gli indirizzi validi sulla tua lista.

Spreco di Soldi

Dato che i servizi email come Benchmark basano il loro  prezzo sul numero di iscritti sulla lista di ogni utente, tenere indirizzi invalidi nel sistema è uno spreco ricorrente.

Come fa Benchmark a sapere che le tue email devono essere verificate?

Benchmark lavora con BriteVerify per effettuare una scansione preliminare su una porzione della tua lista.

Durante il processo di verifica BriteVerify controlla la sintassi delle emails (“se hanno un simbolo di @”), verifica il dominio dell’email (record MX), e conferma che l’indirizzo esiste sul server utilizzando integrazioni personalizzate.

Benchmark segnala all’utente se la sua lista ha una percentuale di emails ad alto rischio, facendo una verifica a campione sulla lista, in caso la percentuale sia accettabile viene approvata.

In generale, certamente, è una buona idea per tutti verificare l’intera lista email prima di importarla su un ESP. Mentre il processo preliminare di Benchmark aiuta a valutare il tuo rischio, non sottopone tutta la tua lista ad una scansione completa. Qui è dove BriteVerify può aiutarti.

Quali tipi di email sono rischiose e come dovrei gestirle?

BriteVerify classifica le email in differenti categorie, dove le email “Valide” non sono per nulla rischiose e le email “Invalide” sono quelle che dovresti ovviamente rimuovere dalla lista.

Le rimanenti categorie hanno più sfumature.

Le email “Accetto Tutto”(Accept All) sono associate a quei domini che accettano tutto ciò che arriva – all’inizio. Questi domini cattura-tutto potrebbero avere un firewall o qualche altro strumento di spam che potrebbe rimuovere o mandare indietro le tue email successivamente.

Le email “Sconosciute” sono associate a un dominio che non risponde. Questo potrebbe essere un problema temporaneo, ma crea comunque un incertezza.

Dato che le email “Accetta Tutto” e “Sconosciute” sono rischiose, è saggio procedere con cautela. Se la maggior parte della lista consiste in email Invalide, Accetta Tutto e Sconosciute, considera l’età e la fonte dei dati.

In aggiunta, BriteVerify scansiona anche per identificare altri due tipi rischiosi di email: indirizzi di ruolo e indirizzi temporanei.

Gli indirizzi role based sono generalmente creati per gestire le richieste e problemi generali di un’organizzazione. Alcuni esempi includono le email che iniziano con sales@, support@, o info@. Queste email potrebbero essere gestite da diverse persone di diversi dipartimenti. In generale, mandare email a indirizzi del genere risulta in un alto tasso di lamentele.

Gli indirizzi temporanei o usa e getta sono creati da utenti per usarli al posto dei loro indirizzi primari. Gli utenti potrebbero voler nascondere la loro identità o semplicemente sono sospettosi ad unirsi a un’altra lista email. Gli indirizzi temporanei sono validi e attivi per un po’ – anzi, gli utenti potrebbero condividerli con organizzazioni multiple. Però, è molto più probabile che vengano chiusi dopo del tempo. Data la loro natura temporanea, sono identificate come email rischiose e non dovrebbero essere incluse nella lista importata su Benchmark.

Come dovrei verificare le mie email e quanto verrà a costare?

Puoi iscriverti a BriteVerify e verificare le tue email cliccando su questo link e seguendo i seguenti passi.

Per quanto riguarda il costo, un’appropriata verifica email può farti risparmiare un po’ di soldi.

Per esempio, mantenere 100,000 iscritti su Benchmark ti costa $449.95 al mese. Se il 20% di quelle email sono invalide (una possibilità realistica), ciò significa che l’utente idealmente dovrebbe pagare soltanto per 80,000 iscritti validi al costo di $360 al mese.

Senza verifica, l’utente sta pagando il prezzo più alto. La differenza tra il mondo reale e il mondo ideale è la ricorrente perdita di $89.95 al mese o $1,079.40 all’anno.

BriteVerify chiede solo un centesimo per verificare ogni email – in questo caso, $1,000 per 100,000 indirizzi. La verifica quindi si paga da sola in meno di un anno – e non conta nemmeno i benefici di risultati di marketing migliori e senza impedimenti.

I benefici di pulire la tua lista sono diretti e misurabili. Mike Means, Manager del Reparto Vendite presso BriteVerify, afferma che “controllare continuamente la qualità delle vostre email prima di mandare sta diventando un ‘obbligo’ dato che la qualità dei dati email sta decadendo più velocemente di quanto pensiamo.”

Perché così tanti miei indirizzi sono invalidi?

Ecco qualche ragione per cui potresti avere un alto tasso di email Invalide o rischiose:

  • Decadenza della lista. Gli indirizzi email non restano necessariamente validi per sempre: le persone cambiano lavoro, si sposano, o abbandonano account. Citando la ricerca di MarketingSherpa, HubSpot nota che “i database di [e]mail marketing si deteriorano naturalmente del 22.5% ogni anno.”
  • Non hai controllato le tue email dato che provenivano da moduli sul web, permettendo errori di battitura inserendole nel sistema. In aggiunta alla pulizia della tua lista esistente, BriteVerify può bloccare errori di battitura nel momento di digitazione.
  • La lista è riempita con indirizzi di ruolo (ad esempio sales@ o marketing@) o usa e getta.

Anche i grandi venditori possono avere cattive email nella loro lista. Però sanno che eliminandole prontamente raggiungeranno migliori risultati, miglioreranno i numeri della campagna e proteggeranno le loro campagne da deragliamenti improvvisi.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.