Approfondimenti su Spamhaus e SpamCop

Tempo di lettura: 3 Minuti Strategie Email Marketing

Nei post precedenti, abbiamo discusso i tipi di trappole spam e come un marketer di email può starne alla larga. In questo articolo, parleremo dei servivi di blacklist Spamhaus e Spamcop.

Spamhaus

Spamhaus è un’organizzazione internazionale no-profit che aiuta la maggior parte dei Fornitori di Servizi Internet, ESP, corporazioni e altri venditori di sicurezza nel tracciare gli spammer e bloccare la maggior parte dello spam e dei malware che si trovano nella rete. Fornisce diverse blacklist tra cui SBL, XBL, PBL, DBL e ZEN, che possono essere usate dai fornitori dei servizi mail per proteggere dalle attività di spam.

SLB – La Block List di Spamhaus è una raccolta di indirizzi IP da cui Spamhaus raccomanda di non ricevere email. È aggiornata da un team devoto di investigatori diffusi in più di 10 nazioni.

XBL – Exploits Block List è un data base in tempo reale di indirizzi IP di PC infetti dirottati da terze parti, inclusi proxi aperti (http, socks, AnalogX, Wingate, ecc), worm/virus con congegni spammosi o altri tipi di sfruttamenti di trojan.

PLB – La Polici Block List è un database DNSBL degli intervalli di indirizzi IP degli utenti finali a cui non si dovrebbe inviare email SMTM non autenticate da alcun server di mail, eccetto quelli dotati di un ISP specifico per l’uso del cliente. Il PBL aiuta la rete a rafforzare la propria Politica di Accettabilità per gli intervalli di indirizzi IP dei clienti dinamici e non MTA.

DBL – La Domain Block List è un database di domini in tempo reale (di solito domini di siti web) trovati in messaggi di spam. Un software del server delle mail capace di fare una scansione del contenuto dei testi dei messaggi per gli URI, può usare DBL per identificare, classificare e respingere lo spam contenente domini elencati nella DBL.

ZEN – Questa è l’ultima lista di Spamhaus che combina tutte le zone di blocklist. È la più raccomandata, dal momento che integra le caratteristiche di SBL, XBL, PBL. Piuttosto, dovresti usare solo zen.spamhaus.org nella tua configurazione della blocklist di IP. Non usare mai ZEN in combinazione con altre blocklist di IP di Spamhaus dal momento che ti farà solo perdere DNS e rallenterà la coda delle mail.

SpamCop

Spamcop è il servizio premium per la segnalazione dello spam e crea le sue liste sondando il web e dalle segnalazioni degli utenti. Spamcop scopre la genesi delle email indesiderate e avverte il Fornitore dei Servizi Internet pertinente. Il suo servizio di segnalazione è gratis e puoi iniziare cliccando su questo link:

https://www.spamcop.net/anonsignup.shtml.

Cos’è la Blocking List di Spamcop

(SCBL)?

La Blocking List di Spamcop (SCBL) è uno strumento combattivo per l’eliminazione dello spam che indicizza gli indirizzi IP che hanno trasmesso email segnalate agli utenti di Spamcop. SCBL è una lista di siti veloce e automatica che invia email segnalate, con fonti multiple di segnalazione, inclusi report automatici e le sottomissioni degli utenti di Spamcop. SCBL elimina dalle liste velocemente e automaticamente anche quei siti in cui la segnalazione cessa.

Puoi leggere le regole di funzionamento di SCBL e la sua implementazione qui:

https://www.spamcop.net/fom-serve/cache/297.html.

Cosa fare se sei in una blacklist di Spamhaus o Spamcop?

Agisci prontamente:

Per sapere se sei in una lista di Spamhaus, inserisci il tuo indirizzo IP o il tuo dominio qui: https://www.spamhaus.org/lookup/. Se sei bloccato su Spamhaus, farti eliminare dalla lista deve essere la tua prima preoccupazione dal momento che andrà ad intaccare la tua affidabilità. Rivedi le tue email recenti per trovare la possibile causa che ti ha portato nella blacklist. Cerca nella tua lista delle respinte o ID di email non attivi.

Risolvi la questione:

Per essere eliminato da una lista di Spamhaus, devi sistemare il problema che ha causato il tuo ingresso nella blacklist. Il tuo supporto tecnico ti guiderà nel processo. Alcuni dei punti che dovresti controllare sono:

Rivedere il procacciamento della lista – Indaga in tutte le fonti di acquisizione della tua lista e smettila di inviare email a liste prestate o comprate. Segui tutte le componenti coinvolte per mantenere la qualità della tua lista, come la validazione degli indirizzi mail e l’implementazione di un doppio opt-in.

Rimuovi ID inattivi o respinte:

Gli utenti inattivi sono vulnerabili alle trappole per lo spam. Questi sono utenti non impegnati nelle tue campagne per cui deve essere messa in atto una politica di segmentazione per filtrare questi contatti. Il fornitore della mailbox invierà un codice utente sconosciuto un anno prima di trasformarsi in una trappola per spam. È importante che tu identifichi le respinte e che rimuova i contatti identificati sul loop di feedback.

Quando hai terminato le operazioni sopra indicate, segui il procedimento di delisting qui: https://www.spamhaus.org/lookup/. Nel completare il modulo di delisting, informali brevemente che hai sistemato la questione. Una volta rimosso da una blacklist, assicurati di monitorare parametri come il tasso di lamentela, tasso di utenti sconosciuti e che le trappole per lo spam funzionino propriamente.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.