Pubblicazioni più Recenti

La Piccola Assemblea Quotidiana

La Piccola Assemblea Quotidiana

Il Progetto Lean • giugno 6, 2017

Quando abbiamo deciso di impegnarci davvero a diventare LEAN qui in Benchmark, sapevamo che avremmo dovuto affrontare un\'altra sfida poiché il nostro team è sparso in tutto il mondo. Avremmo potuto realisticamente insegnare il concetto di Lean al nostro team di più di 140 Benchmarker che lavorano in 9 lingue e 8 fusi orari diversi? Cosa più importante, avremmo potuto creare una cultura LEAN che possa permeare il modo in cui prendiamo le decisioni e in cui lavoriamo ogni giorno? Queste erano delle domande importanti alle quali il nostro Team di Leadership doveva rispondere. Avevamo già formato la nostra Squadra Lean quindi dovevamo capire come procedere per rendere il Lean parte delle nostre vite ogni giorno. Dovevamo portare a casa il messaggio lean di un continuo miglioramento. Facevamo già delle assemblee e delle riunioni quotidiane e dei meeting di Livello 10 settimanali con i nostri vari team. Ma non facevamo un meeting regolare in modo che tutti nell\'azienda si riunissero ogni giorno. Sarebbe stato veramente possibile impegnarci a riunirci in ogni giorno lavorativo tutti insieme nei nostri uffici nel mondo? Avremmo potuto sostenere le perdite di tempo? La risposta era assolutamente sì! Infatti, non potremmo permetterci di NON riunirci, specialmente se vogliamo compiere una vera trasformazione lean. L\'abbiamo visto come un investimento nel nostro team e speriamo che loro lo vedano nella stessa maniera. Ero particolarmente preoccupato per i nostri sviluppatori. Tendono ad essere molto intelligenti, è un dato di fatto, bianchi e neri e non molto permalosi. Potrei soltanto immaginarli dire \'Perché mai stiamo perdendo tempo così? Ho del codice da scrivere!\' Abbiamo deciso di riunirci ogni giorno per 19 minuti, così abbiamo nominato il nostro meeting Lean 19. Ognuna delle altre 6 regioni ha scelto un orario da dedicare quotidianamente. Nel nostro quartier generale a Los Alamitos, abbiamo scelto le 9:41. Era un orario strano, così se ne sarebbero ricordati tutti. Abbiamo un promemoria automatico di Slack che pubblica alle 9:39 e poi \"suoniamo la campanella\" alle 9:40. La maggior parte del team è già arrivata alla sala conferenze e si siedono per le 9:41. [caption id=\"attachment_5270\" align=\"aligncenter\" width=\"768\"] La nostra campanella di Lean 19[/caption] Per i primi mesi, i nostri meeting consistevano nell\'apprendimento dei principi Lean, conversazioni sui \"Miglioramenti in 2 Secondi\" e revisione di uno dei nostri Valori Fondamentali seguita da un ispirante discorso Ted Talk. All\'inizio era un po\' difficile coinvolgere tutti e penso che alcuni nel team pensavano che fossimo pazzi. Ero particolarmente preoccupato per i nostri sviluppatori. Tendono ad essere molto intelligenti, è un dato di fatto, bianchi e neri e non molto permalosi. Potrei soltanto immaginarli dire \"Perché mai stiamo perdendo tempo così? Ho del codice da scrivere!\" Tuttavia, mi sbagliavo di grosso. Non solo sono saliti a bordo, erano entusiasti. Infatti, sembravano apprendere Lean più in fretta di chiunque altro. [caption id=\"attachment_5269\" align=\"aligncenter\" width=\"1600\"] Il nostro primo meeting Lean 19 è stato il 18 Luglio 2016. Abbiamo fatto un meeting quasi ogni giorno da allora e le cose migliorano costantemente.[/caption]


Leggi
L’Esperienza Lean: Facciamola in Bagno

L’Esperienza Lean: Facciamola in Bagno

Il Progetto Lean • maggio 23, 2017

Quando ho introdotto Lean al team di Benchmark non ero molto a mio agio per un commento di Paul Akers, autore di 2 Second Lean, affermando che \"inizia tutto dal bagno.\" Sostiene che non c\'è posto migliore del bagno per iniziare a creare e mantenere una cultura di miglioramento continuo. Tutti lo usano, quindi è il posto perfetto per applicare le 3 S: spazzare, sistemare e standardizzare. Spazzare - un ambiente pulito migliora l\'umore e rende effettivamente più facile individuare il deterioramento o il cattivo funzionamento del materiale Sistemare - ordinare tutto e rimuovere ciò che non è necessario per il lavoro e sbarazzarsi di tutti gli ingombri e della sporcizia Standardizzare - questo riguarda la costruzione del consenso sul posto di lavoro per delle usanze migliori così che tutti capiscano cosa aspettarsi e cosa ci si aspetta da loro Non ero sicuro di come il team avrebbe reagito se avessi chiesto loro di pulire il bagno. Abbiamo un servizio di pulizie grandioso e non volevo certamente togliere loro il lavoro. Il vero obiettivo era di far cominciare a pensare a tutti in modo AGILE. Quindi ho esposto apprensivamente queste idee con le 3 S al mio team nel nostro meeting Daily Lean 19 e sono rimasto sorpreso dalla loro reazione positiva. Erano tutti a bordo! Il mio consiglio per chi vuole creare una cultura Lean è di iniziare dal bagno e procedere lentamente altrove da lì. Andate, fatelo in bagno! – Paul Akers Abbiamo deciso di dividere i nostri quartieri generali di tutto il mondo in sette regioni principali: bagni per uomini e donne, cucina, atrio, sala conferenze principale e secondaria. Abbiamo fatto una giornata delle 3 S in cui a tutti veniva assegnata una delle aree e siamo andati in città a rendere tutto pulitissimo. È stato proprio divertente. Abbiamo creato una tabella Etichetta Rossa per la roba che era in giro da molto tempo. Abbiamo invitato le persone ad inserire qualsiasi cosa in tabella. Tutto ciò che rimaneva veniva donato, riciclato o gettato via. Ci siamo liberati di tonnellate di spazzatura che stava rallentando la nostra produttività. [caption id=\"attachment_5064\" align=\"aligncenter\" width=\"768\"] Proprio come consigliato da Paul, siamo andati in ogni area - inclusi i bagni - e abbiamo applicato la regola delle 3 S.[/caption] Tutti - incluso il nostro CEO, Curt Keller,  si occupano a turno di un\'area diversa durante la settimana. Annunciamo le assegnazioni settimanalmente nel nostro meeting Daily Lean 19 e in Slack. C\'è una rotazione grazie alle nostre procedure visive standardizzate, queste sanno esattamente cose bisogna fare. [caption id=\"attachment_5070\" align=\"aligncenter\" width=\"768\"] Ora i nostri bagni non hanno mai una macchia ... e il nostro servizio di pulizie ci adora perché abbiamo reso più semplice il loro lavoro![/caption] Realizzare una cultura Lean richiede la standardizzazione e la semplificazione di ogni cosa. Iniziando dal bagno, abbracciate uno dei principi più importanti di Lean ossia il rispetto delle persone. Lasciare il bagno più pulito di come lo avete trovato è un segno di rispetto fondamentale ed una forma di gentilezza per gli altri. La seduta della toilette va abbassata e non deve esserci sporcizia in giro. Mi piacerebbe sapere cosa avete fatto nel vostro ufficio per aiutare a creare una cultura Lean. Scrivetelo pure nei commenti!


Leggi
Punta Su Lean o Lascia Perdere

Punta Su Lean o Lascia Perdere

Il Progetto Lean • agosto 11, 2016

Circa 4 mesi fa, svolgevo  il mio allenamento mattutino in palestra sul tapis roulant, una cosa che detesto. A differenza di mio marito Curt, che è un tipo atletico, in forma e competitivo, io non lo sono affatto e vedo l’esercizio fisico come un sacrificio necessario (spero, un giorno, di essere sufficientemente in salute per festeggiare il mio 90esimo compleanno, come abbiamo appena fatto per mio padre). [caption id=\"\" align=\"alignnone\" width=\"1199\"] La nostra famiglia ha viaggiato in lungo e in largo per festeggiare il 90esimo compleanno di mio padre Frank.[/caption] L’unico modo per farcela durante questi 45 minuti di agonia è avere una distrazione interessante, così guardo una serie di video incentrati sul business e sullo sviluppo personale, marciando al livello 5 d’inclinazione. Una mattina di queste, quattro mesi fa, ho guardato un video di presentazione del Growth Institute, di Paul Akers, intitolato 2-Second-Lean. Ero assolutamente sbalordita dalla semplicità di ciò che aveva da dire. Lean, di cui Toyota è stato un precursore, significa semplicemente: eliminare gli sprechi e focalizzarsi su un continuo perfezionamento. 2-Second-Lean è un metodo secondo cui, ancor più semplicemente, ogni membro di un gruppo deve impegnarsi in un miglioramento quotidiano di 2 secondi. Citando le parole di Paul: “Datemi un solo miglioramento di 2 secondi al giorno. Solo questo. Solo questo vi chiedo. Un miglioramento di 2 secondi. Non esiste una persona sulla Terra che non sia capace di migliorare qualcosa di 2 secondi\" Lungo la strada verso casa, ho detto a Curt che avevo appena guardato il video più incredibile in assoluto, e che doveva assolutamente vederlo anche lui. Dopo aver dovuto seriamente insistere, sono riuscita a convincerlo a guardarlo con me a pranzo. Era molto preso, e credetemi, non è un tipo che si lascia trasportare molto facilmente. Il prossimo passo era quello di condividere il video al nostro meeting settimanale con i Leader della nostrà società. Anche il team di Leadership apprezzò molto ciò che Paul aveva da dire, e sosteneva che Benchmark avrebbe potuto trarre beneficio dall’implemenentazione del pensiero Lean. In ogni caso, dovevamo ancora ottenere l’approvazione da un ulteriore gruppo molto importante, e cioè i nostri Manager Internazionali. Dovevamo assicurarci che il concetto Lean si rivelasse efficace attraverso nove lingue, nove uffici e varie culture. Abbiamo mostrato il video di 2-Second-Lean durante il nostro Meeting Internazionale con i manager che si svolge a metà anno nei nostri uffici della sede centrale di Los Alamitos, ottenendo una nettissima approvazione da tutti loro. [embed]https://youtu.be/hlYvmkYvA8A[/embed] Ho letto il libro di Paul, 2-Second-Lean, e anche questo l’ho mostrato al team di Leadership. Più ne parlavamo, più ci sentivamo sicuri e pronti ad avventurarci nel percorso di Lean, a Benchmark. Questo post, è il primo di una nuova serie che racconterà questo procedimento. Condividerò i successi e le sfide con l’obiettivo di aiutare qualsiasi organizzazione che voglia adottare il pensiero Lean, che siano società SaaS come la nostra, no-profit o una persona in start-up . Una volta un amico definì il mio motto come: “Punta in alto o lascia perdere”. Sembra sia arrivato il momento di un nuovo slogan!


Leggi

Software Email Marketing: Autoresponder & Campagne Sequenziali

Strategie Email Marketing • agosto 17, 2011

Se hai un prodotto fantastico da vendere o anche solo un messaggio importante da condividere, il canale email può aiutarvi a raggiungere le persone che possono essere interessate. Non importa quanto importante possa essere il prodotto o il messaggio, ci vorranno almeno un paio di interazioni con il vostro target di riferimento prima di poter ottenere dei risultati significanti. Convincere qualcuno che è giunto il momento di fare affari può sembrare un\'impresa estenuante che diventa molto più facile quando si usano le campagne email sequenziali o autoresponder. Sfruttando la potenza degli autorisponditori, le campagne sequenziali permettono di implementare una serie di messaggi automatici sulla base delle regole definite dall\'utente. Per la maggior parte, queste regole consistono in intervalli di tempo e di trigger che determinano quando i vostri messaggi devono essere inviati. Con questo, le tue email saranno continuamente inviate nella casella di posta del sottoscrittore offrendoti così la possibilità di aggiornare continuamente i tuoi iscritti con le nuove caratteristiche e servizi, nuovi prodotti, news aziendali e molto altro. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a eseguire con successo email sequenziali: Immagina un Obiettivo Nonostante una campagna sequenziale possa funzionare come un orologio, l\'esecuzione di tale strategia con successo richiede un\'attenta pianificazione. Allora, qual è il vostro obiettivo? E\' educare i vostri lettori su un nuovo prodotto o servizio? Invitare gente per il vostro prossimo evento? Qualunque essa sia, si deve sapere qual\'è il vostro obiettivo e prima di andare avanti in quanto questo è il primo passo per vederlo realizzato. Rendi Interessante Una campagna sequenziale suona bene, ma come avete intenzione di tenere i destinatari attenti per tutto il suo ciclo? La risposta a questa domanda dipende tutto dai tuoi obiettivi. Per esempio, se si mira ad aumentare la partecipazione per un evento, si potrebbe pensare a una serie di messaggi che evidenziano il successo della manifestazione dello scorso anno, evidenziando i benefici del prossimo e anche offrendo incentivi per assisterlo. Focus su Costruzione Relazioni Non importa quale sia la campagna che si vuole realizzare, sviluppare rapporti dovrebbe essere una parte fondamentale del piano complessivo. Se la campagna è legata a promozioni stagionali, l\'invio di biglietti d\'auguri personalizzati potrebbe essere efficace per la costruzione di tali relazioni.


Leggi

Che tipi di Video Email sono appropriati per la tua Newsletter?

Strategie Email Marketing • luglio 21, 2011

Il video è uno dei modi più efficaci per utilizzare l\'email. Anche se i tempi di attenzione sono brevi, questo mezzo continua a dimostrare che è capace di accattivare le persone costringendole a prestare la loro attenzione. Il Video può contribuire a portare i vostri efforts di email marketing a nuovi traguardi, ma che tipo di contenuti è giusto utilizzare per le campagne video delle vostre email? Poiché non esiste una risposta a questa domanda, ci sono venuti in mente alcune idee per aiutarvi su questo tema. L\'Approccio Umoristico Alcuni dei video di maggior successo sono stati e sono tuttora un successo a causa del loro tono umoristico. Il fattore risata ha aiutato molti video nel creare un effetto virale e viaggiare lontano. Questo stesso approccio può funzionare anche con l\'email. Che si tratti di una presentazione semplice o qualcosa di più elaborato, aggiungere una spruzzata di umorismo ai tuoi contenuti video può essere un potente mezzo per suscitare emozioni e mostrare il lato umano della vostra attività. Mostra Professionalità Anche se si utilizza un tono umoristico, la video-email deve trasudare professionalità. Il video è un mezzo potente, ma è necessario il tocco di un professionista. Fortunatamente, gli strumenti giusti (attrezzature video, software di editing) sono facilmente accessibili e relativamente convenienti. Comunque, è lavoro dell\'email marketer nel rendere professionale il video, luci, suono e lo sfondo sono solo alcuni degli aspetti che contribuiscono a creare un video professionale. Da non trascurare gli ingredienti chiave. Rendilo Appropriato Il video-email apre le porte a infinite possibilità, ma questo potere può anche rendere più facile perdere i remi. Tuttavia, non bisogna mai perdere di vista l\'importanza di mantenere i contenuti appropriati. Se il 50 per cento dei tuoi visitatori trova umorismo nel video, ma l\'altro 50 per cento lo trova offensivo, dovete mettere in discussione quanto appropriato sia il video considerando la risposta della seconda metà. Nel marketing, soprattutto online, è necessario considerare i detrattori, che potrebbero essere anche più del tuoi fan. Esprimere le proprie opinioni religiose, un\'opinione su uno specifico partito politico sono alcuni esempi di contenuti video che possono essere inappropriati per le tue campagne email.


Leggi

Ottimizza il tuo Mobile Email Marketing sull’iPhone

Strategie Email Marketing • luglio 14, 2011

Uno dei più importanti smartphone oggi sul mercato, l\'iPhone di Apple è un dispositivo che deve essere preso in considerazione nel momento in cui si definisce la propria strategia e-mail mobile. Non è tanto un grosso problema quando si inviano messaggi testuali ma bisogna considerare il problema quando si inviano messaggi in HTML. Se si vuole essere sicuri che la propria email venga visualizzata bene su un iPhone, ci sono dei passi specifici da seguire. Occhio al lato sinistro Determinare quale sia il modo migliore per formattare una e-mail per cellulare non è semplice. In realtà non esiste un modo giusto o sbagliato su questo problema, ma molti email marketer stanno scoprendo che il contenuto importante è meglio posizionarlo in alto a sinistra. Infatti il lato sinistro della email viene sicuramente visto su un iPhone, e un contenuto accattivante può obbligare l\'utente a scorrere verso il basso e vedere il resto del messaggio o aprirlo e leggerlo in una nuova finestra. Ottimizza le immagini Una delle maggiori sfide che l\'iPhone presenta ai marketer ha a che fare con le immagini. Naturalmente il dispositivo è in grado di visualizzare immagini, ma bisogna stare molto attenti a come si usano se si vuole farle visualizzare correttamente. Fortunatamente, Apple ha fornito un modo conveniente per ottimizzare le immagini per i vecchi iPhone con risoluzione standard, così come il nuovo iPhone 4 con il suo display retina. Indipendentemente dalla versione che si sta usando, puoi assicurarti che le immagini siano sempre nitide e cristalline creando delle immagini grandi due volte le loro dimensioni originali e rinominando il file. Per esempio se hai una immagine chiamata “mylogo.jpeg” che è di dimensioni 200x100 pixels, dovresti ingrandirla a 400x200 e rinominarla in “mylogo2.jpeg”. L\'iPhone automaticamente ridimensionerà l\'immagine del 50%. Inserisci l\'Essenziale Al fine di mantenere la tua email breve e coincisa per gli utenti si dovrebbe limitare il messaggio solo all\'essenziale. Che cosa si può permettere di lasciare fuori? Dipende. Dal momento che la finestra che si sta prendendo di mira è sostanzialmente più piccola, può essere saggio escludere i pulsanti di condivisione sociale. Questa potrebbe essere una decisione difficile da prendere a seconda della natura della vostra campagna, ma potrebbe anche essere necessario per migliorare la leggibilità del messaggio.


Leggi

Template Email Marketing: I Benefici dei Template Social Network

Strategie Email Marketing • maggio 24, 2011

Viviamo in un mondo in cui il social media regnano sovrani. Da Facebook a Twitter, questo canale è fiorente e continuamente evolve il modo di comunicare via internet. Proprio per questo noi di Benchmark Email abbiamo pensato di fornire un modo comodo per i nostri clienti di collegare i propri sforzi di email marketing con il social web. Un perfetto esempio di questo può essere visto nei nostri modelli email di social network. Accesso Immediato a un Audience Ampio Il motivo principale per cui i marchi dei social media sono così attrattivi è dovuto all portata estesa che ha da offrire. Anche se non è una piattaforma in cui si desidera investire tutti i vostri sforzi, è uno che può aiutare il tuo business a crescere e prosperare. I nostri modelli di social network rendono più facile invitare i tuoi iscritti a partecipare alla festa e sono perfetti per una campagna volta ad evidenziare i vantaggi del collegamento con la vostra organizzazione in un altro canale. Una volta che si avvia la conversione abbonati in fan, si avrà accesso a un pubblico ancora più ampio oltre che a nuove metodologie per contattare i propri utenti. Potenziale Viral Marketing Al fine di rendere nel campo sociale, un marchio deve avere il sostegno del proprio pubblico di riferimento. Il tuo marchio potrebbe essere legato a un prodotto, servizio o giusta causa, ma se i tuoi fan non sono impegnati e interagenti, il successo sarà molto difficile da ottenere. Ci vuole un messaggio forte e altrettanto forte la presentazione di convincere la gente a prestare attenzione. Con i nostri modelli di rete sociale, è possibile creare la combinazione email efficace e spettacolo visivo che non solo attira i vostri iscritti, ma li convince a condividere con gli altri. Questo è ciò che fa il marketing sociale. Un Percorso Conveniente per Marketing Integrato I consumatori interagiscono attraverso una moltitudine di canali, quindi il marketing integrato è diventato più importante che mai. Proprio come molti di voi seguono i propri clienti online, si potrebbe essere anche saggi nel seguire loro nel mondo sociale che conduce in una nuova era di Internet. C\'è un sacco di duro lavoro che è nel marketing integrato e il successo non è facile, anche quando si combinano due canali efficaci come l\'e-mail e il social. L\'utilizzo di modelli di social network non garantisce nulla, è un modo semplice per integrare gli sforzi di marketing e di vedere ottimi risultati.


Leggi

Email Marketing Gratis: Cosa converte un Utente Free Trial in Pagante??

Strategie Email Marketing • maggio 3, 2011

Un email marketer prima di scegliere un determinato servizio di email marketing e prima di investire desidera avere una prova gratuita del servizio stesso. Ci sono tre fattori principali che determinano se un e-mail marketer aspirante si trasforma in un cliente pagante o sceglie di andare con qualcosa d\'altro. 1. Processo di Setup Durante il test di una piattaforma di email marketing attraverso un\'offerta di prova gratuita, il primo fattore determinante che si incontra di solito è il processo di setup o installazione. Idealmente, si desidera essere in grado di importare i contatti esistenti, configurare il software e ottenere tutto e in breve tempo. Per questo motivo, un trial gratuito che fornisce un veloce e indolore processo di set up avrà un più alto tasso di conversione al pagamento. 2. Facilità di Utilizzo Per la maggior parte degli utenti, la facilità d\'uso della prova gratuita è la cosa più importante. Non è raro che per alcune persone paghino di più per un servizio che ritengono che valga la pena, mentre pochissimi pagherebbero per qualcosa che trovano quasi impossibile da usare. Lo stesso vale per una prova gratuita di email marketing. Se il software è facile da usare, sono più propensi ad optare per un abbonamento a pagamento. In caso contrario, andranno probabilmente a cercare una soluzione che meglio si adatta al loro livello di esperienza. 3. Servizio Clienti e Supporto Tecnico La prova gratuita offre in genere l\'opportunità di testare diversi elementi del servizio. E tra questi c\'è anche il servizio clienti e supporto tecnico. Ad esempio, un periodo di prova di 30 giorni dovrebbe darvi tempo più che sufficiente per vedere come l\'azienda gestisce richieste di servizio al cliente e il tipo di risorse di supporto di cui ha a disposizione. Per quanto riguarda l\'email marketing, l\'esperienza della prova gratuita ha i suoi vantaggi e svantaggi. Sul lato positivo, le aspettative dell\'utente sono definite fin dall\'inizio. Voi sapete che si sta semplicemente prendendo il servizio per un test drive e alla fine dovranno decidere se si vuole o no investire in un piano a pagamento. Il principale svantaggio deriva dal sprecare il vostro tempo ed energie per qualcosa che non ha funzionato. E\' sempre opportuno approfittare dell\'intero periodo previsto dalla versione di prova gratuita per essere sicuri di ottenere valore per l\'investimento nell\'email marketing.


Leggi

Permission Email Marketing: 4 Consigli per la tua Landing Page

Strategie Email Marketing • aprile 19, 2011

L\'utilizzo di una landing page per acquisire nuovi abbonati è una buona idea, ma incentivare il processo è una strategia ancora migliore. Questo è un modo efficace per far sentire i visitatori come se avessero preso la decisione giusta e che il fare click stata una buona idea. Fate questo correttamente, e il tasso di conversione per le sottoscrizioni potrebbe migliorare in modo sostanziale. L\'utilizzo di incentivi per incoraggiare le nuove iscrizioni è possibile ma avere successo con questa tecnica richiede più che dare qualcosa gratuitamente. È necessario offrire qualcosa di valore, qualcosa che andrà a beneficio dei potenziali abbonati. Ecco quattro consigli con cui è possibile incentivare le landing page e incrementare gli abbonamenti: 1. Semplifica il processo di Iscrizione E\' buona pratica inserire il box iscrizione in ogni pagina del tuo sito, incluso nella tua landing page. Fai in modo che il visitatori impieghi il minor tempo possibile nel processo di iscrizione alla tua newsletter. Assicuratevi che il vostro box di iscrizione possa essere individuato senza troppa fatica e che il processo nel suo insieme sia facile da completare. 2. Fallo per Bene Lo scopo di incentivare la pagina di destinazione è quello di invogliare i visitatori e aumentare le possibilità di farli iscrivere. Si tratta di dare loro qualcosa in cambio per la loro attenzione come può essere un eBook, oppure un\'offerta speciale. 3. Aggiungi Elementi Sociali Si può essere stanchi di sentirlo, ma il social network può davvero aiutare a migliorare le iniziative di marketing e-mail. Ciò vale anche con la procedura di registrazione. Per esempio, qualcuno che arriva sulla vostra landing page può fare clic su un pulsante Facebook o Twitter e facilmente condividerla con l\'intera rete di amici. Se i tuoi incentivi sono attraenti, nuove persone si decideranno a registrarsi. 4. Fai qualche Pubblicità Hai un sito di membri o una newsletter di un partner che stai promuovendo? Se è così, potresti incentivare la tua landing page per promuoverli. Questa è un\'occasione d\'oro, come un opportunista e-mail marketer che vuole trarre il massimo vantaggio. Quando si impiega questa strategia, assicurati di tenere il processo il più user-friendly possibile. Ricorda, più elementi aggiungi al mix, più si corre il rischio di distrarre il visitatore. Come sempre, è una buona idea sempre testare le tue landing page per controllare se funzionano bene e ottenere più abbonamenti.


Leggi

Modelli Email: Segmentare Promozioni sulle Feste e Vacanze per Regione

Strategie Email Marketing • aprile 8, 2011

Le vacanze possono essere dei periodi ottimi per l\'e-mail marketing. Non importa dove si trovano, internet ha fatto in modo che i consumatori possano approfittare on-line di tutte le offerte e i risparmi che vengono offerti. La segmentazione dei template email di vacanze per regione può essere una strategia ottimale. L\'Italia è un paese con culture e tradizioni specifiche di vacanza. Di particolare rilievo sono i giorni di festa: alcuni giorni di festa sono celebrati dalle Chiese locali in alcune regioni o città, basti pensare alle varie feste Patronali. E poi ci sono le grandi feste che commemorano i principali eventi nella vita di Gesù e della Vergine Maria. Questi giorni di festa sono distribuiti su tutto l\'anno e molti di questi eventi sono profondamente radicati nella storia del paese e della religione. Per le promozioni relative alle vacanze, la segmentazione e il targeting preciso sono importanti per la generazione di risposte e di buoni risultati. A parte queste feste religiose locali ci sono poi le feste sul Carnevale (principalmente a Viareggio, Venezia, Putignano,..), senza dimenticare sagre e feste locali anche di importanza nazionale. In ogni caso sia che si stanno sfruttando le occasioni importanti nazionali o quelle locali, la segmentazione e il corretto targeting sarà sempre più una parte importante della strategia di email marketing.  


Leggi
1 2