Pubblicazioni di Serie: Strategie Email Marketing

Una Mailing List non è una una Newsletter!

Una Mailing List non è una una Newsletter!

Strategie Email Marketing Tecniche Email Marketing • luglio 12, 2018

avere una lista di emails NON SIGNIFICA avere una Newsletter ! Per molti apparirà come una cosa scontata, ma ti garantisco che sono molte le persone che confondo questi due termini. Quindi, prima di addentrarci nell\'articolo di oggi, vediamo di chiarire in modo semplice e non tecnico, ok?! Una Mailing List è una lista di contatti targhetizzati ( interessati a un argomento specifico) e che possono essere contattai in specifiche occasioni Una Newsletter è una pubblicazione periodica (e non) con la quale tenere aggiornati i propri clienti/utenti/membri/iscritti circa le novità riguardanti i prodotti / servizi che la propria Azienda fornisce. La Newsletter viene inviata alla Mailing List, mentre la Mailing list può essere utilizzata anche per altre campagne email, come comunicazioni di servizio, eventi , promozioni etc..etc.. Tutto chiaro?! Ok, allora continuiamo… :-) Se possiedi una Mailing List in target, ma non hai ancora pubblicato una Newsletter, è bene prendere in considerazione l’idea di crearne una.....ieri! Non è facile come molti dicono, anzi...occorre molto impegno per creare newsletter di successo , è molto facile fallire e aancora più frequentemente si contano gli abbandoni di questo strumento dopo pochi mesi (perchè \"non vende\"...andando contro a quanto spiego in questo articolo di qualche tempo fa...) Se e quando riuscirai a trovare l’idea giusta, potrei verificare che i risultati ti ripagheranno varie volte dell’impegno e della fatica che hai impiegato per crearla. Nel creare la Newsletter, cerchiamo di porre attenzione alle cose principali Assicurati che il contenuto della newsletter sia pertinente ed associato alla tua attività o al tema del sito. Sei tu che hai creato il sito, e l’argomento in questione sarà quello nel quale sei maggiormente preparato, questo \"sapere\" deve passare ai tuoi lettori in modo verticale Ad esempio: un sito che vende ricambi per auto, avrà una newsletter con articoli o contenuti quali foto di auto, parti di auto e via dicendo, ma anche consigli su come eseguire la manutenzione del pezzo XY o come allungare la vita del filtro YZ Se qualcuno decide di iscriversi, non lesinare consigli utili, la gente cerca informazioni, il tuo compito è fornirle. Fai in modo che gli articoli presenti siano ben scritti, rilevanti dal punto di vista del contenuto e ricchi di informazioni interessanti. Gli articoli, costituendo il ‘corpo’ della tua newsletter, devono essere in grado di entusiasmare il lettore nel fornirgli informazioni interessanti e rilevanti. Essi devono inoltre essere grammaticalmente corretti, e privi di errori di ogni genere perché la credibilità e le professionalità sono essenziali. Novità, Novità e....Novità! Nessuno ama leggere cose \"vecchie\", ovvero utilizzando materiale di vecchia data, ci sono alte probabilità che esso sia già stato letto/ discusso /trattato, e i tuoi iscritti perderanno interesse nel leggere la newsletter . il tuo compito è , al contrario, creare una vera e propria attesa tra gli iscritti, perché sanno che gli darai delle \"chicche\". Internet ti aiuta tantissimo a trovare la base di tali informazioni da ridistribuire ai tuoi iscritti. Non utilizzare (mai) materiale protetto da copyright. Come detto nel paragrafo precedente, internet offre una pletora di informazioni, ma questo non significa che tu debba fare copia-e-incolla, perché è illegale, oltreché eticamente inaccettabile.   Prendi spunto dalle notizie che trovi per crearne di nuove, o modificale dandogli un tuo tocco personale. Se proprio devi ripubblicare un articolo, non farlo mai senza chiedere il permesso! Spesso gli autori non hanno alcuna difficoltà a darti il permesso per utilizzare del loro materiale, se lo chiedi in modo chiaro e gentile, motivando la richiesta. Probabilmente ti chiederanno di citare la fonte, cosa che a loro può creare visibilità e a te non costa assolutamente niente, anzi, dimostra che sei una persona collaborativa e che hai contatti in ogni settore, aumentando così, nel tuo lettore, la percezione che sei un professionista. E se non hai idee e/o tempo per scrivere? nessun problema, ci sono molti scrittori professionisti disposti a farlo al posto tuo:-) All’estero esistono migliaia di queste aziende specializzate, mentre in Italia l’offerta è ancora abbastanza limitata, ma qualcosa si muove. A puro titolo di esempio ecco alcuni siti che offrono questo genere di servizio: http://www.scrittura.org http://www.textmarket.it http://www.scribox.it http://melascrivi.it NB: Benchmark email non ha alcuna affiliazione e/o interesse economico con tali siti, quindi lascio a te la libera valutazione e analisi delle singole caratteristiche


Leggi
I vantaggi dell’email marketing per le aziende

I vantaggi dell’email marketing per le aziende

Strategie Email Marketing Tecniche Email Marketing • giugno 25, 2018

Dell\'argomento e-mail marketing si parla in tutte le salse, molto spesso con approfondimenti tecnici, mentre molto poco viene detto su quello che, specialmente alle aziende, interessa di più, ovvero: quali sono i reali vantaggi che porta l\'e-mail marketing all\'azienda? È abbastanza ovvio che non è possibile rispondere a una domanda del genere in un solo articolo, perché occorrerebbe un intero (quanto corposo) libro, ma possiamo affrontare brevemente alcuni aspetti che sicuramente possono chiarire il quadro generale. Iniziamo elencando i vantaggi macroscopici: Bassi costi di gestione Velocità di esecuzione Profilazione contatti Letto in chiave aziendale, volendo ampliare i concetti sopra esposti, potremmo dire quanto segue: Riduzione costi del marketing e della pubblicità fatta con altri canali e materiale cartaceo Incremento della Roi (ritorno sull\'investimento) rispetto ad altri canali Tempistiche veloci  sia per quanto riguarda il raggiungimento del target che del raccoglimento dei dati analitici (rispetto a canali tradizionali parliamo di minuti rispetto a settimane) Universalità del sistema da parte dell\'utenza di riferimento (le e-mail sono usate dal 98% degli utenti Internet, anche nell\'epoca dei social) Il che rappresenta una base di sicuro interesse per un strategia , ma non è tutto... infatti una strategia di e-mail marketing può essere studiata e mirata in base allo specifico investimento che l\'azienda intende sostenere, ma anche distribuendola in tempistiche assolutamente precise e dettagliate, evitando così di andare a sostenere investimenti in aree in cui il proprio messaggio non avrebbe effetto. Potremmo andare avanti, ma già questi parametri rappresentano qualcosa di estremamente eccezionale, specialmente se paragonato ad altri metodi di comunicazione e promozione. Le intelligenze artificiali oggi applicabili, come quella che noi offriamo all\'interno di BenchmarkEmail, mediante il servizio di Automazioni Pro, consente non solo di amplificare i benefici sopra elencati, ma di renderli leve attive di un incremento sui risultati . Le aziende che utilizzano in modo costante il servizio Automazioni Pro di BenchmarkEmail hanno ottenuto, in alcuni casi, un incremento della roi pari al 385%.... e tutto questo investendo una frazione dei costi usualmente richiesti per piattaforme tradizionali. la bacchetta magica non esiste! Aldilà degli indubbi vantaggi che l\'email marketing può portare ad ogni attività online, anche la nostra piattaforma è uno strumento di alta tecnologi, ma non può prescindere da una adeguata programmazione e pianificazione strategica, che preveda, alla base, il rilascio di vero \"valore\" per gli utenti: senza questo presupposto, nessun vantaggio sarà raggiunto.


Leggi

Merge Tags per la personalizzazione delle email disponibili in Benchmark Email

Strategie Email Marketing • giugno 18, 2018

Puoi personalizzare le tue campagne Benchmark Email attraverso l\'uso dei merge tags. Sono disponibili le seguenti categorie di tag che vi mostrano come è possibile personalizzare le vostre campagne e-mail Merge Tags Generali Merge Tags per la Personalizzazione Merge Tags relativi ai RSS Social Merge Tags Merge Tags per la Formattazione Condizionale   Merge Tags Generali [address_block] Indirizzo inserito per l\'email [forwardurl] URL per inoltrare il messaggio. es.. <a href=\"[forwardurl]\"> Clicca qui per inoltrare </a> [unsubscribeurl] URL per carcellarsi. es. <a href=\"[unsubscribeurl]\"> Clicca qui per cancellarti </a> [opt-in:text for the link] URL per permettere l\'optin, es. [opt-in:Clicca qui per riconfermare] scriverà <a href=\"___\">Clicca qui per riconfermare</a> [subscribe:text for the link] URL per permettere l\'iscrizione, es. [subscribe:Clicca qui per iscriverti] scriverà <a href=\"___\">Clicca qui per iscriverti</a> [unsubscribe:text for the link] URL per permettere la cancellazione, es. [unsubscribe:Clicca qui per cancellarti] scriverà <a href=\"___\">Clicca qui per cancellarti</a> [forward:text for the link] URL per permettere l\'inoltro, es. [forward:Clicca qui per inoltrare] will print <a href=\"___\">Clicca qui per inoltrare</a> [Date:number of day from current] Indica la data calcolata a partire da quando viene inviata la mail es. [Date:0] darà la data di invio dell\'email [Date:5] darà la data pari a 5 giorni successivi a quella di invio della mail [Date:-10] darà la data pari a 10 giorni successivi a quella di invio della mail Merge tags per la Personalizzazione Puoi personalizzare la tua email con i dettagli del singolo contatto usando i tags di personalizzazione. [Greeting: pretext=\"salutation\" field=\"field” alttext=\"alternative text\"] Print the greeting with the contact\'s name or the alternative greeting if the name is not found. The values for the field can be F = First name L= Last Name FL = First Name + Last Name e.g. [Greeting: pretext=\"Hello\" field=\"F\" alttext=\"Greetings!!\"] In case the contact\'s name is “Peter Wayne”, it would print Hello Peter In case the contact\'s name is not given, it would print Greetings!! [contact_attribute:fieldname] Print the value of the field for the contact fieldname is the label of the field used in the contact list. To get the labels you can go to the detail of any contact and copy-paste the label e.g \"Job Title\" or \"Business Phone\" etc. These would translate into [contact_attribute:Job Title] and [contact_attribute:Business Phone] e.g. \"Dear [contact_attribute:firstname],\" If James Anderson receives the email, it will say: \"Dear James,\" RSS Related Merge Tags If you have a site which has an RSS Feed, you can now send our emailers without having to create the content all over again. You can simply create an RSS Email which will \"pull\" content from your RSS Feed and send out the email. You can use the following tags to customize your email. [RSS:Title] The title of the RSS Feed. [RSS:Description] The description for the RSS Feed. [RSS:Date] Published date of the RSS Feed [RSS:Link] URL Link of the RSS Feed To display the RSS items in a preset format [RSSItem:Block] This will print an RSS Item in a preset format To display a RSS item in your format [RSSItem:Start] This will indicate the start of the Item [RSSItem:End] This will indicate the end of the Item [RSSItem:Title] The title of the RSS Item [RSSItem:Author] The author of the RSS Item, if available [RSSItem:Date] The published date of the RSS Item [RSSItem:Description] The description of the RSS Item [RSSItem:Link] URL Link to the RSS Item To limit the RSS Items in the email [RSSItems: number of items to display] Limit results to the given number e.g. [RSSItems:3] [RSSItem:Block] This will print 3 RSS Items Or [RSSItems:5] [RSSItem:Start] [RSSItem:Title] [RSSItem:End] This will print 5 titles of the RSS item Social Merge Tags If you have linked your Twitter and/or Facebook account linked to your Benchmarkemail account, you can use the following tags. [twitter_profile] If you have linked your twitter profile, this will print your twitter profile which includes name, profile image, number of followers, number of people being followed and the number of tweets. [fb_like] If you have linked your facebook account, this will print a like icon in your email. This will allow viewer to “like” your email. [share_email] Share links to the email to facebook, myspace, twitter, delicious, digg and stumbleupon Per vedere tutti i merge tags disponibili per il Conditional Formatting, clicca qui


Leggi
Una Email deve essere rilevante per il lettore, non per il tuo business.

Una Email deve essere rilevante per il lettore, non per il tuo business.

Strategie Email Marketing • giugno 13, 2018

Come dare valore e rilevanza alle proprie email? Tutti sanno che è necessario fornire contenuti utili nelle newsletter, ovvero dare \"valore\" ai propri utenti Quello che non appare così chiaro a molti gestori di liste email è che non sempre le informazioni più utili, sono quelle desiderate dai propri lettori. Facciamo un esempio: mettiamo che la tua newsletter riguardi il mondo delle auto, e che tu continui ad allegare foto ed immagini di Mercedes Benz ad ogni numero che esce. Le immagini sono davvero belle , coinvolgenti, mentre le informazioni che fornisce sono davvero utili aggiornate. È quindi evidente che rispondi in maniera concreta ed esatta all\'esigenza di fornire valore. C’è un piccolo problema...l’80% dei tuoi iscritti è interessato alle BMW, sempre auto di prestigio, ma.... Adesso prova ad immaginare quanto deve essere noioso e frustrante per loro sentir parlare continuamente di Mercedes Benz in ogni numero.... E allora indovina cosa succede? si cancellano dalla lista, tu hai lavorato per niente e generi feedbacks negativi: un disastro totale! Ecco perché è importante fornire materiale utile e di valore, ma soprattutto rilevante per il lettore. La maggior parte degli editori offre ai propri lettori ciò che loro pensano che i propri lettori vogliano: nove volte su dieci è un autogol! E adesso, (come diceva Antonio Lubrano..) la domanda sorge spontanea: ma come è possibile scoprire ciò che vogliono i lettori? Chiediglielo !!! Proprio così, niente di più banale, semplice e scontato: chiediglielo! Usando l\'e-mail marketing è davvero facilissimo creare un piccolo sondaggio per chiedere i gusti specifici dei tuoi iscritti, ottenendo così dei feedback di grandissima importanza e straordinariamente dettagliati. Resterai sorpreso dalla varietà delle risposte, molte delle quali inaspettate, e di come potranno risultare incredibilmente utili per migliorare l\'efficacia della newsletter. Con lo stesso metodo potrai inoltre ricevere commenti e feedback negativi, che ancora di più aiuteranno a migliorare il tuo progetto di me il marketing, correggendo errori che probabilmente non avevi considerato durante la strutturazione iniziale (non importa essere in buona fede o meno, gli errori in fase di creazione di strategie marketing sono all\'ordine del giorno…) Questo approccio ti permette di ricevere a costo zero le informazioni giuste per incrementare e migliorare la base dei tuoi utenti, perché darai modo di far capire loro che ci tieni a fornirgli i migliori contenuti possibili e che siano di loro gradimento. Allo stesso tempo potrai gestire con facilità, riservatezza e discrezione anche quella parte di commenti o feedback negativi (è statisticamente normale averne…) che, a differenza di doverli affrontare su un commento sul blocco o sui social network, resteranno confinati in una comunicazione riservata e diretta tra te e l\'utente finale. Ovviamente dipenderà dalla tua personale bravura e professionalità convertire questo sentimento negativo in qualcosa di propositivo che vada a porre una soluzione efficace alla lamentela del tuo utente. Riassumendo: qual\'è il \"segreto\"? Beh, il segreto è che....non esiste un segreto, è sufficiente saper ascoltare cosa i tuoi utenti da te, e per scoprirlo puoi chiederlo direttamente a loro, poi ovviamente, dovrai accontentarli nel miglior modo possibile!


Leggi
Giorni e orari migliori per spedire le e-mail

Giorni e orari migliori per spedire le e-mail

Strategie Email Marketing Tecniche Email Marketing • giugno 4, 2018

In un altro articolo abbiamo affrontato il tema della frequenza di invio dei nostri messaggi e-mail, e come logica conseguenza ho pensato di affrontare il tema della scelta del giorno e dell\'orario ottimale. Come può probabilmente intuirai, anche in questo caso non esiste una regola fissa, ma una serie di linee guida che possono aiutare a definire in modo positivo e proficuo questi parametri. E, nel caso dello stessi chiedendo… Sì, anche qui vale la regola del buon senso :-) Ad esempio, potrebbe sembrare una ottima idea far partire le nostre mail il Lunedì mattina, quando molte persone le sfogliano in modo da aggiornare il proprio calendario degli impegni settimanali, ma in realtà, oggi le persone aggiornano in maniera pressoché costante i loro calendari, grazie anche alle nuove tecnologie, e magari potrebbero usare tale giorno per fare dei meeting, escludendo proprio la lettura delle e-mail. Allo stesso modo, se il settore dove operi riguardasse il tempo libero, il weekend , o magari i giorni immediatamente prima, potrebbero diventare il momento ideale per un nuovo invio. È anche diffusa la percezione che molte persone utilizzino i momenti dedicati alla pausa pranzo per fare un po\' di navigazione Web e leggere le e-mail che sono arrivate negli orari precedenti.... ma anche qui potrebbe esserci un problema di congestione e quindi il vostro messaggio potrebbe passare inosservato. Sono solo alcuni esempi empirici e potrebbero anche non adattarsi alla tua specifica attività, ma sono oltremodo utili per capire quanto sia assolutamente necessario mettersi in ascolto e ottenere feedback dagli iscritti per capire meglio come interfacciarsi con loro. Per ottenere queste informazioni non c\'è bisogno di fare cose fantascientifiche, sarà sufficiente chiedere ai vostri lettori quali sono le loro sensazioni e valutazioni rispetto a cosa scrivete e, nel caso specifico, quando lo inviate. Se volete potete chiedere a loro direttamente se c\'è un giorno nel quale preferiscono ricevere le email, se una maggioranza votasse per un giorno specifico, avreste ottenuto un risultato incredibile: migliorare la percentuale di consegna, apertura e lettura, dando l\'impressione di avere a cuore le esigenze dell\'iscritto. E\' una regola aurea: chiedere il parere e la collaborazione attiva della base degli utenti è l\'elemento in assoluto più importante di ogni strategia marketing, non solo in merito alle email. Molte aziende non curano questo aspetto, perché richiede tempo e risorse, salvo poi lamentarsi per gli scarsi risultati che ottengono dalle loro campagne email. Al contrario, le aziende virtuose che pongono attenzione in questo specifico ramo della comunicazione, ponendo l\'accento sulla raccolta dei dati analitici e la sua successiva analisi, sono quelle che ottengono i migliori risultati.


Leggi
Storia di una newsletter di successo

Storia di una newsletter di successo

Strategie Email Marketing • aprile 6, 2018

E\' mattina, ed è una stupenda giornata. Hai appena finito di scrivere il nuovo numero della tua newsletter, ci hai impiegato qualche ora a prepararla, l\'hai rivista e corretta, e adesso stai per spedirla. Premi il tasto “Invia” del tuo account Benchmark Email , esci, vai al bar a farti un buon caffè e prendere un po’ d’aria, leggi i titoli del tuo giornale preferito, e scherzi con il barista.... Dopo 30 minuti rinetri, dai un’occhiata e vedi che 874 iscritti hanno appena aperto e letto la tua newsletter e hai anche ricevuto dei ringraziamenti :-) Sei felice ma non sorpreso, perché questo è ciò che accade ogni volta che invii un nuovo numero. il tuo pubblico ama leggere il materiale che invii loro, e lo raccomandano ad amici e parenti, diffondendo la TUA Newsletter, procurandoti altre iscrizioni, senza che tu alzi un dito per farti pubblicità: insomma, hai una Newsletter di grande successo! e adesso....torniamo sulla terra! il racconto è di pura fantasia e i risultati citati sono cosa che accade raramente e a pochissime persone, ma la buona notizia è che tutto questo è possibile! Ma il successo non viene mai per caso, esiste sempre una formula e/o tecnica che, seguita passo dopo passo ti permette di realizzare tutto quello che vuoi.   Nella creazione di una newsletter, come in ogni cosa, esiste la chiave del successo, se non la segui, la tua newsletter sarà soltanto un’altra da eliminare all’istante. Potrei dirti di leggerti gli altri articoli di questo blog, dove parliamo di creare valore e veicolare informazioni utili, oppure raccomandarti di pensare ai tuoi scritti come persone e non solo come un indirizzo Mail, ma in realtà la cosa più importante da avere ben chiare in testa è la seguente: Occorre TEMPO! Solo “lui” puo\' promuoverti o bocciarti inesorabilmente. Diventare Email Marketers di successo vuol dire avere risultati concreti e misurabili, ma soprattutto essere capaci di consolidarli nel tempo. Internet viaggia velocemente, e le meteore non si contano piu\': se tu sarai in grado di diventare un “piccolo pianeta” (non importa la dimensione, ma la stabilità!) le persone si fideranno di TE.....ed allora avrai tutto il Successo che meriti! Nel momento che non trasmetterai più vero valore o , peggio ancora, dovessi smettere di pensare alle persone come tali (credimi, l\'ho visto fare tante volte...), tutto imploderà con le relative conseguenze Non voglio “spaventarti” ma solo farti rendere conto che c\'è da lavorare... e pure tanto! Quindi non ti abbattere MAI e non mollare MAI...e i risultati ARRIVERANNO


Leggi
Come evitare cancellazioni dalla tua Newsletter

Come evitare cancellazioni dalla tua Newsletter

Strategie Email Marketing Tecniche Email Marketing • marzo 28, 2018

Tutti sanno che è necessario fornire contenuti utili nelle newsletter, ovvero dare \"valore\" ai propri utenti Quello che non appare così chiaro a molti gestori di liste email è che non sempre le informazioni più utili, sono quelle desiderate dai propri lettori. Una Email deve essere rilevante per il lettore, non per il tuo business Ad esempio, immaginiamo che la tua newsletter riguardi il mondo delle auto, e che tu continui ad allegare foto ed immagini di Mercedes Benz ad ogni numero che esce. Le immagini sono davvero belle , coinvolgenti, mentre le informazioni che fornisci sono davvero utili e aggiornate. Senza che tu lo sappia però, c’è un piccolo problema...l’80% dei tuoi iscritti è interessato alle BMW . Adesso prova ad immaginare quanto deve essere noioso e frustrante per loro sentir parlare continuamente di Mercedes Benz in ogni numero.... E allora indovina cosa succede? Si cancellano dalla Newsletter e tu hai lavorato per niente! Ecco perché è importante fornire non solo materiale utile, ma anche rilevante. La maggior parte degli editori offre ai propri lettori ciò che loro PENSANO che i propri lettori vogliano.......il che rappresenta quasi sempre un CLAMOROSO autogol! E adesso, (come diceva Antonio Lubrano..) la domanda nasce spontanea... Come è possibile scoprire ciò che vogliono i lettori? Niente di più semplice: CHIEDIGLIELO ! Proprio così: chiediglielo! Usando l\'e-mail marketing è davvero facilissimo creare un piccolo sondaggio per chiedere i gusti specifici dei tuoi iscritti, ottenendo così dei feedback di grandissima importanza e straordinariamente dettagliati. Resterai sorpreso dalla varietà delle risposte e di come potranno risultare utili per migliorare l\'efficacia della newsletter. Con lo stesso metodo potrai inoltre ricevere commenti e feedback negativi, che ancora di più aiuteranno a migliorare il tuo progetto di me il marketing, correggendo errori che probabilmente non avevi considerato durante la strutturazione iniziale (non importa essere in buona fede o meno, gli errori in fase di creazione di strategie marketing sono all\'ordine del giorno…) La cosa straordinaria di questo approccio è che permette di ricevere a costo zero tutto il materiale necessario per incrementare e migliorare la base dei tuoi utenti, perché darai modo di far capire loro che ci tieni a fornirgli i migliori contenuti possibili e che siano di loro gradimento. Allo stesso tempo potrai gestire con facilità, riservatezza e discrezione anche quella parte di commenti o feedback negativi (è normale averne…) che resteranno confinati in una comunicazione riservata, che quindi potrà risolversi bonariamente e non andrà a impattare negativamente sulla brand awareness. (ovviamente dipenderà unicamente dalla tua professionalità convertire questo sentimento negativo in qualcosa di propositivo che vada a porre una soluzione efficace alla lamentela del tuo utente). Riassumendo, il segreto è che.... non esiste un segreto devi solo ascoltare cosa vogliono i tuoi utenti e come hai visto, non servono tecniche \"segrete\", devi soltanto domandarglielo e, ovviamente, accontentarli nel miglior modo possibile!


Leggi
Come creare una newsletter di successo

Come creare una newsletter di successo

Strategie Email Marketing Tecniche Email Marketing • marzo 21, 2018

Tutti desideriamo possedere una newsletter di successo, ma come fare per realizzarla? Iniziamo immaginando una scena di vita reale:  è mattina, ed è una stupenda giornata. Hai appena finito di creare un nuovo numero della tua newsletter, ci hai impiegato qualche ora a prepararla, l\'hai rivista e corretta, e adesso stai per spedirla. Premi il tasto “Invia” del tuo account Benchmark Email (apri il tuo account email marketing gratis cliccando qui) e tu puoi andare al bar a farti un buon caffè , prendere un po’ d’aria, leggere le ultime news, e magari scherzi con il barista.... Dopo 30 minuti torni a casa, dai un’occhiata e vedi che 874 iscritti hanno appena aperto e letto la tua newsletter e hai anche ricevuto  dei ringraziamenti :-) Sei felice ma non sorpreso...perché questo è ciò che accade ogni volta che invii un nuovo numero. E’ davvero confortante avere un pubblico di lettori così, eh? Specialmente quando vedi i tuoi concorrenti che si disperano perché i loro iscritti non si ricordano neanche di rinnovare l’iscrizione alla newsletter! ;-) Tu invece hai un pubblico che ama leggere il materiale che invii loro, che lo raccomandano ad amici e parenti, diffondendo la TUA Newsletter e procurandoti altre iscrizioni, senza che tu alzi un dito per farti pubblicità. Seduto davanti al computer mentre osservi le statistiche di lettura, hai la conferma di cio\' che già sapevi, e cioè che hai una Newsletter di successo! OK, e adesso....TORNIAMO SULLA TERRA :-) questa cosa accade a pochissime persone, pero\', diciamoci la verità: non sarebbe fantastico se la tua newsletter fosse così? La buona notizia è che tutto questo è possibile! Ma il successo non viene mai per caso. Esiste sempre una formula che, passo dopo passo ti permette di realizzare tutto quello che vuoi. Se una persona riesce a raggiungere un determinato risultato, ciò vuol dire che puoi farlo anche tu, al 100%! Hai solo bisogno di sapere i passi che questa persona ha compiuto e seguire la formula...In questo modo otterrai i suoi stessi risultati. Nella creazione di una newsletter, come in ogni cosa, esiste la chiave del successo. Se non la segui, la tua newsletter sarà soltanto un’altra da eliminare all’istante. Se al contrario, decidi di seguire la strada che altri, prima di te, hanno fatto e che li ha portati al successo, i tuoi iscritti leggeranno ogni tua newsletter, e la raccomanderanno ad amici e parenti. E una volta ottenuti i primi risultati non avrai ancora realizzato un bel niente! Ricorda sempre che occorre TEMPO! Solo “lui” puo\' promuoverti o bocciarti inesorabilmente. E restare Email Marketers di successo non vuol dire soltanto avere risultati , ma soprattutto consolidarli nel tempo. Internet viaggia velocemente, e le meteore non si contano piu\': se tu sarai in grado di diventare un “piccolo pianeta” (non importa la dimensione, ma la stabilità!) le PERSONE si fideranno di TE.....ed allora avrai tutto il Successo che meriti! Non voglio “spaventarti” ma solo farti rendere conto che c\'è da lavorare... e pure tanto! Così come saranno tante le delusioni, ma sappi che fanno parte di questo meraviglioso lavoro, quindi non ti abbattere e non mollare: MAI! I risultati arriveranno.


Leggi
Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (RGPD) Tutto quello che devi sapere.

Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (RGPD) Tutto quello che devi sapere.

Strategie Email Marketing • marzo 15, 2018

Il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD) mira a rafforzare e unificare il trattamento dei dati personali dei cittadini europei, armonizzando le norme statali per adattarle a un ambiente sempre più internazionale. Attualmente, i 28 paesi che compongono l\'Unione Europea hanno le proprie leggi in materia e le applicano nei loro rapporti commerciali internazionali, il che rende difficile esercitare il diritto alla protezione dei dati personali. Il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati contiene una vasta gamma di requisiti che hanno un impatto su tutte le aziende, indipendentemente dal settore o dalle dimensioni, e che spesso coinvolge  varie aree di un\'azienda. Diventa operativo il 25 maggio 2018, due anni dopo l\'entrata in vigore del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, sulla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento e libera circolazione dei dati personali. In questo articolo vogliamo aiutarti a capire che cosa devi fare per rispettare questo nuovo regolamento e assicurarti che Benchmark, il vostro strumento di Email Marketing, si è adattato a esso.. Il nuovo RGPD non elimina le legislazioni nazionali ma le armonizza in molti aspetti, ma è anche vero che i responsabili devono prima assumere che lo standard di riferimento è il RGPD e non Standard nazional. Se sei attualmente in regola con quanto richiesto dal garante per la protezione dei dati personali, hai già un buon punto di partenza. Certamente dovrai apportare delle modifiche in base alla corretta applicazione di questo nuovo regolamento. Ci sono tre aspetti fondamentali che devi tenere in considerazione nella tua strategia di email marketing, sono: consenso, accesso e raccolta dati. CONSENSO Secondo l’articolo 4 (11), «consenso dell\'interessato»: qualsiasi manifestazione di volontà libera, specifica, informata e inequivocabile dell\'interessato, con la quale lo stesso manifesta il proprio assenso, mediante dichiarazione o azione positiva inequivocabile, che i dati personali che lo riguardano siano oggetto di trattamento. Come accenna la definizione, il consenso dell\'utente deve essere inequivocabile ed anche esplicito. Con queste due parole, qualsiasi scenario di ambiguità viene eliminato. (32) Il consenso dovrebbe essere espresso mediante un atto positivo inequivocabile con il quale l\'interessato manifesta l\'intenzione libera, specifica, informata e inequivocabile di accettare il trattamento dei dati personali che lo riguardano, ad esempio mediante dichiarazione scritta, anche attraverso mezzi elettronici, o orale. Ciò potrebbe comprendere la selezione di un\'apposita casella in un sito web, la scelta di impostazioni tecniche per servizi della società dell\'informazione o qualsiasi altra dichiarazione o qualsiasi altro comportamento che indichi chiaramente in tale contesto che l\'interessato accetta il trattamento proposto. Non dovrebbe pertanto configurare consenso il silenzio, l\'inattività o la preselezione di caselle. Il consenso dovrebbe applicarsi a tutte le attività di trattamento svolte per la stessa o le stesse finalità. Qualora il trattamento abbia più finalità, il consenso dovrebbe essere prestato per tutte queste. Se il consenso dell\'interessato è richiesto attraverso mezzi elettronici, la richiesta deve essere chiara, concisa e non interferire immotivatamente con il servizio per il quale il consenso è espresso. Per esempio: Ho appena partecipato a una fiera, per tutto il giorno, ho collezionato una serie di biglietti da visita, con cui creerò un database, che poi caricherò sul mio account di email marketing di Benchmark. Agli occhi del RGPD, è legale? No. Il fatto che tu abbia interagito e stabilito relazioni commerciali con individui diversi non ti dà il diritto di trattare i suoi dati personali, anche se verbalmente la persona ti ha dato il consenso. Il RGPD stabilisce che questo consenso deve essere inequivocabile ed esplicito e, pertanto, dimostrabile prima di un controllo. Per questo motivo deve esserci un documento o mezzo per cui l\'utente finale conferisce al responsabile del trattamento dei dati lo scopo con cui i dati saranno utilizzati e il loro consenso. → RACCOMANDAZIONE: Verifica il tuo metodo di acquisizione dei dati ed elimina qualsiasi ambiguità. Analizza il tuo database e rimani con tutti i contatti di cui puoi comprovare la loro acquisizione. ACCESSO I responsabili del trattamento dei dati devono fornire agli utenti un accesso facile e visibile. Il responsabile deve articolare le procedure che consentano facilmente agli interessati di dimostrare di aver esercitato i loro diritti tramite mezzi elettronici. Il responsabile avrà un mese per rispondere al cliente, estendibile a due nel caso di richieste complesse, che sia in elaborazione la richiesta del cliente. Nel caso del nostro strumento di Email Marketing, il Centro preferenze consente all\'utente di accedere per correggere i propri dati o annullare l\'iscrizione. All\'interno di questo punto, c\'è un nuovo diritto, che è il DIRITTO ALL’OBLIO (Articolo 17), l\'utente può esercitare il diritto di cancellare i propri dati per sempre. Abbiamo selezionato due dei sei punti inclusi nel punto 1 entro il quale l\'utente finale potrebbe esercitare il suo diritto: i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati; i dati personali sono stati trattati illecitamente; ACQUISIZIONE Il RGPD sostiene la semplicità nella raccolta dei dati. Gli addetti al marketing di solito richiedono più informazioni del necessario per finire all\'invio di una newsletter alla settimana, quindi in questo nuovo regolamento incoraggia a raccogliere i dati minimi, necessari per la nostra attuale strategia e non raccogliere più dati inutili pensando che forse ne abbiamo bisogno in un futuro. Se ciò che vogliamo ottenere è informare il nostro database delle nostre promozioni, con le quali compilare il nome e la posta elettronica è sufficiente. BREXIT Il 2019 è l\'anno in cui il Regno Unito non farà più parte dell\'UE, e con questo il regolamento non si applicherà. Non è ancora noto come il Regno Unito si occuperà dell\'adattamento delle sue società al trattamento dei dati personali, ma si prevede che formulerà un regolamento simile che equipara entrambe le regioni. Cosa succede se non adempio con il RGPD? Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati contiene una serie di strumenti per l\'applicazione delle nuove norme e prevede sanzioni e ammende. Se viene imposta una multa, si baserà su un\'attenta valutazione e terrà conto di una serie di fattori: la gravità e la durata della violazione; il numero di persone colpite e il livello di danno subito; la natura intenzionale dell\'infrazione; qualsiasi azione intrapresa per arginare il danno; il grado di cooperazione con l\'autorità di controllo. Il regolamento stabilisce due limiti di ammende se le regole non sono rispettate. Il primo limite stabilisce ammende fino a un massimo di 10 milioni di euro o, nel caso di un\'impresa, fino al 2% del fatturato annuo a livello mondiale. Questa prima categoria di sanzione si applicherà, ad esempio, se un controllore non effettua valutazioni di impatto, come richiesto dal regolamento. Il massimale delle ammende raggiunge fino a 20 milioni di euro o il 4% del fatturato annuo a livello mondiale. Un esempio potrebbe essere una violazione dei diritti delle parti interessate ai sensi del regolamento. Le multe sarebbero regolate in base alle circostanze di ogni singolo caso. Questi tre aspetti discussi in tutto l\'articolo sono i principali che devi tenere in considerazione quando sviluppi la tua strategia di email marketing. BENCHMARK Come sempre Benchmark, nell\'ambito della sua Informativa sulla privacy, sviluppa e soddisfa i requisiti del presente regolamento, avendo adattato il modo di lavorare ad esso. Proprio come è successo con l\'accordo Privacy Shield in cui ci danno una certificazione di aderenza, nel caso del RGPD consiste nell\'adempimento dello stesso senza alcun tipo di certificazione. Il nostro obiettivo in Benchmark è trasmetterti la tranquillità e la sicurezza che i tuoi dati vengono trattati in base al nuovo RGPD. Per aiutarti in questo periodo transitorio di adattamento, abbiamo pensato a un webinar \"Email Marketing e RGPD: cosa puoi e cosa non puoi fare\" che faremo in data 11 aprile 2018 alle 15:00, clicca qui per registrarti. Oltre a risolvere i tuoi dubbi, verrà condivisa una Guida al Regolamento, con tutte le informazioni utili. Per la prima volta, l\'UE si dimostra unita e segna un cambio nel modo in cui i dati personali dovrebbero essere trattati, e obbliga il resto dei paesi, senza eccezioni, a seguire questo regolamento se vogliono gestire i dati dei cittadini europei. Se hai trovato interessante l’argomento non esitare a condividere l’articolo. E tu che ne pensi di questi cambiamenti? Facci sapere la tua nei commenti. Alla prossima!


Leggi
Cos’è l’email marketing e come ne parleremo nel 2018

Cos’è l’email marketing e come ne parleremo nel 2018

Strategie Email Marketing • marzo 14, 2018

A volte per riuscire a fare un passo in avanti è necessario farne due indietro, vero? Per questo abbiamo deciso di iniziare una nuova linea di comunicazione che tra poco ti spiegherò nel dettaglio. Ma prima di cominciare, vediamo di rispondere ad una semplicissima domanda: cos\'è l\'email Marketing? L\'Email Marketing è lo strumento pubblicitario più\' potente disponibile su Internet, attraverso il quale è possibile entrare e mantenere il contatto con i tuoi potenziali clienti, amici, estimatori, colleghi etc.. Ogni giorno nel web si muovono miliardi di email proprio perchè è uno strumento immediato, potente, facile e automatico. Tuttavia, a differenza di quanto si crede, l\'email marketing ha requisiti tecnici precisi e Leggi da rispettare, e per questo può\' essere svolto solo attraverso sistemi specifici: A cosa serve? Le possibili applicazioni sono moltissime e risulta difficile riassumerle in un breve elenco. A puro titolo di esempio: - Fornisce informazioni dettagliate per ogni tuo prodotto o servizio, sia in prevendita che post-vendita. - Manda gli auguri di Buon Natale ai Tuoi clienti, programmandoli ANNI prima e...senza dimenticarselo ;-) - Invia un mini corso gratuito, spedendo una volta ogni x giorni: indispensabile per chi fa Internet Marketing e Business online! - Spedisce Offerte Speciali, ad esempio regalando un buono sconto sui prossimi acquisti - Invia le Tue Newsletter alle Tue Mailing List con 1 click del mouse ….e così via !!! E tutto questo viene eseguito automaticamente, indipendentemente dal numero di persone che devi contattare/gestire: avere 100 o 1.000 clienti non fa differenza! Non devi neanche tenere acceso il computer, perché il sistema lavora per te 365 giorni all’anno, 7 giorni su 7, 24 ore al giorno !! Benchmark Email è uno dei più potenti sistemi al mondo che permette di fare tutto questo e molto di più in modo facile e intuitivo grazie ad una piattaforma usabile e snella e che puoi provare da subito gratuitamente aprendo un piano a costo zero sul sito italiano Ma Benchmark Email vuole fare molto di più: essere vicina ai propri utenti, aiutandoli a migliorare le proprie conoscenze nel campo dell\'email marketing così che si possano creare delle newsletter di successo e ottenere i migliori risultati possibili dall\'utilizzo di questo potentissimo strumento. Come recitava un vecchio spot televisivo: \"La potenza è nulla senza controllo\", e questo ovviamente vale anche per l\'email marketing. Essendo uno strumento incredibilmente potente ed efficace, al pari di una potentissima macchina da corsa, se usato nel modo errato potrebbe produrre spiacevoli conseguenze. Allo stesso modo non è sufficiente avere un\'auto potentissima per diventare piloti da corsa, quindi anche nell\'email marketing è necessario avere le informazioni giuste e il minimo di competenza necessaria per poter capire come questi sistemi possono aiutare il nostro business e comportarsi di conseguenza. Lo staff di Benchmark Email Italia vuole proprio fare questo attraverso una campagna di comunicazione totalmente rinnovata che parte nel 2018, e volta essenzialmente a educare, informare e soprattutto aiutare tutti i propri utenti e clienti ad un utilizzo consapevole, sicuro e possibilmente estremamente profittevole dell\'email marketing mediante l\'utilizzo della nostra eccezionale piattaforma. Per questo motivo abbiamo amplificato le nostre modalità di comunicazione come segue: Blog https://blog.benchmarkemail.com/it/ Appuntamento fisso ogni mercoledì con un nuovo post che fornirà sempre informazioni utili e pratiche a tutti coloro che vogliono fare del marketing nel modo corretto. Gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/bmeitalia/ Il gruppo sarà il nostro personale \"punto d\'incontro\", dove potremo scambiarci informazioni, opinioni, suggerimenti, feedback, ma anche e soprattutto riuscire a mettere in relazione le molteplici esperienze che scaturiranno dall\'utilizzo della piattaforma da parte di tutti i nostri utenti. Pagina Facebook https://www.facebook.com/BenchmarkEmailItalia/ Gli aggiornamenti della piattaforma, i link agli articoli ed eventuali promozioni saranno inseriti nella pagina ufficiale. Newsletter Siamo una piattaforma di email marketing, e quindi non possiamo non avere la nostra newsletter! Useremo le email per mantenerti informato su tutto quello che facciamo durante il mese, inviandoti una email di riepilogo su tutto quello che abbiamo fatto nei 30 giorni precedenti e aiutarti così a non perderti informazioni che potrebbero essere importanti. Trovi il modulo su https://www.benchmarkemail.com/it/ (in fondo alla pagina)


Leggi
1 2 3 4 5 6 7 24