Utilizzare una piattaforma di Email Marketing non si basa sul semplice invio di email, ma è il mezzo per coinvolgere i tuoi clienti.

Secondo un’indagine statistica di Demand Metrics, le tre principali ragioni per cui le aziende decidono di fare email marketing sono:

  1. Comunicare con i propri clienti
  2. Acquisire potenziali clienti
  3. Promuovere il proprio brand

Tra le altre motivazioni ci sono anche aumentare le vendite e solo il 3% non ha nessun obiettivo. E il tuo obiettivo qual è?

Ricordati che è fondamentale stabilire un obiettivo per sviluppare una strategia.

Come devi interpretare i risultati della tua prima campagna?

Quando accedi ai report delle email inviate ti trovi davanti ad una schermata come questa:

A prima vista trarre delle conclusioni da questi dati è un po’ difficile, per questo più in basso forniamo delle percentuali:

Adesso è più semplice analizzare i dati per migliorare le prossime campagne.

In questo esempio abbiamo una campagna informativa composta da solo testo e un logo. È stata inviata ad una lista di contatti acquisita dal 2017 dove ogni giorno si aggiungono nuovi iscritti. Andiamo a vedere meglio i risultati:

  • PERCENTUALE APERTURE: possiamo definirlo molto buono. Si nota che è una campagna con informazioni utili per gli iscritti. Il prossimo obiettivo è arrivare ad un 35%.
  • PERCENTUALE RESPINTE: diciamo che siamo al limite. L’ideale è portare la percentuale il più vicino possibile allo zero, per questo è importante una manutenzione costante della lista, nell’articolo sulla pulizia della lista ti diamo alcuni utili consigli.

Adesso andiamo a vedere le interazioni:

Nella sezione Interazione dei clic, troviamo tutte le informazioni relative ai click sui collegamenti. Cliccando sul numero, abbiamo una specifica completa con informazioni come indirizzo email, nome dell’iscritto e data del clic.

Questa campagna essendo solo a titolo informativa aveva un solo link inserito nel logo, per questo abbiamo un tasso di clic così basso. I click si calcolano sempre in base alle aperture.

È difficile stabilire con precisione un tasso di clic ideale, dipende dal tipo di obiettivo che ha l’email (informativo o vendita) e da come viene disegnata (utilizzo di link, CTA call to action). Se il tuo obiettivo principale è il clic allora il tasso non deve essere inferiore al 1%, in caso contrario devi rivedere la tua strategia di comunicazione o presentazione.

Inoltre, sempre in questa sezione trovi i link cliccati e quante volte gli iscritti li hanno visitati.

Un altro strumento molto utile all’interno del report è la Mappa dei Click, qui hai una panoramica della campagna dove vengono evidenziati i link e la percentuale di click ricevuti:

Puoi anche analizzare il numero di clienti che si sono cancellati dalla tua lista e facendo clic sul numero sarai in grado di leggere le motivazioni.

Un aspetto che non devi sottovalutare è il tasso di lamentele o segnalazioni, questo indica il numero di iscritti che hanno considerato la tua campagna come spam. Anche in questo caso facendo clic sul numero potrai visualizzare i dettagli, come vedi nella foto qui in basso.

 

Anche in una lista costruita con il double opt-in è possibile ricevere delle segnalazioni di spam, soprattutto nei casi in cui non si utilizza la lista da tempo. È possibile che dopo tempo senza ricevere nulla da te, gli iscritti si dimentichino dell’iscrizione fatta. Se invece ricevi varie segnalazioni, è il caso di verificare e analizzare nuovamente il processo di acquisizione dei contatti.

Il consiglio che noi diamo ai nostri clienti è di inserire sempre questi bottoni nel footer per avere un maggior numero di dati.

Subito dopo le segnalazioni di abuso, troviamo gli inoltri. In questa sezione, già come indicato dal nome trovi chi ha ricevuto la tua campagna grazie ad un inoltro.

Nel finale di questa scheda troviamo un grafico con il rendimento orario della campagna:

Questo grafico è indispensabile per conoscere le abitudini dei nostri iscritti. Come puoi vedere in questo esempio, la campagna è stata inviata il 22 giugno alle ore 07:30 del mattino. In questo caso era un venerdì, e dal grafico vediamo che la maggior parte degli utenti hanno aperto l’email il sabato 23 alle 10 del mattino e l’altra parte degli iscritti l’ha aperta il lunedì mattina. Cosa si evince da questi dati? Che la maggior parte degli utenti legge le email al mattino quando arriva in ufficio.

Adesso sappiamo quando inviare le nostre campagne per ottenere un tasso di apertura migliore.

Hai a disposizione anche la mappa di geolocalizzazione, per sapere in quale parte del mondo vengono lette le tue campagne.

Se invii le tue emails in vari paesi è un dato molto interessante avere la posizione delle aperture. Tieni anche a mente che la localizzazione viene fatta tramite gli indirizzi IP. Se sono impostati come IP Statico i dati sono da ritenersi corretti, nel caso in cui siano impostati come IP Dinamico viene attribuita la posizione in base alla zona di apertura di quel momento.

Tutti i dati sono esportabili come PDF o Excel, inoltre in caso hai attivato dei sub-account puoi condividere la campagna anche con i sub-account.

Quali risultati mi devo aspettare dal mio primo invio?

Rispondere a questa domanda non è una cosa semplice visto che ci sono moltissimi fattori che influenzano i risultati come per esempio:

  • Lista contatti vecchia
  • Lista contatti verificata
  • Lista contatti recente
  • Disegno dell’email
  • Oggetto utilizzato
  • Dominio pubblico o privato
  • Corretta configurazione dei record SPF e CNAME
  • Avere una IP Dedicata

E questi sono solo alcuni dei fattori.

Per adesso ti possiamo consigliare di stabilire come obiettivo queste percentuali:

  • Tasso aperture: 15%
  • Tasso respinte: 2%
  • Tasso cancellazione: 0,75%
  • Tasso segnalazione abuso: 0,05%

Se non riesci ad ottenere questi risultati, contatta pure il nostro supporto, saremo più che felici di aiutarti. Se non hai ancora provato la nostra piattaforma clicca qui per aprire il tuo account di prova gratuita.

Adesso non ti rimane che iniziare a inviare le tue campagne e analizzare i dati.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.