Perché le email natalizie non fanno vendere

Tempo di lettura: 2 Minuti Strategie Email Marketing

Ascolta il Podcast

Tutti gli anni, quando si avvicinano le feste di Natale, tutti dicono :

“dobbiamo inviare le email con le offerte di Natale”

Alcuni mandano email spot (non fatelo) , mentre quelli un po’ più bravi cominciano una campagna di email marketing

I risultati sono sempre molto ma molto inferiori alle nostre attese per lo stesso identico motivo del quale abbiamo parlato molte volte in altri articoli di questo blog e di cui continueremo a parlare.

Mi riferisco al fatto di pensare agli strumenti di marketing  come una specie di interruttore neurale che attiva gli esseri umani spingendoli a comprare i nostri servizi i nostri prodotti.

Non funziona così.

In realtà lo sappiamo bene, perché nessuno di noi compra se gli arriva un messaggio in cui gli dice “compra questo oggetto“, giusto?

Non funziona con il 99% delle persone….eppure continuiamo a commettere gli stessi errori.

Nel periodo natalizio, se possibile, questa cosa aumenta in termini numerici, ovvero ci arrivano sempre più comunicazioni con offerte di ogni tipo e…. le ultime “novità”?!?!?

Dobbiamo renderci conto di de cose:

  • Le novità ormai sono ovunque per 365 giorni l’anno
  • Gli sconti e le promozioni sono ovunque per 365 giorni all’anno

Cosa possiamo fare per non mischiarsi a questo fiume inutile di informazione, che non produce risultati?

Come al solito offrire la nostra competenza, ad esempio consigliare i nostri utenti a fare degli acquisti mirati o specifici .

Ad esempio invece di mandare una offerta con lo sconto per un Phon (che comunque potrebbe trovare su un megastore online al 10% in meno del tuo sottocosto...), magari facciamo una campagna in cui parliamo di bellezza e cura della persona, all’interno della quale facciamo uno una mail in cui parliamo di cura dei capelli un’altra mail in cui parliamo di cura delle unghie etc…

Ovviamente all’interno di queste comunicazioni inseriremo anche un link che riportano a quel particolare tipo di phon che permetterà un’acconciatura bellissima e che guarda caso Voi vendete nel vostro negozio (fisico o online) e che potete consigliare in base alle vostre competenze

L’offerta esiste lo stesso all’interno del nostro messaggio, ma il nostro messaggio NON è l’offerta : ecco cosa può fare la differenza!

Forniamo informazioni (utili e attendibili), se l’utente vuole approfondire potrà farlo sul nostro sito, sulla nostra pagina Facebook o dove volete voi, ma avrà anche la possibilità di visualizzare quel prodotto che voi consigliate.

Tutti sanno questa cosa, tutti si dicono d’accordo su questa cosa, ma io vi posso garantire che 9 volte su 10 non viene fatta!!

E meno che mai viene fatta durante le feste di Natale dove tutti si riducono all’ultima settimana a fare le classiche offerte via email

Ovviamente il nostro destinatario avrà in quei giorni la casella di posta più che intasata (e lo smartphone pure...) quindi è evidente che noi finiremo nel cestino e magari saremo anche accusati di fare spam…il tutto per qualcosa che comunque non funziona: ne vale la pena?

La regola è sempre la stessa , ovvero che non ci sono “soluzioni magiche”: bisogna utilizzare soltanto il buon senso e il fatto che siamo vicini a una festa natalizia non cambia il senso di tutto questo, anzi lo amplifica, perché nel fiume dei messaggi “compra, compra , compra” noi risulteremo gli unici che dicono “ti offre informazioni utili”

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.

Customer Engagement Specialist

avatar
  Iscriviti  
Notifica se