Strategie per migliorare i tassi di apertura delle Email

Tempo di lettura: 2 Minuti Strategie Email Marketing

L’email marketing si misura con percentuali. Email aperte. Link cliccati. Sondaggi risposti. E, più importante di tutti, il dato sulle email consegnate, cioè arrivate correttamente nelle caselle di posta dei destinatari.

La buona notizia è che puoi usare accorgimenti che consentono di aumentare le chance di corretta consegna delle email. Non puoi avere tutto sotto il tuo controllo – ad es. i filtri anti-spam sono complicati – ma ci sono alcune semplici regole che possono aumentare le probabilità che le tue newsletter arrivano a destinazione senza essere filtrate. Ecco alcuni modi per ottenere questo.

1. Usa un nome mittente “DA” riconoscibile

I destinatari devono saper riconoscere immediatamente chi è il mittente dell’email, quindi usa il tuo nome o il nome della tua azienda.

2. Usa un oggetto chiaro

Mai sottovalutare l’importanza di un oggetto interessante, ben costruito ed efficace. Un buon oggetto non solo anticipa al destinatario il contenuto dell’email, ma è in grado di far risaltare la tua email tra le centinaia di altre presenti nella posta.

3. Tieni conto del riquadro e del testo di anteprima presente in alcuni programmi di posta

Considera che un destinatario potrà leggere la tua email senza necessariamente cliccarci sopra. Infatti qualcuno potrebbe dare una rapida occhiata alla tua email attraverso il riquadro di anteprima, e solo se questa attira la sua attenzione la aprirà a schermo intero per leggerla con più attenzione. Per ottimizzare l’utilizzo del riquadro di anteprima, è necessario inserire informazioni coinvolgenti e interessanti nelle prime righe dell’email. Ad esempio Outlook usa riquadri di anteprima, mentre in Gmail potrebbe esserci solo un breve testo di anteprima accanto all’oggetto (maggiori info in questo articolo)

4. Crea liste di iscritti double opt-in

Avere iscritti tramite procedura optin significa avere la conferma di iscrizione tramite clic su un link di verifica. Solo dopo il clic sul link di verifica l’utente diventa un iscritto.Questa procedura riduce iscrizioni fraudolente e reclami di spam, che possono rovinare la deliverabilità delle tue campagne.

5. Usa l’autenticazione

Alcuni protocolli di autenticazione sono Yahoo DomainKeys e SPF che garantiscono ai provider di posta dei destinatari la provenienza sicura e veritiera delle email. Il loro compito è infatti scovare quei spammers che mandano email con un mittente falsificato, fingendosi di essere qualcun altro… , Con Benchmark Email l’autenticazione delle email è attivata di default, per questo motivo il tuo indirizzo mittente deve essere sempre verificato e confermato.

6. Aggiorna le tue liste

Una lista che non viene pulita da indirizzi obsoleti o bounce o cancellazioni comporta un basso tasso di aperture e potrebbe anche danneggiare la reputazione delle tue campagne. La tua reputazione può essere compromessa con l’invio di messaggi continui a indirizzi non validi o inesistenti. L’utilizzo di un provider di servizi email (ESP), come Benchmark Email facilita la gestione e la pulizia delle liste e salvaguarderà la tua reputazione perché ti offre strumenti efficaci per eliminare indirizzi inesistenti o non validi.

Il modo più facile per coinvolgere i tuoi iscritti.

Con Benchmark potrai coinvolgere i tuoi iscritti e lead nel tuo Email Marketing. Il nostro obiettivo è quello di darti gli strumenti e i mezzi migliori per raggiungere il tuo successo.

avatar
  Subscribe  
Notificami