Tag: email

Integrazione Benchmark Email e Eventbrite

Integrazione Benchmark Email e Eventbrite

Strategie Email Marketing • ottobre 9, 2015

Stai usando Eventbrite per creare e gestire i tuoi eventi? Adesso hai la possibilità di aumentare i partecipanti ai tuoi eventi grazie alla nuova integrazione tra Benchmark Email ed Eventbrite. Si tratta di una integrazione a livello di template, che significa che gli eventi restano in EventBrite ma con Benchmark Email potrai promuoverli inviando inviti via email a tutti i tuoi clienti, visitatori e potenziali interessati. Puoi integrare facilmente il tuo account Eventbrite dalla pagina delle Integrazioni raggiungibile dal Menu Utente in alto a destra del tuo account. Oppure potrai scegliere un modello di email che si integra con EventBrite durante il processo di creazione della campagna. Ecco i semplici passi da seguire: Effettua il login in Benchmark Email Clicca su Crea Email e scegli l\'Editor Drag & Drop Completa lo step 1 \"Descrizione\" Completa lo step 2 \"Lista\" Clicca \"Template\" Usa il filtro Integrazioni > Eventbrite Seleziona un Modello Eventbrite Ti verrà chiesto di inserire le tue credenziali di accesso di Eventbrite Seleziona il Modello Seleziona l\'Evento E\' importante ricordare che, dopo aver integrato un evento con una email, se effettui modifiche su quell\'evento dal tuo account Eventbrite non verranno automaticamente viste in Benchmark. Dovrai quindi aggiornare manualmente le informazioni nella email creata.


Leggi
I Problemi delle Immagini nelle Campagne Email

I Problemi delle Immagini nelle Campagne Email

Strategie Email Marketing • ottobre 3, 2015

Usare le grafica o non usare la grafica - questo è il dilemma di molti che lavorano nell\'email marketing. Da un lato, la grafica può rappresentare in modo chiaro ed elegante parte del messaggio. Si può infatti inserire nell\'immagine il testo attraverso Photoshop e può essere utilizzata per animare la narrazione, oppure può essere utilizzata strategicamente sotto la firma per invitare i lettori a cliccare su una pagina di destinazione. D\'altra parte, le immagini possono anche ostacolare comunicazioni se non sono adeguatamente scaricate e visualizzate. Ci sono diverse cause per cui questo accade. La radice del problema sta nel tipo di server email. Il fatto è che non tutti i server di posta elettronica sono uguali. Alcuni saranno più propensi a scaricare immagini e altri (come Outlook) lo sono meno. Outlook, che è l\'email aziendale più utilizzato al mondo, è un problema per molti - e c\'è l\'errata commune opinione che non c\'è modo per bypassare il blocco delle immagini. Invece esiste. Ci sono 3 ragioni per cui le immagini vengono bloccate dai server come Outlook: E\' stato impostato un blocco di contenuti esterni La cartella di file temporanei SecureTemp è “piena” E\' stata abilitata l\'impostazione “segnaposto immagini” in Outlook o in Word Se molti dei tuoi destinatari usano Outlook puoi inviare loro le istruzioni per sbloccare le immagini in Outlook attraverso pochi semplici steps. La  soluzione ideale comunque è di far effettuare queste operazioni da remoto da qualcuno che ha già esperienza con le impostazioni email. Un\'altro server molto popolare è Gmail, che ha gli stessi problemi di download immagini come in Outlook. Per bypassare l\'ostacolo, bisogna avvisare i destinatari di disabilitare le impostazioni HTTPS del loro account Gmail. Oltre a Outlook e Gmail, si incontrano problemi anche con Hotmail, Yahoo e la tecnologia mobile. In tutti i casi, si dovrà comunicare agli utenti iscritti di controllare le impostazioni del proprio server email in quanto non si può sapere quali sono i vari tipi di server utilizzati e sono centinaia. La soluzione è inviare un\'email di testo che elenca i passaggi per vari server. La soluzione migliore è affidarsi rigorosamente a una piattaforma di email marketing come Benchmark Email. L\'unico modo sicuro per aggirare il problema della grafica è utilizzare un modello email per tutte le newsletter. Il modello farà in modo che le immagini, gif e video siano nel giusto posto e avrà attiva l\'opzione di visualizzazione solo testo e HTML. In questo modo, anche coloro che per propria decisione non vogliono scaricare immagini, potranno leggere comodamente la vostra newsletter


Leggi
Integrazione Benchmark Email SurveyMonkey

Integrazione Benchmark Email SurveyMonkey

Strategie Email Marketing • settembre 28, 2015

Invii di solito sondaggi ai tuoi clienti tramite SurveyMonkey? Adesso potrai ottimizzare questo canale per ottenere sempre più feedback dai tuoi clienti grazie alla nuova integrazione tra Benchmark Email e SurveyMonkey. Si tratta di una integrazione a livello di template, cioè abbiamo creato dei modelli preimpostati con cui inviare via email i questionari ai tuoi clienti o prospect!. Puoi integrare il tuo account SurveyMonkey dalla sezione Integrazioni presente nel menu in alto a destra. Oppure puoi richiamare l\'integrazione durante il processo di creazione di una email, durante la scelta del modello. Ecco i passi da seguire: Effettua il login in Benchmark Email Clicca su Crea Email e scegli l\'Editor Drag & Drop Completa lo step 1: \"Descrizione\" Completa lo step 2: \"Lista\" Clicca \"Template\" Dai Filtri seleziona Integrazioni > SurveyMonkey Seleziona il Template SurveyMonkey Effettua il login in SurveyMonkey Seleziona il Template Seleziona il Sondaggio e il Link Web Clicca Avanti per procedere Ci sono diversi modelli che puoi scegliere. Tutto è personalizzable tranne la URL del bottone. Grazie a questa integrazione potrai inviare i tuoi sondaggi e questionari creati su SurveyMonkey via email ai tuoi clienti con la potente piattaforma di Benchmark Email. In Benchmark Email potrai visualizzare i dati sulle email inviate, lette, click sul pulsante del questionario, mentre in SurveyMonkey vedrai i report relative alle risposte del questionario.


Leggi
Vieni a trovarci all’eCommerce Expo 2015

Vieni a trovarci all’eCommerce Expo 2015

Strategie Email Marketing • settembre 13, 2015

Appunti per l\'eCommerce Expo 2015: Dove si tiene? Olympia di Londra Dove ci trovi? Stand 382 Quando? 30 Settembre - 1 Ottobre L\' eCommerce Expo 2015 che si terrà all\'Olympia Conference Centre di Londra,è un evento chiave nel mondo dell\'eCommerce ed è imperdibile per aziende sia grandi che piccole. Avrà luogo dal 30 Settembre al 1 Ottobre e non solo è gratuito ma è anche ricco di contenuti formativi: scegli tra oltre 70 sessioni si seminari, visita oltre 180 tecnologie di ecommerce e fornitori di prodotti, incontra start-up innovative  e ottieni consulenze dagli esperti del settore. Per Benchmark Email si tratta della prima esposizione in UK e quindi è l\'opportunità perfetta per venire e incontrarci di persona allo stand 382. Non vediamo l\'ora di incontrarti, troverai anche il nostro team di supporto tecnico che sarà felice di rispondere alle tue domande. Non dimenticare,  CLICCA QUI per registrarti all\'evento e incontrare Benchmark Email. Siamo sicuri che sarà amore a prima vista ;)


Leggi
5 Cause per cui la tua campagna email va in spam

5 Cause per cui la tua campagna email va in spam

Tecniche Email Marketing • settembre 4, 2015

Avrai sicuramente notizie entusiasmanti da dare ai tuoi iscritti nella newsletter settimanale. Potrai anche avere un team di professionisti che creano contenuti per la tua email. E anche un\'ottima lista di destinatari. Ma probabilmente non hai fatto i conti con i famigerati filtri  anti-spam. Di recente ho parlato con alcune persone che non si spiegavano come mai le campagne, anche avendo ottime liste di iscritti ottenute con doppio opt-in, avevano bassi tassi di apertura. Da controlli abbiamo riscontrato che molte email finivano direttamente nella cartella spam. Ecco alcune delle motivazioni. Oggetto Inappropriato Il testo presente nell\'oggetto è la prima cosa che viene verificata. Se il tuo oggetto è molto “animato” con uso eccessivo di punti esclamativi e simboli speciali allora è molto più probabile che il filtro anti spam blocchi la campagna. I filtri possono scattare per l\'uso di alcuni simboli speciali, per la parole come per esempio “gratis” o per la lettera “X”. Evita quindi quelle parole che possono essere rischiose. Cancellazione Difficoltosa Anche se la tua email è ricca di informazioni utili, ci sarà sempre qualcuno che vorrà cancellarsi. Se non hai un metodo chiaro e veloce per far cancellare un utente dalla newsletter tramite ad esempio un link di disiscrizione, è probabile che l\'utente segnali l\'email come spam. Errori di Email Server Alcuni server email hanno filtri anti-spam più sensibili rispetto ad altri. Quindi per qualcuno la tua email passerà e per altri verrà bloccata, tutto dipende dagli algoritmi usati dai vari server. Su questo quindi non puoi avere alcun controllo. Occhio alle immagini La tendenza nelle campagne email è quella di avere contenuti visivamente ricchi con collegamenti selettivi sui vari contenuti. Per fare questo è necessario utilizzare dei modelli. Chi non ha esperienza di solito crea una grande immagine e la incorpora nella propria email. Questo non funziona. Il motivo è perché i filtri anti-spam bloccano questo tipo di email perché di solito è dove si nasconde un contenuto sospetto. Quindi cerca di creare un modello adeguato che si adatta alla tua grafica in modo da poter evitare problemi. Troppe email Un altro problema potrebbe essere quello che si stanno inviando troppe email in un breve lasso di tempo. Questo problema è particolarmente rilevante se non stai utilizzando un software di email marketing che può aiutarti ad organizzare e distribuire gli invii delle campagne. Questi sono solo alcuni fattori che portano le tue email a finire in spam, qui trovi altre informazioni utili. Raccontaci cosa fai tu per evitare questo fastidioso problema.


Leggi
Un Fattore Importante per Ottimizzare i Tuoi Pop-Up di Email Marketing

Un Fattore Importante per Ottimizzare i Tuoi Pop-Up di Email Marketing

Strategie Email Marketing • giugno 24, 2015

Nell\'\'Email marketing i pop up per le email rappresentano quello che le versioni mobile erano per i siti web. Cioè sono facoltativi ma sono importanti per ottimizzare le prestazioni dei tuoi progetti. Tutti abbiamo incontrato un pop up durante la visita di un sito, ma a differenza dei siti mobili per il web, ci sono più modi per costruire pop-up di iscrizioni email. Prima di iniziare a disegnare pagine di iscrizione ricorda che una landing page ha l\'obiettivo di catturare il maggior numero possibile di indirizzi email. Tenendo questo in mente ti aiuterà a determinare come scrivere e confezionare il tuo pop-up e dove collocarlo per raccogliere il maggior numero di utenti. Oltre al contenuto e al disegno, la cosa più importante da attuare è un opportuno timing. Considera il tuo pop-up email marketing come se fosse un venditore. La prima volta che si incontra un venditore, sei destinato ad avere una sorta di conversazione con lui in cui si parla del prodotto. Si potrebbe acquistare o pensarci su. Se decidi di farci un pensiero, allora il lavoro de venditore è quello di avviare un meccanismo di contatto ripetitivo per farti convincere ad acquistare il suo prodotto. Tuttavia, è un\'arte sottile e la tempistica è tutto, al fine di chiudere l\'affare. Allo stesso modo il tuo pop-up email marketing è il venditore digitale per il tuo email marketing. E il lavoro del pop-up è quello di reintrodurre il prodotto e il suo valore in tempi opportuni. E\' il tuo lavoro come marketing manager capire quando sono quei tempi. Naturalmente la prima volta è quando un utente visita il sito. In realtà, si potrebbe anche voler attendere 30 secondi o un paio di minuti prima di far apparire il tuo pop-up. In questo modo il visitatore ha il tempo di guardare il sito e non rischi di essere intrusivo. Ci sono altre cose che si dovrebbeo considerare. È possibile creare popup di email marketing in base alla pagina e chiedere l\'opt-in solo per alcuni argomenti - anche offrendo sconti su tutti o su alcuni prodotti selezionati. Se stai offrendo un prodotto digitale come un download, è possibile attivare un pop-up solo dopo che qualcuno ha avviato il download. Naturalmente, dovrai sempre suggerire un popup di email marketing quando un utente lascia il sito. Prova anche a cambiare la progettazione e il testo del tuo pop-up per trovare il giusto linguaggio che pemette dii catturare l\'attenzione e ovviamente l\'iscrizione dell\'utente.


Leggi
3 Consigli Per Costruire La Tua Lista Email

3 Consigli Per Costruire La Tua Lista Email

Strategie Email Marketing • giugno 4, 2015

Le tue campagne di email marketing sono efficaci solo se le sono tue liste di contatti. Non è semplice creare una lista di iscritti che hanno scelto espressamente di far parte del tuo mondo meraviglioso. Anche i clienti che ti conoscono da anni potrebbero non essere facilmente convertiti in iscritti. In realtà possono anche non sapere che tu hai una mailing list o che non ci sia alcun vantaggio far parte di essa. Ed è qui che entra in campo la strategia di come costruire una lista. Certo, è un dato di fatto che le tue campagne email devono avere contenuti degni da condividere, e puoi certamente incoraggiare i lettori a condividere con amici e conoscenti. Tuttavia, le strategie di costruzione mailing list vanno oltre, si tratta di pensare fuori dagli schemi per creare qualcosa di valore. #1 Il Tipo Giusto di Pop-up Il fatto è che le persone sono occupate e catturare la loro attenzione non è semplice. Questo è il motivo per cui se si crea un modulo di iscrizione a comparsa come Pop-Up sul tuo sito web si fa in modo di attirare l\'attenzione del lettore. Crea un modulo semplice e molti si iscriveranno. Social Media Examiner, per esempio dichiara che il 70% dei loro 200k iscritti provengono da moduli pop-up. #2 Lancia un Contest I contests sono un ottimo strumento per mantenere entusiasmo nei destinatari della tua campagna di email marketing. Le regole per partecipare possono essere semplici come essere un iscritto e rispondendo a una domanda correttamente o dare una risposta creativa. Se decidi di fare un concorso assicurati di essere chiaro. Dichiara se hai intenzione di lanciare un concorso mensile, un concorso settimanale o un concorso una tantum. Inoltre assicurati di condividere il concorso sui social media dove sono i tuoi potenziali iscritti. E naturalmente dichiara i vincitori sui social media. #3 Crea Opzioni di Segmentazione La gente è interessata a cose diverse ed è consigliabile personalizzare le offerte nelle tue campagne email. Per esempio io sono molto più propenso a iscrivermi a una newsletter che mi fa scegliere a cosa sono interessato e la frequenza di invio. Nel contesto di un sito web di notizie opterei agli aggiornamenti settimanali. Questo funziona a vantaggio di entrambe le parti: ottengo ciò che voglio e la società ha il mio opt-in due volte, assicurandosi di avere un utente realmente interessato a quello che si intende inviare. Lo stesso vale per il tuo business. Alcuni iscritti sono venditori e altri clienti - e nessuno dei due ha davvero bisogno (né vuole) vedere campagne di email marketing rivolte all\'altro. Se sei un\'agenzia allora forse i tuoi clienti vogliono solo iscriversi a newsletter che si rivolgono ai propri interessi piuttosto. Se sei un editore che dispone di 3 o 4 tipologie di pubblicazioni, a maggior ragione gli iscritti potranno scegliere uno o massimo un paio di tali pubblicazioni, senza dover assorbirsi tutte e quattro. Con una buona segmentazione conoscerai meglio i tuoi iscritti e otterrai risultati sorprendenti.


Leggi
10 Cattive Abitudini Nell’Utilizzo dell’Email

10 Cattive Abitudini Nell’Utilizzo dell’Email

Strategie Email Marketing • maggio 29, 2015

L\'email è il principale canale di comunicazione digitale. Nonostante le tendenze che possono toccare le varie piattaforme di social media, l\'email è sempre costante e non ha mai avuto rivali nel corso degli ultimi venti anni. Le cattive abitudini di utilizzo dell\'email, tuttavia, sono un cancro difficile da rimuovere totalmente. Se sei uno di quelli che pensa che l\'email non porta buoni risultati, dovresti controllare di non commettere gli errori che proviamo qui a elencare. In un epoca in cui la comunicazione avviene in micro momenti, il modo in cui si comunica può determinare il successo o l\'insuccesso dell\'azienda. Quindi, fermati per un attimo e fai l\'inventario delle tue abitudini di utilizzo dell\'email per vedere se sei colpito da una di queste cattive abitudini. Il Testo dell\'Oggetto Pigro Il primo errore è non scrivere alcun Oggetto. Il secondo errore è scrivere un oggetto pigro. La riga dell\'oggetto non dovrebbe mai essere solo un titolo; deve indicare anche un azione. Quindi per esempio se si sta inviando su un documento da revisionare, il testo dell\'oggetto dovrà essere del tipo ... \"per revisione: ABC Project.\" Includi l\'azione (per la revisione) seguita dal titolo del progetto (progetto ABC). Email Come Unico Canale Siamo diventati così dipendenti della comunicazione via email che la maggior parte di noi si affida esclusivamente all\'email per comunicare. Se l\'email è un ottimo modo per entrare in contatto con più persone in una conversazione e per avere una copia digitale di tale comunicazione, a volte basandosi unicamente sull\'email può rappresentare un handicap. Nei rapporti con i clienti o anche i colleghi a volte è meglio fare una telefonata o avere una conversazione faccia a faccia. Specialmente quando l\'altra persona non ha compreso appieno quello che stai dicendo, o si stanno mostrando segni di frustrazione, o se la conversazione dura più a lungo di quanto dovrebbe - allora è il momento di passare ad un altro canale di comunicazione. Tono Di Comunicazione Univoco Alle persone piace fare affari con quelli che hanno personalità simili. Detto questo, se il tuo lettore è un tipo cupo, di conseguenza le email devono anche riflettere un tono cupo. Se il cliente ama volti felici nelle proprie email dovrai cercare di fare la stessa cosa. Una momunicazione email di successo implica la condivisione di quel tanto che basta nella personalità nelle email senza diventare poco professionali. Parte di tale arte richiede di essere in grado di abbinare il tono e il contesto del tuo pubblico. Dal momento che la comunicazione email non include alcun effetto che avremmo trovato con il tono di voce, del linguaggio del corpo e delle espressioni facciali, è davvero importante essere in grado di imparare a comunicare queste cose via e-mail. Email come Diario Le email sono state create per una comunicazione efficiente e rapida. Tuttavia, questo fine si perde quando le e-mail vengono lette come un diario. Non dovresti far perdere tanto tempo al vostro lettore e quindi fai attenzione alla lunghezza del contenuto delle email. E\' una priorità mantenere l\'email breve e coincisa. Usa il Sottolineato o il grassetto per l\'azione che si desidera di far intraprendere. Più facile si rende il tuotto, più successo avrai con l\'email.


Leggi
Usare Regole di Social Per Incrementare Condivisioni Campagne Email

Usare Regole di Social Per Incrementare Condivisioni Campagne Email

Strategie Email Marketing • maggio 27, 2015

L\'email marketing tende ad intimidire molti proprietari di aziende, ma l\'email marketing non è così lontano dal blogging e social media. Proprio come il blogging le campagne email richiedono contenuti pensati. E proprio come i social media bisogna creare contenuti che attirano l\'attenzione dei tuoi lettori - e si ottengano condivisioni. Fare in modo che la propria campagna email sia condivisa è l\'obiettivo di un buon email marketing. Infatti se hai passato il tempo a costruire una buona campagna non basta ricevere qualche click, ma sarà possibile estendere la vita dell\'email grazie alle condivisioni. Riconoscibilità Un modo per ottenere condivisioni è quello di menzionare un certo individuo, società o organizzazione. Vedrete questo su Twitter, dove la gente \"preferisce\" o retwitta tweet dove sono stati menzionati. La stessa regola può essere applicata all\'email. Forse hai un fornitore preferito o un\'organizzazione locale a cui esideri attirare l\'attenzione. Menziona la persona con una sua pecularia caratteristica nella tua campagna email, e si può essere sicuri che la condivideranno. Rendi Semplice Da Condividere La maggior parte degli email marketers alle prime armi, con la maggior parte dei lettori, non sanno che esistono link che possono creare una condivisione veloce del contenuto. Quindi fai in modo di inserire tali link e guida le persone a cliccarci sopra. Si può dire qualcosa di simile, \"Usa questo link per condividere questa email sui social\" o \"Clicca qui per visualizzare la URL.\" La frase dipenderà dal tuo pubblico. Un\'altra opzione sarebbe quella di includere la condivisione sociale nelle campagne. È possibile includere i pulsanti di social media che guidano direttamente i lettori a condividere i contenuti su alcuni siti di social. Fornisci Opzioni di Engagement Ad alcune persone semplicemente non piace ricevere email, ma amano fare \"engagement\" nei loro canali social preferiti. Detto questo, si impegnano a amplicare il vostro brand sulla loro piattaforma preferita. La tua campagna email può includere un pulsante, collegamento o alcuni call to action che indirizzano le persone lì dove vogliono andare. Alcuni preferiscono Instagram, altri YouTube, Tumblr o anche una landing page diretta.  


Leggi
Integrazione Benchmark Email con Highrise

Integrazione Benchmark Email con Highrise

Strategie Email Marketing • marzo 26, 2015

E\' un mercato competitivo quello relativo all\'email marketing. Con differenti software, piattaforme di social media, disegni UX, CRM, ecc.. da scegliere, come fai a sapere qual\'è il migliore e, soprattutto, quello che più si adatta al tuo business? Come sappiamo, non c\'è un programma migliore degli altri. Per quanto saturo sia mercato e con 20 diverse versioni della stessa cosa, il lato positivo ce l\'ha quel programma che più si adatta ai tuoi bisogni. Caso in questione, diamo uno sguardo al CRM. Un customer relationship management è un assoluto must-have se si vuole un business di successo. Senza di esso il vostro business raggiunge solo la metà del suo potenziale. Esistono più di 40 CRM, ma c\'è uno che è più adatto per voi se si avvia una piccola impresa e si desidera un programma semplice e veloce. Highrise CRM è un nuovo CRMs ma è già stato molto apprezzato su diversi siti di recensioni e di consumatori per essere orientato verso le piccole imprese. A differenza dei suoi coetanei, Highrise ha un\'interfaccia semplice e tutti gli utenti con poca o nessuna esperienza di CRM possono facilmente manovrare e gestire i clienti e tutte le loro attività. Un altro vantaggio è che Highrise permette di personalizzare i propri campi e permette di salvare dati univoci ai profili di ogni cliente. Un software CRM modesto ma solido come questo è un ottimo inizio se si desidera avviare seriamente la gestione del business. Naturalmente, altri CRM hanno una gamma più ampia di funzioni, ma a volte quello che ci serve è un sistema di base e senza fronzoli. Allo stesso tempo, Highrise offre diversi add-ons come l\'integrazione con Benchmark Email. Grazie a questa integrazione puoi aggiungere i tuoi contatti dall\'account Highrise in una tua lista email. Ecco come fare. Fai Login nel tuo account Benchmark Sotto la sezione Liste clicca su Crea Nuova Lista Scegli \"Importa Contatti da File\" e clicca Salva & Aggiungi Contatti Clicca sul link \"Clicca qui\" sotto \"Carica Tuo File\" Clicca il logo Highrise Inserisci il tuo Nome Sito Highrise e l\'API Token Clicca su Connettiti a Highrise


Leggi
1 2 3 4